venerdì 11 marzo 2016

Recensione: "QUELLO CHE TI RENDE SPECIALE" di Marci Lyn Curtis.








Genere: Young Adult
Editore: Fabbri Editore
Pagine: 224
Prezzo:  € 5,99 (ebook) € 13.60
Uscita:  28 gennaio 2016








Sinossi: 

Maggie Sanders ha diciassette anni, un’ironia tagliente e un pessimo carattere. Ma in effetti ha delle buone ragioni per essere arrabbiata con il mondo: una malattia l’ha da poco resa cieca e l’ha costretta ad abbandonare la sua più grande passione, lo sport. Da quel momento tutto è cambiato. Ha cominciato a frequentare una scuola in cui si sente fuori luogo, il rapporto con i genitori si è raffreddato, le amiche sono sparite. E, come se non bastasse, le è stato affibbiato un assistente sociale che tiene sotto controllo i suoi voti e la sua condotta. È proprio nel suo ufficio, però, che conosce Ben, dieci anni e un’intelligenza fuori dal comune. Un incontro sconvolgente che cambierà la sua vita. Perché Maggie riesce a vedere lui e tutto ciò che lo circonda. Ma anche perché, grazie a Ben, capirà finalmente che oltre allo sport ci sono molte cose che la rendono speciale. Come la musica dei Loose Cannons, band emergente che la conforta nei momenti più difficili, e il loro magnetico cantante Mason Milton, il ragazzo dei suoi sogni... Aiutata da Ben, Maggie si impegnerà con tutte le forze per scoprire dove si terrà il prossimo concerto del gruppo e, soprattutto, per capire come mai quando è con lui è in grado di vedere. Le risposte alle sue domande, però, si riveleranno molto diverse da quelle che si aspettava. E per non perdere ciò per cui ha faticosamente lottato, Maggie dovrà trovare il coraggio di affrontare la realtà. Che non è mai quella che sembra.










Buongiorno Insaziabili!
Quanto mi è piaciuto questo romanzo!!
Sono così contenta di parlarvi di questo esordio: Quello che ti rende speciale di Merci Lyn Curtis edito da Fabbri Editori.
Non è mai facile farvi capire di cosa parla un libro senza spoilerare, allora, voglio provare con un approccio un po' diverso.
Chiudete gli occhi, teneteli chiusi ed immaginate che la vostra vita, da un momento all'altro sia per sempre così. Non è buio quello che vedete o che non vedete, dipende dai punti di vista; quello è il NIENTE.

