martedì 22 marzo 2016

Recensione: "CRUDELE COME IL SOLE" di Christiana V.








Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Self Publishing
Pagine: 322
Prezzo ebook:  € 1.99
Prezzo cartaceo: € 12,00
Uscita:  21 Marzo 2016
 








Credeva di poter ottenere tutto...
Rampollo di una ricca famiglia milanese e proprietario dell'azienda Prism Light, Jacopo Maria Ferrante è un uomo arrogante e ambizioso. Nella vita non ha mai dovuto conquistare nulla ma ora combatterà per realizzare la sua vendetta. 

...ma la sua anima non era in vendita
Quando Clizia Diamare scopre l'esoso debito contratto dal padre non immagina il prezzo del riscatto: per un anno sarà proprietà esclusiva di Jacopo, in ufficio e tra le lenzuola.

Per preservare la gemella Elettra e salvare la pasticceria di famiglia e i suoi dipendenti, Clizia sarà costretta a trasferirsi a Milano alle dipendenze di un uomo che disprezza. Niente, però, può prepararla all'insana passione che la invade e che poco a poco si trasforma in un sentimento pericoloso e complesso. 

La resa spesso è una vittoria
Un uomo difficile, una donna risoluta, una vendetta da consumare, un contratto da onorare. Perché amore e odio sono due facce della stessa medaglia.

 

Estratto:
«Maledetto bastardo, con chi crede di parlare?» sibilò Clizia.
Jacopo la guardò senza battere ciglio, per nulla impressionato dalla sua reazione. 
«Con chi mi deve un milione di euro e non si trova nella posizione di avanzare pretese» affermò senza il minimo scrupolo per la clausola che l'aveva fatta imbestialire.


Booktrailer:




L'autrice:
Christiana V, pseudonimo di Cristiana Verazzo, classe 1972, nasce ad Albenga e vive ad Aversa in provincia di Caserta.  Sposata e madre di un bambino autistico di 11 anni, ha trovato nella scrittura la giusta valvola di sfogo per i propri eccessi emotivi. Nasce così nel 2011 l'urban fantasy Il Sigillo di Ametista, seguito nel 2012 dalla seconda parte della saga dei mezzoumani L'Enigma dell'Opale. Nel maggio 2014 esce Blood Catcher, un paranormal erotico di grande successo. Ha partecipato all'antologia urban fantasy Elements Tales con il racconto Soffio Vitale; all'antologia Donne Speciali con Fantasiosa; all'antologia 365 giorni d'Amore con La mia luce; all'antologia 365 giorni sotto l'ombrellone con Viaggio di una conchiglia; all'antologia romantic suspence Senza Fiato con Alla conquista di te; all'antologia EWWA Dopo carosello tutte a nanna con La scatola delle meraviglie e a quella ITALIA. TERRA D'AMORI, ARTE E SAPORI con La Janara (la paura fa novanta). Numerose le partecipazioni in gruppi, forum e blog con racconti.
Di prossima pubblicazione un romance contemporaneo dal titolo Crudele come il sole.




La vita è una mano di poker. Si può decidere di giocare la partita o di lasciarla, di alzare la posta o fare all-in. Il risultato? Non si vince sempre. A volte si soffre. Altre volte…

Puntare (bet)
Jacopo Maria Ferrante è un giocatore esperto, è furbo, è acuto, è previdente. Al tavolo rischia, ma mai senza aver studiato l’avversario. Lui analizza, sviscera, cerca scappatoie, individua brecce, bluffa, e vince. Nel lavoro, lui vince. E nella vita? Il lavoro è la sua vita, niente di più, niente di meno. Ha soldi, ha iniziativa, ma soprattutto ha potere.  
È vita, questa? Forse. In Jacopo è subentrata una certa stanchezza che avvince chi ha tutto, forse troppo, e non sa più cosa significhi sentire il fuoco dentro, quella pulsione irrefrenabile alla conquista.
Eppure qualcosa turba il suo equilibrio, stuzzica il predatore che in lui, lo fa uscire da una tana troppo comoda. No, non è una donna. È la sfida, la vendetta.
Clizia è solo il mezzo per ottenere la rivalsa… finché l’obiettivo del gioco non cambia.

