lunedì 5 ottobre 2015

Recensione: "LA MIA MERAVIGLIOSA RIVINCITA" di Penelope Douglas





Genere: New Adult
Editore: Newton Compton
Pagine: 352
Prezzo: € 4,99 ebook
Uscita: 9 Luglio 2015









  
Sinossi:
Sono passati due anni dall’ultima volta che si sono visti. Due anni in cui non hanno fatto altro che covare rancore reciproco. Ma la verità è che Madoc e Fallon sono stati ingannati e tenuti lontano l’uno dall’altra dai rispettivi genitori. E ora che Fallon è tornata, vuole vendicarsi di tutto il dolore che è stata costretta a sopportare. Solo che non ha messo in conto il brivido di rivedere Madoc. Forse, nonostante tutto, i suoi sentimenti per lui non sono così cambiati… Madoc, dal canto suo, proprio non riesce a detestarla come vorrebbe…


La serie “FALL AWAY” è così composta:

1. Mai per amore – (titolo originale: Bully), ed. italiana: 30 maggio 2014
2. Da quando ci sei tu – (titolo originale: Until You), ed. italiana: 14 novembre 2014 
3. La mia meravigliosa rivincita - (titolo originale: Rival), ed. italiana: 27 maggio 2015 
4. Falling away: inedito in Italia, originale pubblicato il 6 gennaio 2015. 
5. Aflame: inedito in Italia, originale pubblicato il 21 aprile 2015.








«Tu mi rovinerai Fallon», disse con la voce che gli tremava.
Non più di quanto tu abbia rovinato me.





Si dice che l’amore vero duri per sempre, che riesca ad attraversare il tempo e le distanze, ma che non porti solo gioie, proprio come nessuna rosa nasce senza spine.

L’amore e la passione possono divampare all’improvviso, insieme, senza che gli innamorati se ne rendano conto, senza chiedere il permesso. Più si tenta di reprimere questi sentimenti, negando loro la possibilità di esistere, più si rafforzeranno fino a travolgere qualunque ostacolo trovino sul loro cammino.
Non serve scappare, non serve farsi la guerra; l’amore è parte del destino, ma mentre su quest’ultimo si può avere un certo margine di controllo, sul primo è del tutto impossibile.
Questo è proprio ciò che accade a Madoc Caruthers e Fallon Pierce, i protagonisti del romanzo di Penelope Douglas “La mia meravigliosa rivincita”, edito da Newton Compton.
I due diventano fratellastri dopo il matrimonio tra la madre di Fellon e il padre di Madoc, ma non si sopportano. La loro turbolenta convivenza in casa Caruthers è fatta di odio, rancore e dispetti reciproci, chiara reazione a una condizione di vita imposta.
Madoc è un ragazzo intelligente e di bell’aspetto, biondo, occhi azzurri, fisico forte e asciutto, carattere istintivo, talvolta troppo impulsivo. Fellon è caparbia, sveglia, diretta, un tipo particolare e intrigante, con i suoi capelli di tre tonalità differenti di marrone, gli occhi verdi, i piercing (scomparsi con l’entrata in collegio), le lentiggini, gli occhiali da hipster e il corpo sinuoso.
Insomma, due personalità ben definite e destinate a scontrarsi. Ciò che nessuno dei due calcola, però, è il fatto che lo scontro si trasformi ben presto in una attrazione fisica dirompente. La passione stravolge le loro esistenze finché, un giorno, Fellon va via senza dire una parola.

