Ultima tappa del Blog Tour + Giveaway: "HYDRA - IL SEGRETO DEGLI ABISSI" di Barbara Riboni.


Salve a tutti amici Insaziabili. 
Oggi parte la 7^ e ultima tappa del Blog Tour dedicato all'ultimo romanzo di Barbara Riboni:
“HYDRA - IL SEGRETO DEGLI ABISSI".

In questa ultima tappa l’autrice ha voluto organizzare un giveaway mettendo in palio per il vincitore una copia cartacea autografata del romanzo + un segnalibro personalizzato.

Volete sapere come fare a partecipare?
Tranquilli, è molto semplice. Di seguito troverete il regolamento da seguire.

Il Giveaway inizierà oggi, Giovedì 26 Febbraio  e si concluderà Giovedì 5 Marzo  alle ore 12:00.
Comunicheremo il vincitore nella giornata di Venerdì 6 Marzo.
Il vincitore verrà comunicato sia tramite post qui sul blog che nella pagina dell'evento su Facebook.

Questi sono i passaggi obbligatori da seguire per partecipare al giveaway:
1.     Diventare lettori fissi di questo blog. (per farlo basta cliccare sul tasto blu "UNISCITI A QUESTO SITO" che trovate nella colonna a sinistra).
2.     Condividere questo evento sul vostro profilo o sulla vostra pagina Facebook.
3.     Commentare QUESTO POST ricordandovi di inserire il link della condivisione dell'evento.
4.     Fate login sul sito rafflecopter.com tramite account Facebook e compilate il form sottostante per ricevere punti extra.

- mettendo “Mi piace” alla nostra pagina Facebook otterrete 5 punti extra.
- mettendo “Mi piace” alla pagina Facebook dell’autrice otterrete 5 punti extra.
- twittando questo giveaway otterrete 1 punto extra (potete ripetere questo punto 1 volta al giorno).
- iniziate a seguirci su Twitter e otterrete 5 punti extra.


Ringraziamo l’autrice, Barbara Riboni, e gli altri blog che hanno partecipato a questo Blog Tour.
Se avete perso qualche tappa, di seguito troverete l’elenco:
Tappa 1 – intervista all'autrice sul blog Atelier di una lettrice compulsiva
Tappa 2 – recensione sul blog Sognando tra le Righe
Tappa 3 – booktrailer su Romanticamente Fantasy Sito
Tappa 4 – analisi dei luoghi del libro sul blog I libri della Chimera
Tappa 5 – scena tagliata sul blog Passione Scrittura
Tappa 6 – intervista ai personaggi sul blog Le tazzine di Yoko


Se volete scoprire di più di Hydra e dei suoi protagonisti, venite a leggere il 1° capitolo...




Immaginate un luogo dove l’orizzonte abbraccia
il mare di infiniti azzurri.
Dove il sole accarezza l’acqua
con milioni di pennellate di luce
e la increspa in riccioli di candida spuma.
Un luogo dove lo sguardo
scivola leggero cavalcando le onde
e abbandona il pensiero, per espandersi
e poi perdersi nelle profondità degli abissi…
Ecco, in quel luogo,
solo in apparenza muto e solitario,
dove non avrei mai cercato una direzione,
inizia la mia storia.


