venerdì 25 marzo 2016

Recensione: "APPARENTI SUICIDI" di Stuart McBride.



Uno dei migliori autori di thriller in circolazione
N°1 in Inghilterra



Genere: Thriller
Editore: Newton Compton
Pagine: 192
Prezzo: € 9,90 - € 4,99 ebook
Uscita:  26 Novembre 2015







Sinossi:

Non è sempre vero che a Natale siamo tutti più buoni.
Nella cittadina di Oldcastle la tranquilla e festosa atmosfera natalizia viene turbata da crimini e cattive azioni di ogni genere. Omicidi, tradimenti, spaccio, ricatti sessuali: sembra proprio che a Oldcastle tutti abbiano degli scheletri nell’armadio. Billy Partridge, ad esempio, è nei guai e per uscirne non ha altra scelta che tentare un colpo in un appartamento, ma le cose non vanno esattamente come previsto; Philippe è uno chef rinomato, con un pessimo carattere e dei coltelli molto affilati che lo rendono decisamente pericoloso; il signor Unwin, impresario funebre, sa come esercitare la sua arte anche per risolvere problemi personali; il giovane Brian, spacciatore alle prime armi, sta per scoprire che la vita di un trafficante di droga può riservare macabre sorprese; e Lord Peter Forsyth-Leven, membro del parlamento scozzese, imparerà a sue spese che avere tutto significa semplicemente che si ha molto da perdere… Dodici storie legate da un filo rosso-sangue come in un unico intreccio criminoso, dodici racconti al cardiopalmo permeati da quell’umorismo nero che distingue la penna di MacBride, non a caso uno dei più acclamati scrittori di thriller del mondo.











Questo libro, mi ha incuriosito fin dall’inizio, la trama era molto promettente, e come già accaduto in passato con la Newton Compton Editori, alla fine mi ha travolto totalmente. (Posso confessarvi di essermelo divorato in poco più di due ore d’intensa lettura).
Trattasi di una raccolta di racconti a tinta noir, in cui il Natale e la sua atmosfera la fanno da padrone. Seppur differenti tra di loro, l’autore è stato in grado a mio giudizio, di creare un fil rouge che ha unito le vicende di tutti i protagonisti. Non ho una particolare preferenza per uno dei racconti, ma resta indubbio che alcuni tra di essi hanno totalmente rapito la mia attenzione di lettrice.

"L’atmosfera era rovinata, ma il dipinto lo chiamava ancora a sé, come se si fosse insinuato direttamente nel suo flusso sanguigno: come la prima canna della giornata, o una spada nel braccio."
(cit. dal racconto, nr.1 ll ladro e l’albero di pere). 

Le tematiche trattate sono differenti, ma tutte velano una nota dark che rende il natale della cittadina descritta nel romanzo, decisamente diverso.

"Mentre le luci di Natale scintillavano tutto intorno a lui, e le lampadine esplodevano sotto le sue dita, graffiandogli la pelle e rendendola scivolosa per il sangue, continuò a roteare e a lottare." 

Da annoverare Hotline, racconto che richiama parecchio le atmosfere cupe e diaboliche della serie televisiva Twin Peaks.

"Senti io, per questo mese sono a posto: perché non ti metti un po’ tu alla mia postazione?"  "Sii Sexy Sadie, per un po’. Sono soldi facili."

"E’ stato un pensiero stupido, non poteva essere lui. Suo padre non chiamerebbe mai una linea erotica ... non quando sua madre è distesa in una bara in attesa, di essere sepolta."

Altrettanto intrigante, è il racconto nr. 9 La Ballerina. Ambientato nello squallido night club, Silver Lady.

"Oh sì a nervo piacerebbe essere quel palo. Se solo avesse i soldi per una lap dance privata."

Consiglio dunque vivamente a chi ama il genere thriller questa raccolta di racconti da leggere tutto d’un fiato. Umorismo nero, stile british che tiene incollato alle pagine, spinti dal desiderio di conoscere l’esito finale di ciascuna nera novella. Non perdetevi "L’assalto della vigilia", che riassume perfettamente a mio parere, il senso dell’intero libro.

"Il mondo rallenta. Ogni singolo dettaglio diventa nitido e tagliente come la lama di un coltello."

Nota bene: non perdete d’occhio il personaggio centrale di Dillon Black. Atmosfere appena accennate, ma di grande effetto. Scrittura attenta e davvero lodevole.












2 commenti:

  1. Non sono una appassionata di questo genere, ma questo libro mi intriga molto! Lo leggerò sicuramente! :)

    RispondiElimina
  2. Leggendo la trama non avevo capito fossero dei racconti distinti, in ogni caso dopo la tua recensione mi incuriosisce ancora di più!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...