martedì 31 maggio 2016

Recensione: "AMORI D'IRLANDA" di Eva Palumbo.






Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Triskell Edizioni
Collana: Triskell Romance
Pagine:
 73
Prezzo: € 2,99 (ebook)
Uscita:  8 gennaio 2016








Sinossi:

Viola e Laura, amiche fin dall’infanzia, volano in Irlanda per trascorrere le vacanze di Natale. Qui incontrano Guido, il distaccato collega di Viola, e suo fratello Lorenzo. Viola scoprirà che Guido è soltanto un uomo ferito dal suo passato, deciso a non fidarsi più di nessuno. Ma la magia del Natale irlandese è destinata a far sciogliere il suo cuore di ghiaccio. Anche Laura e Lorenzo rimarranno vittime della magia della terra di smeraldo ma, come tutte le magie, forse anche la loro è destinata a terminare. Riuscirà un matrimonio a riaccendere la passione?





Solo due parole per esordire: troppo breve. 
Va bene il racconto, va bene la doppia storia, ma avrei voluto leggere di quei due per molto più tempo! Veniamo alla trama: Viola e Laura, amiche da sempre, vanno in Irlanda per festeggiare il compleanno di Viola, il giorno di Natale. 
Lì incontrano per caso due fratelli, Guido e Lorenzo, mezzi irlandesi e mezzi italiani. Il problema nasce dal fatto che Guido è il bellissimo e irraggiungibile collega di Viola. Quello per cui lei spasima e che sembra essere di ghiaccio. 
Lorenzo e Laura, dal canto loro si trovano subito. Caratteri affini e molta attrazione. Così due storie parallele si sviluppano e finiscono con tanto di musichetta di sottofondo. Vera protagonista del libro, nonostante la seconda parte sia raccontata in prima persona da Laura, è Viola. Eccentrica e colorata, spiritosa e allegra. Lavora a Roma in uno studio di architettura e non perde occasione di sfoggiare look strani e un sorriso contagioso. 
Quando incontra Guido, in Irlanda, non può credere ai suoi occhi e nemmeno alle sue orecchie, vista la dichiarazione di lui. 
Guido è un uomo chiuso e introverso che paga ancora le pene di un amore finito malissimo. Ma, si sa, al cuore non si comanda e alla fine cede e si apre alla giovane ed esuberante collega. 
Coprotagonisti della vicenda sono Laura e Lorenzo. Una coppia che si intravede nella prima parte del libro e che ha il suo lieto fine nella seconda e più breve tranche. 
 Entrambe le coppie dimostrano che, nonostante i problemi che possono affliggere ognuno di noi, la cosa più importante è saper amare e perdonare. Aprirsi alle nuove prospettive e valorizzare ciò che si conquista. 
Un finale molto lieto per un racconto interessante e ben scritto. 
Lo stile è forse un po’ frettoloso, ma di certo è un effetto voluto, solo per sottolineare l’esuberanza di Viola; la parte dedicata a Laura, infatti, è più pacata. 
Tuttavia, come accennato all’inizio, nonostante io capisca i limiti imposti dalla lunghezza del libro, mi aspettavo che il tira e molla tra i due durasse un po’ di più e che si facessero conoscere meglio.





1 commento:

  1. Anche se arrivo in ritardo, grazie Anita per questa inaspettata e graditissima recensione.
    Sono contenta che le storie di Viola e Guido, e di Lorenzo e Laura, ti siano piaciute al punto da volerne parlare nel blog. Mi dispiace aver mancato nella lunghezza del racconto, anche se sono contenta di sapere che avresti voluto leggere di più di questi personaggi... spero in futuro di dedicarmi a qualcosa di più lungo e approfondito.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...