CAPITOLO I


Avevo esagerato e lo sapevo.
Non era stato l’aver distrutto la mia nuova Audi R8, dopo soli quindici giorni dalla consegna, schiantandomi contro una fila di auto posteggiate.
E non era stato nemmeno il fatto che, quando era accaduto, fossi completamente ubriaca, devastata da una serie infinita di vodka-lemon che mi ero calata durante la notte al Living, noto locale della Milano da bere.
Quello che aveva davvero fatto uscire di testa mio padre era l’aver letto, sul verbale di sequestro del mezzo, che avevo cercato di farmi i due agenti che mi avevano fermato, sul cofano accartocciato dell’auto.
“Il trasgressore, nella persona della nominata Victoria Valsecchi, tentava di conciliare gli operanti con inequivocabili offerte di tipo erotico e gli stessi si vedevano costretti ad accompagnare la suddetta Valsecchi presso la stazione di polizia di via Fatebenefratelli
e procedere al fermo amministrativo dell’automobile targata DN 620 FY come da art. 186 del codice della strada per guida in stato di evidente ebbrezza”.
Il tasso alcolico era risultato essere superiore a 3,85 % perciò, oltre a dover sborsare non so quale cifra in ammenda, era previsto l’arresto, il ritiro della patente e il sequestro del veicolo.
Il fratello di mio padre, “zio Fede”, era arrivato alla stazione di polizia poco dopo le tre del mattino e, nonostante l’assoluta disponibilità ad aiutare la sua sconsiderata nipote preferita (e unica) al telefono non era proprio riuscito a nascondere il disappunto per essere stato scaraventato fuori dal letto a quell’ora improbabile.
«Sono l’avvocato Federico Valsecchi» si era presentato entrando nella piccola guardiola che precedeva la stanza dove mi avevano lasciato ad attendere «mia nipote mi sta aspettando.»
Un poliziotto gentile mi aveva messo in mano una bottiglietta di minerale ed io, ora che mi stavo lentamente riprendendo, la bevevo a piccoli sorsi per evitare che il mio stomaco, in precario equilibrio, decidesse di liberarsi di tutto l’alcool che ancora conteneva.
Mio zio entrò nella stanza, mi lanciò uno sguardo ripugnato e si avvicinò alla panca della sala d’attesa sulla quale ero stravaccata.
«Tirati su Victoria. Hai un aspetto disgustoso. Ricomponiti mentre vado a parlare con chi di dovere, e trova il modo di sciacquarti il viso. Ce ne andiamo.»
Si voltò e si avviò di nuovo alla porta dalla quale era entrato, senza aggiungere altro.
Io sbuffai e mi alzai, malferma sulle gambe. Il pavimento a scacchi davanti a me prese ad oscillare per qualche secondo, ma poi sembrò trovare un assetto stabile.
Non era la prima volta che mi riempivo di alcool in quel modo, ma era di certo una delle più memorabili. Non ricordavo molto della serata trascorsa, e in quel momento non ricordavo nemmeno i due agenti che mi avevano trovata nell’auto, incastrata negli airbag esplosi.
Individuai una doppia porta laterale con le inequivocabili indicazioni w.c. e mi diressi decisa verso quella che ostentava la figuretta femminile.
Entrando mi chiusi la porta dietro le spalle e mi avvicinai ad uno dei lavandini posizionati sulla parete di destra.
Il mio stomaco si contrasse ed io mi chinai afferrando i bordi freddi della ceramica ricacciando il conato che mi aveva assalito.
Inspirai profondamente un paio di volte per riprendere il controllo, poi alzai il viso e incontrai il mio volto pallido, riflesso nello specchio di fronte.
I capelli biondi e diritti erano arruffati, in parte appiccicati al capo, ed io per abitudine vi infilai le dita di una mano nel tentativo di risistemarli come potevo. Arrivavano poco oltre le spalle e di solito cadevano a piombo dietro al collo in una massa liscia e dorata.
Spostando le ciocche della frangia dalla fronte, misi a fuoco due enormi occhi azzurri e lucidi, vitrei e cerchiati di rosso.
Il trucco scuro e il mascara erano colati fino agli zigomi creando un alone fumé che mi dava l’aspetto di un panda triste.
Mi venne da ridere e da piangere quasi contemporaneamente.
Scacciai quella debolezza afferrando stizzita una sequenza di salviette di carta dall’erogatore. Aprii il rubinetto e le inzuppai d’acqua poi presi a strofinarmi il viso con vigore sino a togliere la maggior parte del nero, facendo riaffiorare il rosa sulle guance.
Mi sciacquai e risollevai lo sguardo.
Alla fine, riconobbi i tratti familiari del mio volto, le sopracciglia chiare e gli zigomi delicati, il naso piccolo e diritto con la graziosa curva all’insù che avevo ereditato da mia madre.
Le labbra, prive ormai di rossetto, erano solo di poco meno carnose di quanto avrei voluto, ma grandi e armoniose con il resto dei miei lineamenti. Sapevo che attiravano l’attenzione
quando si aprivano in un sorriso e mi piacevano.
Gli occhi no. Gli occhi erano identici a quelli di mio padre. Grandi e azzurri, circondati da ciglia color miele, potevano variare in tonalità più scure nei giorni di pioggia o diventare chiari e luminosi in quelli di sole, ma il calore non li raggiungeva mai e restavano sempre freddi e compiti ad osservare il resto del mondo, un po’ annoiati dalla sua mediocrità.
Non mi piaceva mio padre. E nemmeno i miei occhi tanto simili ai suoi.
Scacciai il suo volto dalla mia visione abbassando le palpebre per un secondo.
