Recensione TROVAMI di Emma Mars


Un travolgente percorso di rieducazione sessuale e sentimentale, una grande avventura erotica ma anche una straordinaria storia d’amore: Trovami, il primo volume della "Trilogia delle Stanze", è tutto questo e molto altro.
Entra nelle stanze di Elle. Non te ne pentirai.


Genere: Erotico
Editore: Sperling & Kupfer
Prezzo cartaceo: € 14,90
Prezzo ebook: € 6,99
Pagine: 512
Uscita: 27 Agosto 2013





Sinossi: 
Entra nelle mie stanze. Solo tu scoprirai i miei segreti.  Solo tu mi troverai.


Parigi.In una stanza dal soffitto a specchi del lussuoso Hôtel des Charmes, Elle ha deciso: il gioco, divertente ed eccitante, di fare la escort per l’agenzia Belles de nuit deve finire. Ormai sta per sposare David, erede di un impero mediatico, l’uomo di cui si è innamorata perdutamente, che non sa nulla di lei, e che le aprirà le porte di un mondo nuovo e scintillante. Ma prima di diventare la moglie di David, c’è ancora un ultimo appuntamento, a un vernissage molto chic. Quella sera, nella folla, Elle incontra anche Louis. È un uomo diverso da tutti, è di classe, ma è chiaro che la vita non è stata gentile con lui. Terribilmente sexy, non pare interessato per il momento al sesso. Sembra volerla conoscere, scoprire tutto di lei. Intanto, però, è lei a fare una scoperta sconvolgente: altri non è che il fratello del suo futuro sposo. E, da quel momento, Elle è nelle sue mani: piegata ai suoi comandamenti imperiosi, alle sue richieste sfacciate, alle parole brucianti e infiammate che lui le scrive. Nonostante il pensiero di David non la abbandoni mai, con Louis Elle conosce qualcosa di totalmente nuovo, un sentimento che la fa volare in alto, e le suscita emozioni mai provate prima. Ben presto, però, si troverà di fronte a qualcosa che non si sarebbe mai aspettata: un mistero nascosto nel passato dei due fratelli – da sempre rivali – che la riguarda molto da vicino. Come potrà, adesso, tornare a essere libera? E soprattutto… è proprio sicura di voler essere libera, e di non essersi innamorata dell’uomo sbagliato?


"La trilogia delle Stanze" è così composta:
1 - TROVAMI
2 - Scoprimi
3 - Svelami


RECENSIONE A CURA DI PAOLA ANGHILERI:
Questo per me è un evento da segnare sul calendario: per la prima volta in vita mia, ho dovuto abbandonare la lettura di un libro…
“Trovami”, primo libro della serie “La trilogia delle stanze”, è la risposta francese alle ormai famosissime 50 Sfumature… beh, lasciatemelo dire: una risposta alquanto tremenda!
L’autrice, o meglio l’autore (ebbene si: è un uomo, che si vanta di conoscere molto bene le donne) ha tentato di scrivere una storia un po’ diversa dal solito… ma senza successo.
Tanto per cominciare la struttura del libro per i primi 5 capitoli è un flashback continuo: si parte dal 2010 per tornare indietro al 2009 e poi al 2008, dopo si ritorna nel 2009 (ma tre quarti del capitolo riguardano fatti del 2008)… insomma un caos totale!
Ho dovuto scrivere una scaletta cronologica per venirne fuori…
Poi… i protagonisti… nulla di nuovo: ricchissimo lui e povera in canna lei.
Ma la domanda fondamentale è: mi sapete dire come si può apprezzare un libro in cui tutti i personaggi (protagonisti e non) ti stanno letteralmente sulle scatole?
Elle è una escort, ma non si definisce una prostituta perché lo fa solo per “necessità” e non va a letto con tutti, ma solo con chi vuole lei (e qual è la differenza, mi chiedo?). Non so bene come, è anche riuscita ad autoconvincersi di non star tradendo il suo fidanzato/futuro marito David: fa questo lavoro solo perché vuole regalargli un orologio visto in un negozio di antiquariato! Ma che cavolo significa?
L’ho trovata molto insicura e anche un po’ ingenua, senza spina dorsale e carattere, per non dire stupida. Chi mai conserverebbe delle lettere anonime con frasi sconce e riferimenti fin troppo dettagliati sulla propria vita sessuale (manco fosse seguita da uno stalker) raccogliendole tutte gelosamente, come un tesoro prezioso, in un quadernino d’argento? Boh…
Louis, “l’amante”, il fratello di David, nonché il vero protagonista della trilogia, mi è stato sulle scatole fin da dall’inizio, e visto che non si presenta subito, non sapevo nemmeno che era il personaggio principale!
L’ho trovato borioso, arrogante e presuntuoso in maniera inverosimile, mi ha dato anche l’impressione di una persona che guarda gli altri dall’alto in basso, credendosi superiore e migliore. E inizialmente me lo sono immaginato come un vecchio altero. Quando poi si è lanciato in un appassionato monologo sul significato nascosto dietro alle sculture di una mostra raffiguranti giochi per bambini trasformati in strumenti erotici (assurdo!), non ci ho visto più… volevo uccidermi! O meglio: volevo uccidere lui!!
Infine, le scene di sesso… pensavate in un minimo di sentimento e passione? Beh, scordateveli! L’autrice/autore probabilmente non è a conoscenza dell’esistenza di simili sensazioni.
Sembrava di leggere una pessima rivisitazione, colorita e comunque volgare, di un libro di sessuologia: “farfalline di carne”, “callipigia”, “fellatio” e “stantuffarmi” li avete mai sentiti in un erotico?
Non mi stupisce il fatto che questo libro non sia riuscito a prendermi praticamente mai per i 10 capitoli che ho letto: un momento troppo lento e noioso e l’altro pure. Se io leggo un libro erotico mi aspetto che mi venga una voglia irrefrenabile di continuare a leggere, di arrivare alla prossima scena hot, ma di certo non di annoiarmi a morte.
Tirando un po’ le somme: storia senza capo né coda, pesante e scritta malissimo con personaggi assurdi e per niente credibili. Questa autrice con me ha chiuso. Un vero spreco di soldi.
Detto questo, ragazze, se vi volete bene… EVITATELO COME LA PESTE!

PS: per chi, come me, si è chiesto cosa significhi “callipigia”, ecco cosa riporta il dizionario: A) agg. lett. Dalle belle natiche, attributo di Venere; B) s.f. (solo sing.) per anton. Venere.
Come ho letto da qualche parte: è un altro modo per dire “che bel culo”!


Nessun commento:

Posta un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.
L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.
L'autore del sito non ha alcuna responsabilità per le segnalazioni riportate nei commenti e per i loro contenuti. Ciascun commento o post inserito vincola l'autore dello stesso ad ogni eventuale responsabilità civile e penale.