martedì 15 dicembre 2015

Recensione: "IL MAESTRO D’ELEGANZA" di Cecilia Ryan.

 

Genere: M/M, Storico
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 60
Prezzo: € 3,57
Uscita: 13 Ottobre  2015








Sinossi:
Quando Beau Brummell, maestro d’eleganza di corte, incontra un bel soldato a un ballo pieno di gente che ha iniziato ad annoiarlo, ha in mente solo una breve relazione e l’opportunità di dimostrare che l’abito fa il monaco. Toby, però, si rivela essere non solo bellissimo, ma anche un amante gentile e generoso e Beau presto finisce con l’innamorarsene. Malgrado all'inizio abbia acconsentito ai piani di Beau per permettergli di divertirsi, il geloso Principe Reggente dà un ultimatum: Toby deve tornare in Francia o qualcuno rischierà l’accusa di tradimento. Sapendo che Toby non ha molte speranze di sopravvivere alla guerra, Beau inizia a sprofondare nella depressione e nei debiti. È sicuro che lui e Toby non si rivedranno mai più...


Questo delizioso racconto storico ha per protagonista una personaggio realmente esistito: George Bryan Brummell,meglio come conosciuto come Beau,che ha segnato la nascita del famoso movimento “dandy”. Lui è considerato infatti il primo dandy in assoluto, quello che ha rivoluzionato lo stile di abbigliamento e di vita degli  inglesi di sesso maschile tra la fine del 1700 e i primi anni del 1800, portando radicali innovazioni. A lui dobbiamo l'introduzione dei pantaloni lunghi e la consuetudine di cambiarsi una camicia al giorno! Il suo stile di vita è “meno leziosità,ma sempre stile e pulizia”! Non inorridite subito,ma all'epoca l'acqua veniva utilizzata molto poco per l'igiene personale! Per non parlare dell'uso delle parrucche incipriate e profumi per nascondere cattivi odori e capelli non propriamente tenuti....
Pensate allo scompiglio che questo personaggio ha portato in quell'epoca!
Il periodo storico non è tra i miei preferiti ma l'autrice mi ha incuriosito molto con la sua ricostruzione accurata,tanto che sono andata a leggermi qualche notizia reale su Beau. Assolutamente da leggere sono le note finali riportate dall'autrice. La Ryan ha voluto dare una sua versione della possibile vita tenuta da Beau in esilio in Francia e  ha creato un finale romantico e dolce per il nostro protagonista che ho trovato comunque molto plausibile. Leggete anche la divertentissima biografia di Cecilia, io sono morta dal ridere!
La storia narra della vita di Beau a corte, del suo modo di rivoluzionare i costumi del tempo, del suo rapporto di amore/odio con il viziato e geloso Reggente, della sua storia d'amore con il giovane soldato Toby, ma anche della sua amicizia con Lord Alvanley, un personaggio che ho amato molto e che resterà accanto a Beau per tutta la vita,anche nei momenti meno felici  e che gli darà la forza di andare avanti dopo la dura separazione dal suo amore. La sua amicizia e il suo affetto lo salveranno dalla depressione che rischiava di mettere fine prematuramente ai suoi giorni.
L'amore entra nella vita del protagonista a causa di una scommessa fatta tra Beau e il Reggente,di trasformare un trasandato soldato,ma molto intrigante agli occhi di Beau,in un dandy provetto! La scommessa viene  fatta da Beau per potersi avvicinare senza sospetti al giovane in uniforme, Toby, che ha notato ad un ricevimento. Dal primo istante in cui l'ha visto cercare di nascondersi e mimetizzarsi con la tappezzeria ne è rimasto folgorato, forse per i suoi arruffati capelli biondi,i suoi magnetici occhi azzurro grigi,la carnagione biancae per il fisico modellato dai campi di battaglia. Un particolare della descrizione del fisico di Toby mi ha colpito molto: sotto i vestiti nasconde molte cicatrici dovute agli scontri in combattimento e la loro descrizione è struggente perché mi ha ricordato che all'epoca si moriva molto facilmente e non solo sui campi di battaglia. L'epoca inoltre era ancor più difficile per chi era omosessuale: chi veniva scoperto, veniva spedito in galera e Beau non vuole che il Reggente capisca il suo interesse per il giovane che da subito lo ha affascinato.
Il racconto è  breve, si legge in un attimo ed è per questo che non voglio raccontarvi altro,ma è della giusta lunghezza per farvi vivere quest'epoca di cambiamento che di sicuro riuscirà ad affascinarvi senza annoiarvi, come ha fatto con me.
Voto complessivo tre stelle e due fiammelle per la passione.





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...