Mi asciugai il viso con la manica della camicia e mi accorsi che sulla guancia sinistra incominciava a vedersi una macchia più scura che prometteva di trasformarsi in un livido ben visibile.
Per quanto avevo capito dal resoconto degli agenti sulla dinamica dell’incidente, dovevo ritenermi davvero fortunata. Avevo mancato una curva di corso Sempione a più di novanta all’ora, centrando con la fiancata destra una fila di macchine posteggiate e fermandomi a pochi metri da un incrocio. L’impatto avrebbe potuto causare conseguenze ben più gravi se avesse coinvolto pedoni o passeggeri nelle vetture.
Ok, inutile rabbrividire per una evenienza scampata.
Sistemai la grossa cintura color cuoio sui fianchi e le spesse calze scure sotto la minigonna stropicciata.
Soffiai sulla frangia che si stava asciugando e lanciai un ultimo sguardo allo specchio prima di avviarmi ad affrontare mio zio, molto più padrona della situazione.
Lo trovai ad attendermi, assieme ad un agente, nella stanza attigua, tutto cipiglio e riprovazione.
«Ti senti meglio?» domandò brusco, appena mi vide uscire dal bagno.
«Si, grazie. Molto meglio» risposi senza riuscire ad essere contrita.
«Ringrazia l’agente qui presente che ha deciso di dichiarare la soglia alcoolica sotto l’1,2% perché diversamente sarebbero stati guai molto più seri Victoria. La patente comunque te la scordi per minimo sei mesi.»
Aveva quell’aria soddisfatta di chi, nel comunicare una notizia senza dubbio negativa trova un’insana gratificazione personale, impossibile da nascondere.
Mi salì alle labbra un commento velenoso.
«Grazie agente» risposi invece a denti stretti senza guardare il poliziotto che sembrava imbarazzato quanto me dalla precisazione di mio zio.
«Non possiamo evitare che ci sia una segnalazione sulla fedina, purtroppo, ma possiamo almeno evitare l’arresto e la confisca del veicolo con la sentenza di condanna. Mi spiace signorina Valsecchi» disse poi rivolgendosi a me soltanto «per la patente non si può fare nulla. Come minimo sarà sospesa sei mesi.»
Ritirai i miei effetti personali e il lungo cappotto in cashmere color polvere che mi allacciai in vita prima di uscire dalla stazione di polizia e affrontare il freddo pungente di fine gennaio.
Seduta nella BMW Az7 argento di mio zio, guardavo fuori dal finestrino in silenzio, con il buon gusto di tacere per evitare qualsiasi ulteriore rimbrotto.
Senza macchina per sei mesi. Che disastro!
Mi accorsi però, ad un certo punto, che non ci stavamo dirigendo, come pensavo, al mio appartamento in realtà non molto lontano dalla stazione di polizia, ma in direzione opposta, verso la stazione centrale dove abitava lui.
«Non mi stai portando a casa tua, vero zio?» chiesi ironicamente.
«Mi spiace Victoria. Sono le disposizioni di tuo padre» rispose vago lui senza distogliere l’attenzione dalla strada. «Starai da me qualche giorno, poi deciderà cosa fare.»
Certo. A migliaia di chilometri di distanza, come sempre, senza avere una minima idea di quello che era la mia vita, avrebbe stabilito cosa farne.
«E a quale scopo? Tu comunque non sei mai a casa… Che differenza fa sola a casa mia o sola a casa tua?»
«Non sono io che detto le regole Victoria. E nemmeno tu, in questo momento, visto quello che hai combinato. Queste sono le direttive di tuo padre, pertanto atteniamoci alle istruzioni senza discutere. Non credo che passare qualche giorno a casa mia possa
crearti grossi problemi.»
Fece una pausa fermandosi ad uno stop e si voltò verso di me fissandomi in silenzio, mentre aspettava che le macchine all’incrocio passassero liberando la strada.
«Questa volta potevi davvero farti del male Victoria» mi disse con voce più morbida e affettuosa «non potevo davvero tenerglielo nascosto» concluse quasi scusandosi, mentre riprendeva a guidare verso il suo appartamento.
«Lo so, e non te ne voglio. Non volevo creare questo casino, mi dispiace tanto. Però resta il fatto che per trasferirmi da te “qualche giorno” avrò bisogno di alcune delle mie cose e che non ha senso confinarmi nel tuo appartamento in attesa di giudizio» dissi imbronciata.
«Domani potrai andare a casa tua e prendere il necessario» concluse con voce stanca mentre con il telecomando apriva il cancello automatico e si infilava nel sotterraneo che portava ai box della palazzina in clinker blu nella quale viveva.
Percorremmo il resto del tragitto in silenzio. Parcheggiò l’auto e poi andammo all’ascensore. Accedeva direttamente all’appartamento all'ottavo piano e si azionava solo con la combinazione della chiave e di un codice.
«Domani ti darò anche questa» disse mentre la infilava nella serratura e digitava la sequenza sul display digitale «adesso vorrei riuscire a dormire le due ore che restano della nottata.»
Io rimasi in silenzio.
L’ascensore raggiunse il piano, la porta si aprì e ci ritrovammo nell’appartamento di mio zio, all’interno di un prestigioso complesso in una discreta strada del centro.
Ad accoglierci, accorse Timoteo, il suo gatto.
Grasso e pigro, aveva il colore indefinito del fumo scuro e cupo, lo stesso carattere schivo e asociale del padrone e come lui non amava gli estranei.
Si strusciò una singola volta sulle gambe di mio zio e poi fece un saltello buffo accorgendosi di me e allontanandosi subito per evitare di sfiorarmi per errore.
Lo ignorai oltrepassandolo in direzione della stanza da letto dove sapevo avrei dormito.

