martedì 22 marzo 2016

Recensione: "UNA SCELTA IMPOSSIBILE" di Susan Elizabeth Phillips.








Genere: Romance
Editore: Leggereditore
Pagine: 352
Prezzo: € 4,99 ebook - € 14,90
Uscita:  18 Febbraio - 24 Marzo 2016








Sinossi:

Lucy Jorik è la figlia di un ex presidente degli Stati Uniti. Meg Koranda è la sua migliore amica. Una di loro sta per sposare l’irresistibile Ted Beaudine, ma l’altra è determinata a fare di tutto perché ciò non avvenga...











Buongiorno insaziabili! 
Devo dire che ultimamente sono molto fortunata, i libri che leggo sono tutti coinvolgenti e ben scritti.
Nel caso di oggi, mi basta pronunciare il nome dell'autrice per farvi capire che è scontato che si tratti di un libro di qualità: Susan Elizabeth Phillips con il suo ultimo romanzo, Una scelta impossibile, tradotto in Italia dalla Leggereditore.
Ho scoperto essere il sesto libro della serie Wynette e mi sono chiesta perché iniziare una serie dal sesto ma, credo che l'editore abbia avuto i suoi buoni motivi per effettuare una scelta del genere. Sta di fatto, che il libro può tranquillamente essere considerato uno stand alone, non ci sono punti sospesi dei quali non si capisca il collegamento. L’unica perplessità che potrebbe sorgere riguarda la molteplicità dei personaggi, dai dialoghi dei quali è facile intuire che ci sia stata una storia precedente ben delineata. Questo, però, non influisce affatto con la trama del romanzo in questione.
Lasciatemi dire che la Phillips, secondo me, usa una formula magica quando scrive: ho divorato le 374 pagine in un giorno e non sto scherzando.
È una calamita, ogni pagina pretende di essere letta, ogni capitolo vuole essere seguito dal successivo. Una specie di droga.
Lo stile è sempre impeccabile, fluido e ricco di dettagli, ma mai prolisso. I personaggi ben delineati e, come sempre accade con quest'autrice, quello femminile ha un carattere deciso, forte ma allo stesso tempo fragile e insicuro. 
La Phillips è geniale in questo, riesce ad essere credibile nel descrivere i suoi personaggi, fedeli a se stessi fino alla fine, nei quali è facile immedesimarsi.
Qui abbiamo un bel pezzo di manzo texano: Theodore Day Beaudine, Ted, un uomo che è talmente perfetto da far cantare gli uccellini al suo passaggio, i raggi del sole o della luna lo illuminano e le donne stramazzano al suolo. Occhi color ambra, affabile, gentile e sempre pronto a fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per soddisfare le aspettative altrui. Quasi come se questa dote fosse uno scopo di vita.
Ovviamente ha un bel fisico atletico, è un eccellente giocatore di golf, è sindaco di Wynette ed è supportato ed ammirato da tutta la cittadinanza.
Mosè al confronto...era una nullità. 
Tempo al tempo ragazze ed i i suoi difetti emergeranno lentamente e proprio grazie all'irruenza, all'energia, alla miriade di colori che caratterizzano Meg Koranda, la nostra protagonista femminile. Una donna molto bella, che non sa di esserlo, figlia di due personaggi molto famosi di Hollywood. Sulle prime sembra non avere spina dorsale, viaggia in continuazione attraverso il globo non lavorando, ma grazie ai soldi dei genitori. Si veste in modo originale e creativo. Ama costruire moderni gioielli, recuperando pezzi antichi ed artigianali in giro per il mondo e studiando tutte le vaie tecniche di paese in paese.
Cosa ci fa una donna così a Wynette, Texas? 
La sua migliore amica, nonché figlia di una ex presidente degli Stati Uniti, sta per sposare...udite, udite: Ted. Meg capisce subito che i due non sono fatti per stare insieme e lo dice senza giri di parole e senza fronzoli: “Lucy lui non è l'uomo per te”. 
Purtroppo però, è l'unica a pensarla così, anche se la sposa abbandona l'altare, la città e sparisce proprio quando avrebbe dovuto percorrere la navata e congiungersi all'uomo dei suoi sogni.Ora, immaginate cosa provoca questo, in una cittadina dove nessuno può avere un segreto, dove tutti sanno tutto di tutti, dove Ted è il dio del sole e la sua luce è stata adombrata da questa donnaccia di Hollywood, che ha fatto sparire la futura sposa che, a sua volta, ha spezzato il cuore dell'amato sindaco. UNA TRAGEDIA.
A questo, aggiungete che la nostra Meg, è senza soldi. I genitori, stanchi del suo essere così “instabile”, le hanno tagliato i fondi per cercare di renderla autonoma. 
Non può pagare l'albergo nel quale alloggia e non può scappare perché rischia la galera, grazie alla collaborazione dei cittadini che si sono coalizzati contro di lei, Ted compreso.
Più a fondo di così non potrebbe andare ed è da qui che inizia la sua lenta risalita verso l'autonomia e l'autostima, lottando strenuamente contro tutti, anche contro Ted, con tenacia e con astuzia. Una sfida che è decisa a vincere.
Fantastici i battibecchi con il nostro texano doc, i colpi che si sparano a vicenda e che li portano ad una sorta di relazione non ben definita. 
Sono così diversi i nostri due protagonisti che sembra quasi impossibile lo sbocciare di un amore eppure, questa diversità li porterà a crescere; le loro vite cambieranno per sempre ma non senza problemi, ostacoli ed incomprensioni nel perfetto stile Phillips.
Mai grandi ed eccessivi patemi, un equilibrio difficile per molti ma non per lei. 
 L'ansia non supera mai i livelli di guardia, ma è sufficiente per tenerti lì. 
Chi conosce già questa meravigliosa autrice, sa che è una garanzia e chi, volesse approcciarsi ora alla lettura, sappia che non ne rimarrà deluso: romanticismo, divertimento, velato erotismo (sempre elegante) e...scopritelo da voi...










1 commento:

  1. Io adoro la Phillips e il fatto che fosse il sesto mi ha fatto incavolare parecchio, più che altro perchè mi piace così tanto il suo modo di scrivere che vorrei tutti i suoi romanzi con me! Mi è piaciuto molto anche questo, complimenti per la recensione! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...