Passare (check)
Clizia Diamare è una donna, non una bambina. 
Attraente, grintosa, leale, la bella napoletana è una pantera: graffiante, silenziosa, letale. Quando Jacopo incrocia i suoi occhi ha la certezza che Clizia può essere osteggiata, minacciata, spaventata ma non piegata, perché lei possiede qualcosa che a lui manca: ha dei valori, ha una famiglia, ha dei sentimenti. Ha la mano migliore.

Vedere (call)
Jacopo sfodera l’artiglieria pesante.
Clizia non abbandona il tavolo.
La sfida inizia, ed è sensuale e morbosa come un tango. Appassionante, senza esclusione di colpi, senza pause. Un avanzare e un ritrarsi, un colpire dove fa male, dove toglie il fiato, per poi tornare avvinti a volteggiare al ritmo di una musica ossessiva, opprimente, ipnotica.
Sul piatto c’è in gioco il futuro di Clizia, della sua famiglia, della sua attività. No, non è questo l’ordine giusto, perché la sua famiglia e i suoi dipendenti vengono prima di lei. Ma la responsabilità non la soffoca, la motiva.
La partita si fa spietata.

Rilanciare (raise)
Riconoscersi nell’avversario è pericoloso, la stima e il rispetto possono diventare una trappola. 
Vincere non basta, soprattutto quando il premio non è più sul velluto verde ma al di là del tavolo.
Jacopo inizia a desiderare ciò che non può avere. Rilancia.

Lasciare (fold)
Se la mano non cambia, non c’è speranza di vittoria.
Nella partita della vita gli errori si pagano. Sempre.

All-in?
Jacopo e Clizia punteranno tutto? Sta a voi scoprirlo, sta a voi sedervi al tavolo accanto a loro.
Giocate con i protagonisti di questa storia una pagina dopo l’altra e sentite; sentite l’adrenalina nelle vene a ogni mano, stringete forte il reader o la vostra copia cartacea quando avrete bisogno di aggrapparvi a qualcosa per resistere alla paura di perdere, gioite delle piccole vittorie ma non abbassate la guardia: Christiana V è un mazziere inclemente, spietato, imprevedibile. Non vi lascerà la possibilità di anticipare la prossima carta, di scoprire se rappresenterà la fine o l’inizio, se permetterà a Jacopo e Clizia di rilanciare o li costringerà a lasciare.
Non arrendetevi.
Voltate le pagine e fate attenzione a ogni parola, ascoltate ogni sussurro del cuore, fate vostri
desideri e speranze.
Rallegratevi per i periodi armoniosi, per una scrittura  solida e uno stile preciso e avvolgente.
Sorridete a un intreccio ben costruito e gestito, a una caratterizzazione dei personaggi profonda ed equilibrata.
Amate i protagonisti di “Crudele come il sole” con i loro punti di forza e le loro debolezze, imparate a conoscere gli ambienti in cui si muovono, a scoprire cosa significa sentire il sole di Napoli scaldarvi la pelle, l’umidità di Milano penetrarvi le ossa. Lasciatevi ammaliare dai sapori della nostra Italia, dalle tradizioni, dai contrasti di una terra che si incarnano nei caratteri dei protagonisti, figli dei loro mondi di appartenenza prima che delle loro famiglie.
Leggete, non smettete fino a che non troverete la parola “Fine”, e poi tornate qui e ditemi se ho sbagliato quando vi ho parlato di un romanzo corretto, di protagonisti vividi e reali, di sentimenti intensi. Ditemi se vi ho mentito quando vi ho descritto una penna elegante, l’opera di un’autrice capace e preparata. Vi sfido.
Siete pronti a battervi con me? Gioco per vincere.
ALL-IN!







3 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...