Meno di quindici minuti dopo sprofondavo nel sonno in quel letto che mi ricordava ancora troppo i momenti più brutti della mia esistenza.




39 commenti:

  1. partecipo assolutamente ed ho eseguito tutte le regole!
    https://www.facebook.com/alyson.climbon/posts/1621057781449216
    Twitter: @alyswe
    Facebook: Alessandra Trotto
    Email: alysonsweet@libero.it

    RispondiElimina
  2. fraghi88 follower
    su twitter https://www.twitter.com/fraghi88
    fb https://www.facebook.com/fraghi88
    su g+ francesca ghiribelli
    https://plus.google.com/u/0/113267964871389608540/posts
    condiviso su tutto
    fraghi88@alice.it

    bellissimo estratto! già mi sono innamorata del primo capitolo! adesso compilo il form!

    RispondiElimina
  3. condiviso qui https://www.facebook.com/groups/617221755016409/

    RispondiElimina
  4. Partecipo anch io anche se ho scoperto solo ora del blog tour recupererò tutte le tappe grazie
    Condiviso qui
    https://www.facebook.com/ramona.bottoli
    La mia mail e rosyramo@libero.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla Ramona, hai tempo ^_^
      In fondo al post ho messo i link diretti a tutte le tappe, sperando di aiutare chi fosse rimasto indietro ;)

