lunedì 18 gennaio 2016

Recensione: "IL SOTTILE GIOCO DELLA SEDUZIONE" di Tiziana Sibilla





Genere: Romance
Editore: Edizioni Epsil

Pagine: 228
Prezzo: €14,00
Uscita: 20 luglio 2015











Sinossi:
Londra. Giorni nostri. Giulia, fidanzata con Andrew da cinque anni, aspetta che la sua favola raggiunga l'happy ending con la proposta di matrimonio da parte del suo fidanzato. Ma questa tarda ad arrivare e Giulia pian piano scopre di non essere soddisfatta di un rapporto a cui ormai, probabilmente, si è troppo abituata. Inaspettatamente, proprio mentre le considerazioni sul suo rapporto con Andrew si fanno via via più grigie, l'arrivo di un nuovo vicino di casa diventa una realtà spiazzante per Giulia, la quale si troverà a scoprire un nuovo e sconosciuto lato di sé, forse semplicemente latente, che la porterà a essere una Giulia diversa e a intraprendere un gioco del tutto ignoto... il sottile gioco della seduzione... 


L'autrice:
Nata a Taranto 42 anni fa, Tiziana Sibilla è laureata in Scienze del mare ma attualmente lavora presso uno studio di rappresentanza, occupandosi di progettazione. Oltre a coltivare da sempre la passione per la scrittura, recita in una compagnia teatrale locale. 



Il sottile gioco della seduzione è un romanzo piacevole per chi ama il genere. Un erotico con molte descrizioni di scene bollenti tra due bei ragazzi 
Lei è una biondina, minuta e dolce; lui, invece, è alto e moro, dal fisico possente. Il gioco di sguardi dalla finestra sfocia in incontri da amici con benefits’ fino a quando l’amore non prende il sopravvento. 
La protagonista è Giulia, che personalmente non mi lascia niente. Non ha una personalità forte che mi attrae e mi fa pensare ‘Accidenti, che donna!”. Ha sempre molti dubbi anche dopo che prende la decisione più importante della sua vita per imbarcarsi in un’avventura che la porterà su, sempre più in alto, fino a toccare il cielo con un dito.  
Il suo ragazzo si chiama Andrew che, per quanto mi riguarda, appartiene alla categoria ‘Lontano da me!’, proprio perché non ha molto da dare come persona e come fidanzato. Non mi è piaciuto all’inizio del romanzo e nemmeno alla fine. 
Il bad boy della situazione è un fotografo che lavora quotidianamente con belle donne che gli cadono ai piedi, eppure trova in una ragazza qualsiasi la donna dei suoi sogni.  

Sebbene il romanzo si legga facilmente, la trama è alquanto ripetitiva. L’ho trovata ingenua e ancora immatura con alcuni punti che meritavano di essere sviluppati e non solo buttati lì, quasi a riempire un vuoto. In aggiunta trovo che alcune situazioni siano al limite di un romanticismo forzato. 









Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...