martedì 5 gennaio 2016

Recensione: "LA TORMENTA" di Adele Vieri Castellano







Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 
Prezzo ebook:
Uscita ebook: 10 Dicembre 2015







Le montagne d’Abruzzo sono molto distanti da quelle del Colorado, ma è esattamente lì che vuole andare Lucas V. Forrester, proprietario di una catena di resort di lusso. Il suo obiettivo è restaurare il borgo da cui è partito il bisnonno, ai primi del ‘900, la sua speranza è quella di dimenticare l’incidente che gli ha cambiato la vita. Ma come sempre quest’ultima riserva sorprese inaspettate, soprattutto se ci si mette di mezzo una tormenta di neve che spazza via ciò che dell’amore e delle donne ha sempre pensato e quando la nevicata sarà finita, dovrà capire quanto può fidarsi dei propri sentimenti…



L'autrice:
Adele Vieri Castellano ha pubblicato per Leggereditore il suo primo romanzo storico, Roma 40 d.C. Destino d’Amore, dopo aver vinto il concorso di racconti indetto dalla stessa casa editrice nel 2011. Un successo seguito da Roma 42 d.C. Cuore Nemico (2012) Roma 39 d.C., Marco Quinto Rufo (2013), Il Gioco dell’Inganno (2013), ambientato a Venezia nel 1796 e Il Canto del Deserto (2015), ambientato in Egitto nel 1871.
In self-publishing ha pubblicato una raccolta di racconti storici La Legge del Lupo e altre Storie.
Con EmmaBooks, editore femminile digitale, ha pubblicato un Romantic Suspense nel giugno del 2014, Implacabile, il primo libro della serie Legio Patria Nostra (in cartaceo in self-publishing).
Un suo racconto contemporaneo è nelle antologie Gli uomini preferiscono le befane e Voci a Matera, sempre di EmmaBooks.
Nel luglio 2015 in self.publishing è uscita una novella della serie Roma Caput Mundi dal titolo Roma 46 d.C. Vendetta.
La Tormenta è la sua prima novella di ambientazione natalizia.




Parlare di neve vi fa sentire congelate? Il freddo si insinua nelle ossa? Be’, ho la soluzione: leggete la novella di Adele Vieri Castellano, che si intitola appunto “La Tormenta”, e le sue parole vi scalderanno il cuore… e non solo!
Il racconto, ambientato in un italianissimo Gran Sasso, si apre con una bufera di neve che unisce due cuori tormentati, ne sprigiona il calore e li fa rinascere.
Lucas, americano con origini abruzzesi, bello, ricco, sportivo, a causa di imperizia altrui perde per sempre la possibilità di vivere immerso nel bianco delle montagne: la sua casa, il suo paradiso, la sua vita.
Silvia ha subito una dolorosa perdita quattro anni prima, la sera della vigilia di Natale, e questo evento l’ha segnata profondamente, chiudendola al mondo.
Due anime tormentate, come ho detto, che hanno perso interesse nella vita e nell’amore, si sono inaridite, sono diventate di ghiaccio. Il caso la gioca da padrone: un incidente, la neve, un possibile congelamento, faranno incontrare e scontrare i due, li riporteranno in vita.
Non vi do altri dettagli sulla storia, ma una cosa va sottolineata: Adele, oltre alla ormai assodata bravura nel costruire trame e situazioni totalmente coinvolgenti, personaggi completi e invidiabili, questa volta ha fatto di più, costruendo una atmosfera bollente, sensuale ed estremamente erotica.
Tanto erotica che il desiderio di poter assaggiare anche noi lettrici quel pezzo di marcantonio di Lucas è reale. Chi non vorrebbe circondarlo tra le braccia e dirgli che quella dannata cicatrice lo rende solo più nostro? O che il suo accento americano aggiunge sensualità a ogni sua parola?
Questa storia vi terrà dolcemente in compagnia e, in attesa che l’autrice riemerga dall’Egitto con un altro capitolo sui legionari romani, non perdetevi la sorpresa nascosta in questo volume: tre giovanottoni che sono, sì, legionari… ma nostri contemporanei. Grazie Adele, sai quanto li amo!




1 commento:

  1. Grazie a tutto il blog, sia per la recensione sia per le immagini, sempre bellissime!! Ragazze, siete fantastiche! Buon lavoro e... buona Befana a tutte!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...