      Elimina
  5. Ciao! Il primo capitolo è veramente bellissimo!
    Sono lettore fisso di tutti i blog che hanno preso parte al blogtour.
    Ho condiviso anche quest'ultima tappa su fb, twitter, G+ e pinterest:
    https://www.facebook.com/luceds/posts/10206224104271589?pnref=story
    https://twitter.com/Luceds/status/570933005964972032
    https://plus.google.com/u/0/110134767974186524330/posts/HTJ2fmJjxY9
    https://www.pinterest.com/pin/494340496573905125/
    Ho messo "mi piace" alle pagine fb e seguo su twitter (@Luceds).
    Il blogtour è stato bellissimo e molto coinvolgente.
    Spero di leggere presto questa meraviglia.
    Grazie per quella bellissima opportunità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luce,
      sono contenta che il Blog Tour ti sia piaciuto ^_^
      Ti auguro in bocca al lupo per questo giveaway conclusivo ;)

      Elimina
    2. sono davvero felice che tu abbia apprezzato l'assaggio di Hydra :)
      aspetto di avere la tua opinione sul resto ;)

      Elimina
  6. condiviso qui https://www.facebook.com/valentina.via.14
    Facebook : valentinavia94@gmail.com

    RispondiElimina
  7. eccomi...che peccato siamo arrivati alla fine....mi spiace ma è stato divertente conoscere questo nuovo libro. ho condiviso qui https://www.facebook.com/simona.zefilippo/posts/707863499335296?pnref=story
    grazie e buona fortuna a tutte

    RispondiElimina
  8. Come dice il proverbio.. Chi ben comincia ecc ecc.
    Brava Barbara!!
    https://www.facebook.com/antonella.miccio.31

    RispondiElimina
  9. Oddio, capitolo bellissimooooo!! Non vedo l'ora di leggere tutto il libro e scoprire come va a finire! *__*
    Ho condiviso l'evento sulla mia bacheca https://www.facebook.com/francesca.bontempi.54
    Grazie mille per questo bellissimo blogtour e in bocca al lupo a tutte! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la partecipazione ^_^

      Elimina
    2. Felicissima che ti sia piaciuto questo primo capitolo :* mi auguro che presto tu sappia dirmi cosa pensi del resto del romanzo. In bocca al lupo

      Elimina
    3. Grazie Barbara! :)
      L'ho già aggiunto nel carrello di Amazon! ;)

      Elimina
  10. wow il primo capitolo mi ha stregato, il libro sono sicura mi farà impazzire come fare a resistere...
    spero di essere fortunata, comunque vada sarà un successo....
    grazie per avermi fatto divertire
    condiviso su
    https://www.pinterest.com/pin/566609196844827687/
    https://twitter.com/streghetta6831/status/571005881275584513
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10203920760595211?pnref=story
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/Scc47WTkzBF
    Grazie per questo blog tour e grazie di esistere Barbara Riboni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenerissimaaaaaa <3
      L'assaggio di Hydra ti ha entusiasmato davvero!
      Grazie dei complimenti e un grande in bocca al lupo :*

      Elimina
  11. Partecipo molto volentieri!
    Condiviso su Facebookhttps://m.facebook.com/sharer.php?u=http%3A%2F%2Finsaziabililetture.blogspot.com%2F2015%2F02%2Fultima-tappa-del-blog-tour-giveaway.html&t=Insaziabili%20Letture%3A%20Ultima%20tappa%20del%20Blog%20Tour%20%2B%20Giveaway%3A%20%22HYDRA%20-%20IL%20SEGRETO%20DEGLI%20ABISSI%22%20di%20Barbara%20Riboni.

    RispondiElimina
  12. partecipo con molto piacere :)
    FB: Harley Quieenn
    condivisione: https://www.facebook.com/harley.quieenn/posts/10203906871058124
    email: bas7e7@gmail.com

    RispondiElimina
  13. Partecipo anche io!!! condivido sul profilo fb https://www.facebook.com/mattioli.nicol

    RispondiElimina
  14. Partecipo anche io :-)

    RispondiElimina
  15. Partecipoooo!!!!
    Ho condiviso su fb: https://www.facebook.com/comichiara/posts/10203899011218867
    è stato bello partecipare,grazie!!

