sabato 19 dicembre 2015

Recensione: "PURE REVENGE" di Anya M. Silver

cover anya


Genere: Dark Erotic m/f – m/m
Editore: Self Publisher
Pagine:
Prezzo: € 0.99
Uscita:  12 Luglio 2015










Sinossi:
Sibylle e Jay si ritroveranno faccia a faccia con due uomini che incarnano il loro passato e determineranno il loro futuro.Sibylle, giovane e bella cameriera dall’animo dolce e vulnerabile, in una fredda notte di novembre viene aggredita da uno sconosciuto. Un uomo misterioso correrà in suo aiuto, ma la ragazza è all’oscuro delle reali intenzioni del suo salvatore e
si renderà conto troppo tardi di essere caduta dalla padella alla brace.
Rev conduce una vita fatta di sangue e violenza; tormentato da un traumatico passato, vive per un unico scopo: la vendetta.
Sibylle, intrappolata in un incubo alla completa mercè di Rev, deciso a punirla per un motivo a lei ignoto, si ritroverà ben presto a fare i conti con un uomo ben più letale e sadico di quanto avesse mai potuto immaginare e comincerà a mettere in dubbio la sua stessa sanità mentale.Chi è davvero Rev? Quali sono le sue reali intenzioni? Perché la odia? Riuscirà ad uscirne viva?
Ma lui non è l’unico, incombente pericolo.
Insieme a Rev, anche un altro uomo, Kynk, è ritornato nella piccola cittadina del Wyoming dove vivono i due giovani, ed è intenzionato a mettere a soqquadro la vita di Jay, il migliore amico di Sibylle.I due ragazzi hanno alle spalle un passato fatto di dominazione e sottomissione, pericolo e attrazione.
Ma questa attrazione è pericolosa soltanto per il giovane e spensierato Jay? 

Un vero dark! Innanzi tutto se leggere di violenza fisica e psicologica vi mette in uno stato d'animo negativo, non avvicinatevi a questo libro né al genere. Inutile commentare che la violenza è gratuita o esagerata. Questo genere affonda le radici nel marcio che è insito in alcuni individui , non si nasconde dietro veloci dissolvenze cinematografiche ma sbatte sul muso del lettore ogni sfaccettatura, ogni particolare dell'azione violenta o no. Dietro ogni riga c'è un perché, c'è un personaggio che vive il suo personale girone infernale sia come vittima che come carnefice.
Qui le storie che si intrecciano sono due: la principale che riguarda Rev e Sybille e la secondaria di Kynk e Jay. Rev e Sybille sono legati da un destino comune e l’evoluzione della vicenda ce lo mostra in tutto e per tutto. La relazione che c'è tra i due affonda le radici in un lontano passato. Un rapporto cavaliere- dama che si trasforma in carnefice -vittima.
Come è possibile, direte? La dama ha tradito il suo cavaliere rendendolo un mendicante, solo il destino e la ferrea volontà di Rev lo hanno salvato da qualcosa di peggio che essere diventato un assassino. L'autrice ci porta a conoscere i pensieri più profondi  di Rev, le sfaccettature di un uomo in conflitto con se stesso , stretto tra il desiderio di una motivata vendetta e un sentimento che lo sta ammorbidendo. Lo spietato killer non è più così spietato. Bellissimo il continuo interagire dei due , il lavorio psicologico con cui Rev mina le sicurezze di Sybille portandola a dipendere da una sua parola, un suo sguardo. Ogni tanto la ragazza ha un moto d'orgoglio e di ribellione mossi da lunghi dialoghi interiori.
C’è qualcosa che non va in me, come è possibile che mi faccia
questo effetto? Dovrei provare repulsione, dovrei dibattermi e
scalciare. Dovrei urlargli in faccia tutta la mia rabbia per
l’umiliazione cocente ed invece … eccomi qui a sperare che lui
faccia esattamente ciò che ha detto.
 È alla ricerca di se stessa, comprende di essere pilotata ma quello che si sviluppa , anzi si cementa, tra lei e Rev è più forte di qualunque desiderio di fuga. Sono due personaggi complessi che si integrano perfettamente creando una suspense intensa.
Come ho detto questo libro è un dark e le scene di violenza sono ovviamente presenti ma perfettamente integrate nel contesto; in questo genere è fondamentale che il lato oscuro abbia un suo perché.
Dolore.
Piacere.
Un mix letale.
Il confine era così sottile ormai.
La stanza si riempì dei loro rantoli affannati, dei suoi gemiti, dei
ringhi terrificanti partoriti dalla gola di Rev. Lo schiocco secco
del suo membro aggressivo, prepotente, il tutto creò dei suoni
osceni che lei adorò, completamente in balìa delle sue sfrenate
emozioni.
« Mia» ruggì, trapanandola con ferocia.

Parallelamente scorre la vicenda MM che ha come protagonisti Kynk e Jay. Kynk è amico di Rev come Jay lo è di Sybille. Il caso ha voluto che, indipendentemente da questi legami,  i due fossero entrati in collisione un anno prima. Collisione è proprio il termine esatto: Jay è stato testimone di un omicidio di Kynk che, invece di eliminarlo lo ha tenuto con sé per una intensa, violenta e rivelatrice settimana.
«Scommetto che hai sognato questo momento tutti i giorni,
scommetto che non desideravi altro che il mio pisello esattamente
dove si trova adesso» gli disse ansimante senza mai smettere di
muovere i fianchi, o tanto meno di lasciare andare la testa di Jay.
Il ragazzo dagli gli occhi azzurri lo fissò dal basso con lussuria e
annuì, a quel gesto, Kynk perse completamente il controllo
afferrandogli i capelli anche con l’altra mano e sbattendolo
selvaggiamente.

Kynk è un Dom, Jay si rivela un perfetto sub. Le loro però non sono scene, sono momenti di vera violenza e dominazione a cui Jay pare incapace di sottrarsi fino a quando... non dico altro e, se volete sapere , dovrete leggere... ma il finale che ci propone Anya è pazzesco , assolutamente da “voglio  subito il seguito” e fa leva proprio su questa coppia, certamente non normale ma profondamente innamorata. Kynk e Jay però rifiutano l'idea stessa di poter provare dei sentimenti  e questo rifiuto li porta a scelte sbagliate,  che potrebbero rivelarsi definitive. Due anime veramente dannate che l'autrice analizza a fondo portandone a galla le  debolezze, perché essere grande e grosso non ti rende invincibile. Per sopravvivere in mezzo ai lupi non puoi amare, non puoi avere punti deboli, non puoi offrire la gola al nemico.

«Non doveva andare così, ho fatto di tutto per non arrivare a
questo. Non posso più... proteggerti».
Una leggera e improvvisa pressione sulle sue labbra, l’odore di
Kynk tutto intorno a lui.
Un bacio d’addio che finì troppo presto.

Resto in attesa …



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...