venerdì 23 ottobre 2015

Recensioni: "IO NON TI CONOSCO" di S.J Watson





Genere: Giallo
Editore: Edizioni Piemme
Pagine: 447 
Prezzo: 9,99 €
Uscita: 8 Settembre 2015 











Sinossi 
Da quando sua sorella Kate è morta, aggredita a Parigi da uno sconosciuto, la vita di Julia Plummer non è più la stessa: la stabilità che si era conquistata è in pericolo, e lei sente il richiamo del suo vecchio insidioso nemico, l’alcol. L’unica persona con cui Julia può parlare di Kate è Anna, la coinquilina di Parigi, la persona che forse conosceva Kate meglio di tutti. È lei a confidarle una cosa che nessuno sa: Kate si divertiva a vivere mille vite. Andava on-line fingendosi una persona diversa ogni volta, conosceva uomini, li incontrava. Così, Julia non resiste alla tentazione e, usando le credenziali della sorella, decide di provarci anche lei, e vivere per una volta la vita, almeno quella virtuale, di Kate, per capire cosa può esserle successo. È così che, protetta dal nome falso di Jayne, Julia contatta Lukas, uno degli ultimi amanti di sua sorella. All’inizio, lo tratta con sospetto, poi pian piano tra i due nasce qualcosa che Julia scambia per amore. Finché, quando Lukas comincia a cambiare, Julia sarà costretta a domandarsi se le mani che adesso la toccano, con dolcezza ma anche con violenza, non siano le stesse che hanno fatto del male a sua sorella...




“Io non ti conosco” è il nuovo libro dell’autore di “Non ti addormentare”. Libro che conferma la sua grande capacità di tenere il lettore sulle spine, di costruire un giallo da cardiopalma, di confondere abilmente anche i lettori più esperti del genere.
Il giallo parte in sordina: Julia, la protagonista, ci appare come una donna quasi frustrata, madre adottiva del figlio della sorella Kate, con la quale ha rapporti a dir poco burrascosi. L’omicidio di Kate a Parigi porterà una decisa scossa alla tranquilla vita di Julia che, decisa a trovare risposte, raggiunge Anna, la coinquilina della sorella, per scoprire qualcosa in più di Kate.
Julia scopre così che sua sorella ha una doppia vita in quanto intratteneva rapporti con uomini conosciuti su internet. Convinta di avere una buona pista, Julia si sostituisce a lei e continua la sua indagine. A questo punto si entra nel giallo vero e proprio e qui si rischiano gli spoiler… quindi mi fermo.
Watson traccia la strada della soluzione lasciando cadere tra le mani dei lettori piccoli particolari con frustrante lentezza, ci porta anche a fare errori e passi indietro, illudendoci che le indagini di Julia siano perfette. Passo dopo passo ci rendiamo conto che i protagonisti di questa tela non sono quelli che sembrano. A questo punto, di chi fidarsi? A chi credere? Arriviamo al finale quasi incespicando sulle nostre stesse ipotesi per accorgerci di quanto siamo fuori strada perché le ultime pagine sono… non saprei come definirle: sorprendenti, destabilizzanti, inevitabili, perfetta conclusione di una storia degna dei veri amanti del thriller.
La storia, lo stile, i personaggi meriterebbero un voto massimo. Peccato che la traduzione abbia dei problemi con i congiuntivi, fenomeno che si sta ripetendo ormai troppo spesso e che abbatte la votazione finale. Senza voler fare polemiche, care case editrici, un po’ più di professionalità non guasta.




1 commento:

  1. L'ho terminato e recensito anch'io proprio in questi giorni! :) E' piaciuto anche a me anche se mi aspettavo qualcosina in più dal finale che, pur facendo luce sulla verità, lascia un pò in sospeso il lettore. A te è piaciuto anche il finale?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...