    RispondiElimina
  16. Partecipo volentieri, anche perchè non ho mai letto libri con sirene e sono molto curiosa.
    condiviso su tw https://twitter.com/DolciCarloni
    su fb https://www.facebook.com/dolci.carloni
    su g+1 https://plus.google.com/u/0/110324203528790670435/posts

    RispondiElimina
  17. Partecipo!
    Ho fatto tutto....compreso condividere su fb e twitter.Sto scoprendo che esistono una marea di bravissime scrittrici italiane. Certo di Barbara Riboni ancora non ho letto nulla, quindi magari con questo Giveaway colmo questa mia lacuna....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piacciono i paranormal romance e le storie con vampiri, ti consiglio ti leggere anche PACTUM VAMPIRI di Barbara Riboni.
      In bocca al lupo per il giveaway ;)

      Elimina
    2. A me piace molto leggere, a dire il vero leggo un po' di tutto.....Seguirò il tuo consiglio e leggerò con piacere questo libro che mi hai consigliato

      Elimina
    3. Più Acqua o piu' Sangue quindi????
      Aspetto di avere il tuo parere su entrambi i romanzi <3
      Un grande in bocca al lupo ;)

      Elimina
  18. Ciao,
    partecipo volentieri!
    Ho seguito tutti i passaggi
    ed ho condiviso sul mio profilo Facebook:
    https://www.facebook.com/morgana.delarge/posts/785448358197391?pnref=story
    La mia email è :
    nerissadelarge@yahoo.it

    A presto! :)

    RispondiElimina
  19. Il più bel blogtour a cui io abbia mai partecipato... Ho amato tutto: I personaggi, i luoghi incantati, le interviste... Davvero Bellissimo!
    Gfc/fb: Denise Nicosia
    email: piccolastella9318@hotmail.it
    https://www.facebook.com/denise.nicosia.1/posts/794448890633812

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che tu abbia seguito tutte le tappe con interesse :)
      credo che tu abbia un bel quadro generale di tutti i personaggi ;)
      ora non resta che vincere il libro ... in bocca al lupo

      Elimina
  20. Eccomiiiiiiiiiii certo che partecipo XD
    condivisione:
    https://www.facebook.com/sonia.lightning/posts/10205333111158868
    https://plus.google.com/u/0/101174625046090005464/posts/EyB3mdrrxcV

    RispondiElimina
  21. ciao, partecipo molto volentieri! :)
    https://www.facebook.com/vgive/posts/10203853360960977?pnref=story
    lonely_star@live.it

    RispondiElimina
  22. Partecipo volentieri :)
    GFC: Alessia
    Condivisione: https://www.facebook.com/alessia.crescenzo.5/posts/959186097434015?pnref=story
    email: alessiacrescenzo@gmail.com
    Ho compilato il form ^^
    ciaociao

    RispondiElimina
  23. Mi attira molto questo romanzo! Partecipo :)
    Ho condiviso qui: https://www.facebook.com/ilaria.zanato/posts/10204870192528643?pnref=story

    RispondiElimina
  24. Peccato che il Blog Tour sia già finito :/,vabbè mi sono divertita lo stesso a seguire tutte le tappe :3

    Il link della condivisione: https://www.facebook.com/roberta.carace.5/posts/619422114868636?pnref=story

    Baci

    RispondiElimina
  25. Grazie a tutte voi che avete seguito con pazienza e interesse le varie tappe del blogtour.
    Vi auguro di vivere un'emozione leggendo Hydra e, se dovesse essere così, un pochino di merito sarà anche mio.
    In bocca al lupo (magari al mio Max ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vorrei finire io in bocca al tuo Max :D
      Baci
      Karin

      Elimina

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse - See more at: http://www.comenonpagare.com/condizioni-duso/#sthash.Y3EQJmde.dpuf
I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.
L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.
L'autore del sito non ha alcuna responsabilità per le segnalazioni riportate nei commenti e per i loro contenuti. Ciascun commento o post inserito vincola l'autore dello stesso ad ogni eventuale responsabilità civile e penale.