Madoc è distrutto, convinto che lei non l’abbia mai voluto davvero, mentre la giovane, nel suo “esilio” in collegio è convinta che sia stato Madoc a usarla e a gettarla via una volta annoiato.
Entrambi nascondono la delusione e la sconfitta sotto una corazza di determinazione e spavalderia. Non sanno che la loro separazione è stata, in realtà, progettata dai genitori.
Dopo due anni Fellon decide di tornare in casa Caruthers per trascorrere le vacanze. I due innamorati si incontrano di nuovo e già al primo sguardo scattano saette d’odio e scintille dell’attrazione potente e mai sopita che provano l’uno per l’altra.
Riusciranno, Madoc e Fellon, a dichiararsi, finalmente, amore eterno? Il loro legame, in bilico tra inferno e paradiso, pace e guerra, troverà stabilità in una relazione senza sotterfugi e segreti? La passione che divamperà di nuovo tra i due li perderà per sempre, oppure darà loro la quiete dell’anima?
 



“Quando lui mi fissò a sua volta, tutto si bloccò, eccetto i nostri piedi che si muovevano a ritmo di musica. Era come se stesse cercando qualcosa nei miei occhi. Tutto, il suo sguardo ombroso, i muscoli che sentivo sotto la sua camicia, il modo in cui sapevo che si muoveva quando faceva l’amore, tutto di lui mi attraeva”.

 
Penelope Douglas ha scritto un ottimo romanzo che tiene con il fiato sospeso fino all’ultima pagina e si lascia leggere velocemente grazie a uno stile conciso, diretto, fatto di dialoghi serrati e descrizioni mirate, brevi, precise; i pensieri dei protagonisti sono espressi quasi fossero frecce che trafiggono il lettore, facendogli scoprire la parte più nascosta della personalità di ogni personaggio.

La storia è composta da capitoli che alternano i punti d vista di Madoc e Fellon, espediente che rende il romanzo ancora più dinamico e coinvolgente.
Si tratta di un New Adult con scene d’amore e linguaggio espliciti. Su questo punto occorre soffermarsi un momento: alle volte, infatti, una parte di pubblico si lamenta poiché giudica eccessivo il ricorso a espressioni volgari, oppure a descrizioni molto dirette, “spinte”.
Nel romanzo di Penelope Douglas non ci sono volgarità, né eccessi. L’autrice ha, invece, tratteggiato con molto realismo la realtà degli adolescenti che stanno per entrare nell’età matura, le loro ansie, i dubbi, le paure, i traumi subiti, affrontando questioni importanti come il bullismo, gli abusi e la scoperta della sessualità.
Tale realismo presupponeva il ricorso a un certo tipo di linguaggio e alla descrizione di scene erotiche: evitarli avrebbe significato mutilare la storia e rinunciare a una parte importante dell’approfondimento psicologico dei personaggi che passa proprio attraverso lo scambio di battute, anche feroci, e l’erotismo.
Non c’è nulla di cui scandalizzarsi (a dire il vero siamo, ci piaccia o no, abituati a ben altro, ma questo è un altro discorso), anzi, Penelope Douglas dimostra una capacità di analisi notevole di situazioni ed emozioni.
“La mia meravigliosa rivincita” è il terzo romanzo della “Fall Away Series”, la quale conta cinque storie autoconclusive in cui, eccezion fatta per quella di cui si parla oggi, i protagonisti sono Jared e Tate, amici di Fellon e Madoc.
Jared e Tate hanno, stavolta, un ruolo appena più marginale, ma d’impatto. Il lettore, in teoria, proprio perché non si tratta di opere con un finale aperto, potrebbe leggereFr ogni capitolo della saga senza tenere conto della numerazione, benché il consiglio sia quello più ovvio, ovvero iniziare dal primo per seguire tutta l’evoluzione dei personaggi, oppure proprio dal terzo, vista la particolarità del cambio dei protagonisti.
“La mia meravigliosa rivincita” esprime la rivalsa sul passato, ma anche il desiderio di vendetta che cela, dietro di sé, il vero amore. Forse è proprio questa la rivincita più grande e meravigliosa: trovare l’anima gemella e non avere paura di esprimersi totalmente e di dichiarare i propri sentimenti, nonostante la cattiveria e le imposizioni del mondo, mostrandosi a lei senza i veli delle regole e dei pregiudizi, “nudi” di fronte all’altra persona che è completamento di sé.
 
 








Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...