lunedì 9 novembre 2015

Recensione: "FEDELTÀ E FIDUCIA" di Tere Michaels






Genere: M/M
Editore: Triskel Edition
Pagine: 306
Prezzo Ebook: 4,49€
Uscita: 7 Agosto 2015









Sinossi
Sconvolto dalla recente morte della moglie, il detective Evan Cerelli cerca di occuparsi dei figli ma è ben consapevole di non riuscirci bene come vorrebbe. Era la moglie quella che li guidava e li cresceva, e l’uomo si trova ora schiacciato tra il dolore della perdita e la responsabilità pressante delle quattro giovani vite.
Spinto dai colleghi, Evan partecipa a una festa di pensionamento e incontra l’ex poliziotto Matt Haight, ora caduto in disgrazia e impiegato presso una ditta che si occupa di sicurezza. Un’amicizia fiorita all’ombra della solitudine e confortata dall’alcol si dimostra ciò di cui entrambi hanno bisogno.
L’ultimo anno ha rappresentato, per Matt Haight, una lenta agonia. Ostracizzato dagli amati colleghi, vicino alla mezza età e perennemente solo, Matt vede solo un buco nero dove invece dovrebbe esserci il suo futuro. Quando riconosce in Evan un’altra anima smarrita, alcuni dei pezzi che credeva perduti vanno invece al loro posto. La loro amicizia si trasforma in qualcosa di più profondo, ma l’amore è l’ultima cosa che i due si sarebbero aspettati, ed entrambi lottano per dare un senso a quello che provano l’uno per l’altro. 




Cosa succede quando tra due persone eterosessuali si prova attrazione fisica e sentimenti sempre più profondi verso una persona dello stesso sesso? Può l’affinità di due persone sole e tristi che si fanno compagnia a vicenda trasformarsi in amore? Come si può dimenticare l’unica donna mai amata nella vita, che ti ha dato quattro splendidi figli che te la ricordano ogni giorno, e accettare che l’amore ti spinga verso un uomo?

Tutto questo accade in questo romanzo struggente, edito Triskell, che mi ha toccato nel profondo con la scoperta e nascita dell’amore di due persone verso chi non avrebbero mai immaginato di poter amare, e con la paura di non venire per questo accettati, per colpa del lavoro, per l’imbarazzo che si potrebbe causare alla famiglia e per paura del giudizio del prossimo.

Evan è un poliziotto della buoncostume; rimasto vedovo e con quattro figli da crescere da solo, dopo un anno dalla morte della adorata moglie non è ancora riuscito ad elaborare il lutto e ad andare avanti. Non riesce nemmeno a dormire nel loro letto, e non passa notte che non la riveda in sogno: come si sopravvive ad un amore così profondo, quando si perde la persona amata?

Matt è un ex poliziotto costretto a dimettersi dopo avere denunciato un collega per corruzione; adesso lavora per una società di sorveglianza e ha come unico sfogo il passare da una conquista femminile all’altra. Non ha amici, fa un lavoro che odia e gli manca terribilmente il cameratismo del corpo di polizia. I due si conoscono ad una festa di pensionamento di un collega comune e subito riconoscono l’uno nell’altro un anima affine. Quella che si instaura tra loro è una bellissima amicizia che però sembra a tutti e due qualcosa di più. Ogni volta che si toccano e guardano sentono una specie di connessione intima che mai avrebbero potuto pensare di provare. Matt ed Evan sono la medicina che serve l’uno all’altro per poter rinascere.

Tutto il romanzo è permeato dalla passione che è sempre sul punto di scoppiare tra i due; entrambi non hanno esperienza con un uomo, non sanno da dove cominciare, per loro è un tornare adolescenti alle prime armi col sesso. Il loro approcciarsi al sesso mi ha fatto sorridere: sono dolcissimi insieme, ma anche passionali. Non aspettatevi però numeri da circo, non è che uno si sveglia all’improvviso gay e col manuale per le istruzioni! Mi è venuto naturale affezionarmi a loro: Matt è pronto a rischiare tutto per Evan e i suoi figli; Evan è terrorizzato dalla reazione che potrebbero avere i figli alla scoperta del legame che si sta instaurando, ma loro adorano Matt!

Mi piace che i personaggi di un libro continuino a vivere nei mie pensieri quando finisco di leggere la loro storia, è come se fossero degli amici conosciuti durante un viaggio che mi hanno spinto ad interrogarmi sul significato della parola “Amore”. Quanti tipi di amore ho conosciuto in vita mia? Tanti, diversi, ma nessuno meno importante di un altro: è amore quello che nutri per i tuoi genitori, fratelli/sorelle, figli. E’ amore quello per i tuoi amici. È amore quello che provi verso una persona senza la quale ti senti perso, che ti completa, che ti fa ridere ma non è un amico, che ti capisce e non è un famigliare e, se hai la fortuna di incontrarla, nessuno ha il diritto di dirti che non puoi provare questi sentimenti, che sia uomo o donna non ha importanza. Helena, collega di Evan, li coglie in flagrante durante un bacio mozzafiato e pensa una cosa bellissima su di loro: “Helena vide lo sguardo che si scambiarono ed era…bellissimo. L’unica parola in grado di descriverlo era quella. Era amore, passione e una preoccupazione così dolce che la spinse a chiedersi se loro si rendessero conto di quanto fossero adorabili.” Ecco! Helena mi ha tolto le parole di bocca! Questo libro è Amore in tutte le sue forme.

Non so se l’autrice scriverà ancora di Matt ed Evan, questo è il primo libro suo che leggo, e alcune situazioni non si sono chiarite alla fine del libro; più che altro mi preoccupano i nonni materni dei ragazzi che potrebbero rompere le uova nel paniere. E secondo me ci sarebbe ancora molto da raccontare sulle loro “prime volte” …







1 commento:

  1. Ci sono altri 5 libri.Il secondo a un altro protagonista (sempre vicino a loro due), 3,4,5,6 sulla loro vita.Spero che li traducano tutti.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...