martedì 5 aprile 2016

Recensione: "RICORDATI DI PERDONARE" di Rachel Van Dyken.



"Pensavo di non avere più niente da perdere...poi ho conosciuto te"



Genere: New Adult
Editore: Casa Editrice Nord
Pagine: 372
Prezzo: € 9.99 (e-book); € 16,60    
Uscita: 28 Gennaio 2016 









Sinossi:

Ho cercato di rifarmi una vita. Sono fuggita nel cuore della notte dall'altra parte del Paese, mi sono iscritta al college sotto falso nome. Per un po', ha funzionato. Sono diventata Lisa, l'allegra e vivace studentessa, sempre pronta a divertirsi. Eppure, ogni volta che qualcuno si avvicinava troppo a me, sentivo l'impulso di scappare di nuovo. Ogni volta che un ragazzo mi sfiorava, provavo solo una paura disperata. Perché non si può cambiare la propria anima. Non si può cancellare il passato. E gli errori che ho commesso mi tormentano come spiriti inquieti. Ma tutto è cambiato nell'istante in cui ho conosciuto Trevor. Lui è completamente diverso dagli uomini che ho conosciuto. È onesto, leale, buono. Ed è convinto che tutti meritino una seconda occasione. Vorrei potergli credere. Vorrei confidargli il mio segreto. Ma ho paura che così facendo trascinerei anche lui nel baratro…


La serie RUIN è così composta:
1. Ricordati di sognare
2. Ricordati di amare
3. RICORDATI DI PERDONARE








Buongiorno insaziabili!
Avete mai letto nulla di Rachel Van Dyken?
Io sì, e nulla mi è piaciuto di più della serie Ruin.
Li ho letti tutti e oggi vi parlo dell'ultimo capitolo relativo alla storia di Lisa e Tristan.
I temi trattati in questa trilogia sono molti profondi e, nell'ultimo libro, la Dyken si è superata, rasentando quasi il thriller psicologico pur rimanendo nei confini di un New Adult di tutto rispetto.
Lasciatemi che vi spieghi il perché: Lisa è bella, solare e spigliata. Studia scienze dell'educazione all'università ed è la cugina di Gabe.Lisa nasconde un segreto, Lisa non è veramente solare, non è poi così spigliata e non si chiama nemmeno Lisa. La sua vita è fasulla, ricreata, perché lei è fuggita per ricominciare e per lasciarsi un doloroso passato alle spalle.
Lisa era felice, poi... ha conosciuto lui.
Il candore della neve? Sparito. Il sole che la faceva brillare? Eclissato. Le tenebre l'hanno avvolta fino a soffocarla, lui le ha tolto tutto!
Non posso raccontarvi di più, svelerei troppo e ruberei i sentimenti che dovrebbero nascere in voi durante la lettura, ma nulla è come sembra, ragazze mie, nulla!
Ho vissuto l'angoscia e la paura di Lisa come se fossero le mie perché quello a cui si è dovuta sottoporre a seguito di un “errore” di valutazione fatto all'età di diciott'anni sarebbe stato devastante per chiunque, ma per lei non ha mai fine.
Puoi scappare quanto vuoi, puoi cambiare, puoi nasconderti, non servirà. I demoni vanno affrontati e battuti. Sempre.
Era famosa e bella, insicura e bisognosa di attenzioni. Un ragazzo le dava tutto quello di cui aveva bisogno. Quel ragazzo l'ha fatta innamorare, quel ragazzo l'ha rovinata.
Come?
Nel peggiore dei modi.
Lisa, così ha deciso di chiamarsi, è riuscita a voltare pagina, ma il passato, ineluttabile bastardo, torna a velare con la sua ombra crudele anche il presente, gettando la possibilità di un futuro luminoso in un profondo buco nero.
Tristan è un insegnante di 27 anni. Bello, intelligente e interessato a Lisa.
Tristan non è solo un insegnante, no, lui è ben altro.
Perché allora vuole insegnare per un solo semestre e proprio in quell'università di Seattle? Quali segreti nasconde?
Oh, mie care insaziabili, con questo volume avrete di che saziarvi.
Scoprirete quanto male può infliggere una sola persona.
Vi sorprenderete nel comprendere che le malattie mentali sono peggiori di quelle fisiche: la mente è un'incognita. Un malato mentale può mentire, può modificarsi, può ingannare, manipolare... uccidere. Esistono molti disturbi, alcuni controllabili con i farmici, altri meno, e poi ci sono quelli che non POSSONO essere curati.
Scenderete all'inferno e vi nutrirete di quel male all'inizio di ogni capitolo finch é la nebbia si dissolverà e tutto precipiterà, forse, per sempre.
Sembra un thriller, vero?
Non lo è, state tranquille perché il nostro Tristan non potrà resistere a Lisa e viceversa. L'amore qui dovrà essere forte, dovrà scavare a fondo e dovrà sovrastare tutto, paure comprese.
Ci sono situazioni, le migliori riguardano i sentimenti, che non possono essere previste e gestite. I sentimenti creano quel caos incontrollabile, quella voglia di fare qualcosa anche se ti sembra sbagliata.
Ti spingono ad andare oltre, a fidarti dell'inaffidabile e a metterti in gioco, di nuovo.
I sentimenti sembrano essere sbagliati ma sono gli unici veri spiriti guida.
Il nostro bel professore, con i suoi difetti ben etichettati e i suoi scheletri nell'armadio, si rivelerà migliore di quello che potrebbe sembrare all'inizio.
La nostra Lisa si rivelerà essere solo una vittima di un demonio oscuro che l'ha divorata e poi rimessa a nuovo per continuare a torturarla. Come farà, così ferita, a tornare a respirare e a fidarsi?
Tristan sembra essere quello giusto, quello di cui fidarsi ma, una volta scottati così profondamente, si teme anche una goccia di acqua fredda!
Un romanzo dolce e spietato, che vi legherà a sé, affascinandovi pagina dopo pagina.
Nonostante tutto, però, non posso dare un voto pieno ed è stata una piccola ma, ahimè, grande contraddizione a lasciarmi perplessa, a togliermi quel punto di gioia.
Non posso svelarvi cos'è, vi farei capire troppe cose, ma io l'ho percepito come un errore banale e grossolano.
Una situazione, all'inizio del libro, prima che inizi la storia “vera”, che non viene né ripresa, né confermata. Un'affermazione di un certo livello che non ha senso alcuno. Il romanzo è davvero bello, i risvolti psicologici dei personaggi sono discretamente trattati e la narrazione è fluida e accattivante.
Sicuramente lo consiglio, soprattutto se avete letto i primi due volumi e volete scoprire cosa cela la nostra bella Lisa.










Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...