Fatemi felice e provate seriamente.
Provate a concentrarvi su quella sensazione di non poter più vedere i colori, il mare, il tramonto o l'alba o gli occhi di quel ragazzo che vi piace tanto o addirittura del vostro ragazzo. Vi aspetta solo il vuoto. Non per un'ora, non per due giorni ma per sempre. Non saprete mai come vi sta quel vestito che vi sembra così morbido ma del quale non potete capirne le fattezze. 
I capelli poi? Sono in ordine? 
Le scarpe si abbinano alla maglia o alla borsa? 
Riaprite gli occhi, fate un respiro ma non respingete i sentimenti che avete provato e portateli con voi durante la lettura di questo romanzo. 
Capirete il perché. 
Maggie ha diciassette anni, è completamente ed inesorabilmente cieca da sei mesi a causa di una meningite batterica.
Non potrà vedere mai più! 
Lo sapete che giocava a calcio? Aveva una vita intensa e ricca. 
Ora cos'ha? 
Molte di voi penseranno, giustamente, che sia meglio essere cieche che essere morte. Forse per Maggie non è proprio il primo pensiero. 
Io credo fermamente che potrei impazzire dal dolore che tale consapevolezza e tale situazione mi procurerebbe.
Maggie però, si accorge che un piccolo bambino, tutto denti, di dieci anni le permette di vedere. Avete capito bene, lei vicino a Ben vede, sfocato, con un campo visivo limitato ma vede. 
Com'è possibile? 
Non è che posso rivelarvi tutto... 
Ed è così che vede Mason, è così che lo riconosce come il cantante del suo gruppo preferito. 
Mason è bello, ostile e sembra percepire qualcosa. 
Non crede che Maggie sia cieca, si accorge di quei piccoli gesti che un cieco non compirebbe. 
Meg però è davvero cieca e, come può spiegare un fatto così incomprensibile perfino per lei? 
Questo è il primo romanzo che leggo dove ho provato un amore infinito per un ragazzino anziché per il super belloccio di turno, nonché suo fratello: Mason. 
Già Mason e Ben sono fratelli. 
E' così che Maggie scopre Mason. 
Ben è unico, ha un cuore immenso ed è molto più maturo dei suoi dieci anni. È sempre felice nonostante la sua malattia e l’invalidità. Come lo definisce la nostra protagonista, lui è: “l'Amministratore delegato dell'Associazione nazionale dei lettori di enciclopedie (esclusa la lettera Q), il Presidente del Dipartimento per il sorriso tutto denti, il grande capo del Partito che faceva vincere i ragazzi sovrappeso” ma, soprattutto, “lui era una lampadina che emetteva la luce fioca dell'alba” permettendo a Maggie di vedere.
Maggie cerca Ben all'inizio solo per tornare a vedere, ma poi il carattere solare e schietto del piccoletto la cattura, la travolge e la cambia. 
Si renderà conto che tutti l'hanno abbandonata e che lei ha abbandonato tutti. 
In famiglia poi, le cose sono messe anche peggio e la nuova scuola per non vedenti è insopportabile. Commiserazione del niente, questa è la sua vita. 
La luce che Ben sembra emanare però è tanto inconcepibile come no. 
Maggie non si affanna a capire perché in sua presenza veda. Ci rinuncia e si rassegna alla magia.
Ma, un motivo c'è. 
Non sarà una scoperta facile. 
Sarà proprio allora che arriverà quella risposta a lungo cercata, a quello sconosciuto “perché”.
“Perché vedo Ben? Perché lui illumina la mia vita?”
Il passato si mischierà con il presente e con un futuro incerto. I contorni si faranno inconsistenti e, tutto il mondo della nostra tenace protagonista si disgregherà. Proprio quel mondo che era diventato un rifugio dentro il quale nascondersi.
Amici vecchi, amici nuovi, la cecità, il calcio e soprattutto la musica porteranno Maggie a capire, ad essere consapevole di questa nuova condizione e l'avvicineranno ad un amore dal quale non potrebbe mai scappare.
Il basso diventa alto, il tutto niente e viceversa ed una nuova vita si farà lentamente strada. 
Succede spesso, proprio quando tutto crolla, quando tutto si complica e proprio quando l'ennesimo errore si rivela essere il più grave e decisivo, l'ordine universale delle cose rimette tutto al suo posto, portando la verità nuda e cruda.
Una verità che apre gli occhi anche quando non possono vedere, perché sono gli occhi del cuore. Questa verità si scaglierà sulla vita di Maggie come un fulmine a ciel sereno ed allora la domanda non sarà più “perché?”, anzi non ci saranno altre domande e l'unica cosa che conta non sarà più tornare a vedere. 
Mason. 
Ben. 
Papà.
Mamma.
Clarissa... 
Cosa rende speciale Maggie?Cosa rende speciale tutti noi?
Tutte noi abbiamo qualcosa di speciale, sempre e comunque, anche quando tutto sembra andare in pezzi. Abbiate fiducia in voi stesse e nella vita.






2 commenti:

  1. Ne parlate tutti così bene che anch'io l'ho inserito nei miei Maybes :D

    RispondiElimina
  2. Che bella recensione, complimenti mi hai trasmesso molte emozioni! Come non posso non leggere questo libro, dopo aver letto questa recensione?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...