martedì 1 marzo 2016

Recensione: "LIBERTÀ" di Jay Kirkpatrick.









Genere: M/M, Fantascienza
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 213
Uscita: 19 Gennaio 2016
Prezzo: € 6.40 (e-book)











Sinossi:


In una Terra futura, Patrick Harvey, promosso di recente a Empath di Prima Classe, sogna l’indipendenza che la sua posizione comporta e l’appartamento per cui sta risparmiando. Il suo primo incarico autonomo prevede che si occupi di John Doe 439, un uomo ritrovato fuori città, percosso, traumatizzato e in apparenza muto. Nonostante un tabù impedisca agli Empath di intraprendere relazioni romantiche, Patrick capisce di provare una forte attrazione per il suo paziente. Presto scopre che l’uomo è un Talento Psichico di alto livello che si chiama Jac, a cui persone violente stanno dando la caccia per i suoi doni, e il semplice mondo di Patrick va in pezzi. Jac deve riunirsi con i suoi compagni di fuga e lasciare la città prima che altri riescano a trovarlo, ma potrebbe essere troppo tardi. Le voci sui suoi talenti sono giunte fino al Governo Centrale di Chicago. Se Jac vuole mantenere la sua libertà, deve scappare subito. E se Patrick desidera esplorare una relazione che la società gli vuole impedire, dovrà scambiare le comode catene del suo lavoro con l’incertezza della libertà.











SORPRESA! La prima parola che mi viene in mente ripensando a questo libro,che ho letteralmente divorato, è proprio la parola SORPRESA. La sinossi parlava di un'ambientazione distopica, di un futuro post apocalittico non ben precisato, ma l'ambientazione è stata decisamente surclassata dai sentimenti che provano tutti i personaggi che fanno la loro comparsa nel romanzo. Ecco la sorpresa di cui vi parlavo:i sentimenti. Ero pronta a leggere l'ennesima storia di come l'umanità stia cercando di riprendersi dall'ennesimo cataclisma scagliatosi sulla terra a causa della stupidità dell'uomo, ma mi sbagliavo. La voce narrante è espressa con un mix di terza e prima persona che svela il punto di vista dei personaggi che, a mano a mano che il testo scorre, aumentano di numero. Voci che mi hanno parlato direttamente....non prendetemi per pazza! Uno stile particolare che potrebbe anche non essere apprezzato,ma che secondo me serve a farci entrare ancora di più nella mente dei personaggi,specialmente in quella di uno di quelli principali:Jac. Parlarvi troppo di Jac, ritrovato agonizzate nel deserto di New Las Vegas, ferito gravemente, senza memoria, isterico e violento verso se stesso ma mai verso gli altri e non in grado di comunicare, potrebbe rovinare la lettura del romanzo. Jac è unico. Mi ha affascinato subito. Non riuscivo a staccarmi dalla lettura perché volevo sapere tutto di lui. La sua sofferenza sia fisica che mentale mi ha angosciato, ma anche toccato nel profondo. Comprendere i percorsi della sua mente è stato affascinante e la sua dolcezza mi ha spezzato il cuore. Anche Patrick( Paddy) mi ha colpito subito. Patrick è un Epath, una persona con un Talento che deve utilizzare per rendersi utile in questo mondo post apocalittico, indagando nella mente delle persone per tutelare la società da possibili pericoli. Il talento di Paddy è l'empatia con l'aggiunta di un po' di telepatia e viene incaricato di interagire con Jac per scoprire cosa gli sia successo, chi sia, da dove venga e soprattutto se possieda o meno dei Talenti psichici. La sua solitudine, il suo seguire rigidamente la regola principale di non provare sentimenti verso nessuno e di non poter toccare il nessuno per non disturbare il suo Talento mi ha colpito molto. Jac metterà in discussione tutto ciò in cui è stato portato a credere e la sua sofferenza fisica lo farà riflettere: 

Il sollievo che prova all’arrivo del semplice analgesico mi rende umile. È facile dimenticare il potere opprimente del puro dolore fisico. Guardandolo mentre prende le tre pastiglie, lentamente e con prudenza, mi dico che non dimenticherò questa lezione. Non si può guarire la mente di una persona se il corpo prova dolore senza ricevere alcun sollievo.

Vederlo poi interagire con il suo amico,fratello,compagno,qualche volta amante Rob per cercare di riportalo indietro da un coma profondo in cui si è rifugiato, sarà il colpo di grazia per la sua anima: 
Rimaniamo fianco a fianco, gli sguardi abbassati sul letto per quelle che sembrano delle ore. Non ho idea di quanto tempo sia trascorso in realtà. Penso alla quantità d’amore necessaria perché una persona rischi la propria sanità mentale pur di cercare di salvare un amico, e rifletto che io non possiedo niente di nemmeno remotamente simile nella mia vita. I due uomini sul letto sembrano non possedere nulla, eppure hanno più di quasi tutte le persone che conosco. Persino quando uno dei due si trova in coma. Non è un pensiero incoraggiante.

Anche Rob ci mette del suo per destabilizzare Paddy: 

Leggere le sue emozioni mi ha fatto sentire... umile. Paura, sì, ma niente di paragonabile alla paura che aveva invaso Jac nei primi giorni. Dolore, un enorme dolore, e della rabbia rivolta a nessuno in particolare.

Paddy comincia a provare tutti i sentimenti che gli hanno insegnato a reprimere,compresa la gelosia. Vorrebbe tenere Jac tutto per sé e vederlo con Rob gli scatena questo sentimento per lui sconosciuto, dato che è entrato nel sistema a quattordici anni,quando il suo Talento è stato scoperto e testato e che lo ha reso un membro utile e rispettabile della sua società, permettendogli di sopravvivere dignitosamente. Un romanzo molto particolare che parla di libertà,del voler sfuggire da una società che vuole uniformare gli individui, insegnando loro a non provare sentimenti verso il prossimo, dove il bianco è il colore della paura e dove gli individui che non vogliono adeguarsi vengono abbandonati a loro stessi e a morire nelle terre selvagge. Chi aspetta di sapere come si è arrivati alla nascita di questa società forse rimarrà deluso. Infatti, non ci sono spiegazioni del come e perché sia avvenuto lo Scoppio che ha dato origine a questo futuro post apocalittico. Anche se vi aspettate una classica storia d'amore sarete delusi: non è un romance e non ci sono scene di sesso perché non sono necessarie in questo meraviglioso romanzo! LIBERTA' è qualcosa di più,va oltre i canoni di classificazione classici ed è uno dei pochi casi in cui mi è dispiaciuto che fosse autoconclusivo. Per capirlo appieno questo romanzo leggete attentamente le prime righe lasciate dall'autore. 





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...