martedì 24 maggio 2016

Recensione in Anteprima: "SENZA DIFESE" di Meredith Wild.




Genere: Erotico
Editore: Newton Compton
Pagine: 320
Prezzo:
Uscita: 24 Maggio 2016










Sinossi:
Volume 1: Qualche giorno dopo la laurea, Erica Hathaway si ritrova faccia a faccia con un gruppo di investitori che dovrà decidere se finanziare o meno la sua startup. L’unica cosa che non si aspettava era di sentirsi tremare le gambe di fronte a un investitore arrogante e splendido che apparentemente ha deciso di far deragliare la sua presentazione. Ricchissimo e dalla fama di hacker, Blake Landon ha già fatto la sua fortuna nel software, ed è abituato a ottenere quello che vuole senza difficoltà. Affascinato dai modi e dalla bellezza di Erica da quando è entrata nella sua sala riunioni, deciso a conquistarla. A qualunque costo, anche se questo significa non controllare completamente la situazione. Cosa alla quale non è abituato. Ma quando Blake scopre un oscuro segreto nel passato di Erica, capisce che in pericolo c’è tutto quello che ha costruito fino a quel momento…
La serie "Hacker" è così composta:
1 - SENZA DIFESE
2 - Senza colpa
4 - Hard Limit
5 - Hard Love





Salve‚ Insaziabili‚ e benvenute alla Prova del Cuoco.
Ah‚ questo non è un blog di cucina? Beh‚ non importa! Non saranno le Tagliatelle di Nonna Pina‚ ma mettetevi comode ugualmente perché oggi sto per darvi la ricetta del romance erotico perfetto. Dopotutto anche un piatto di romanticismo condito con del sesso bollente può essere in grado di darvi un pieno di energia e avere un effetto sulle nostre mutandine vitamina‚ o no?
Allora prendete la vostra agenda preferita e iniziate a scrivere:
Scegliete centottanta - centonovanta centimetri di maschio alfa‚ di una bellezza che rasenta la perfezione, capace di rendere flambé la vostra crêpe con un solo sguardo, schifosamente miliardario e con spaventose manie di controllo che diventano irrilevanti davanti alle sue capacità amatorie (e ai suoi regali);
Aggiungete una dolce fanciulla‚ preferibilmente neo laureata‚ apparentemente intelligente‚ ma pronta a rinunciare a tutte le sue cellule cerebrali‚ e alla sua indipendenza‚ grazie al potere del cristallo di luna (oh‚ in questi libri gli organi riproduttori maschili vi assicuro che sono più potenti dello scettro di Sailor Moon);
Fateli incontrare/scontrare in una casseruola qualsiasi in modo che si cuociano e innamorino a primo fuoco;
Condite il tutto con una dose di sesso‚ sesso in posti sconvenienti‚ sesso selvaggio e spinto‚ sesso in momenti inopportuni‚ sesso aggrovigliato e sesso su ogni superficie;
Mescolate fino a ottenere un composto più o meno omogeneo di dialoghi più o meno originali;
Guarnite con una serie di eventi che vanno dal ridicolo al tragico degno di una telenovelas brasiliana (nessuno mi tocchi Gabriela!);
Spolverate con fiori‚ cuore e amore‚ portate in libreria‚ e buon appetito!
Bene‚ se pensate che questo possa essere proprio il vostro piatto preferito‚ se ancora vi piace perdervi nella favola del ricchissimo e bellissimo dominatore e della giovane fanciulla che lo farà innamorare‚ se il mondo del BDSM ancora vi affascina‚ allora non perdete tempo‚ correte a leggere “Senza Difese” e a fare la conoscenza del magnate della tecnologia‚ Blake Landon‚ e della donna che hackererà tutti i suoi firewall‚ Erica Hathaway.
Se invece‚ come me‚ vi state chiedendo se avessimo realmente bisogno di un altro Erotic Romance sulla scia di Crossfire‚ Quello che mi lega a te‚ Stark Trilogy e Cinquanta sfumature (e quando dico sulla scia‚ in quest’ultimo esempio intendo dire proprio copia a colori)‚ forse dovreste prendervi due minuti per leggere questa recensione.
Quando ho letto la trama di questo libro (il primo dei cinque della serie Hacker) di Meredith Wild‚ mi sono subito incuriosita. Per la prima volta un erotic veniva ambientato nel mondo dei computer e dell’informatica e questo mi faceva ben sperare che oltre al sesso e al romance avrei avuto una trama avvincente e del tutto originale.
Avete presente quando scartate un uovo di Pasqua con la speranza di trovare molto di più del solito portachiavi di metallo perché sull’involucro c’è scritto “Splendide sorprese in argento”?
Beh‚ quello era esattamente il mio stato d’animo quando ho letto la quarta di copertina e iniziato questa storia. La delusione però è stata quasi immediata.
Tralasciando la scrittura semplice‚ uno stile poco accattivante‚ la mancanza di dialoghi interessanti a favore di parti riflessive che tutto fanno fuorché dare spessore alla narrazione e spiegare i sentimenti della protagonista (dal cui punto di vista la storia viene raccontata) e sorvolando sulla mancanza di alchimia (sia fisica che emotiva) tra i due protagonisti e sulla banalità e la noia di scene di sesso poco eccitanti (erano così simili e  prive di significato che le ho quasi saltate a piè pari)‚ questo libro altro non è che una versione trita‚ ritrita e meno convincente di un’altra‚ stupida‚ commedia americana Anastasia e di un altro Mr. Gray.
Di originale in questa storia non c’è niente se non il nome‚ che a questo punto avrebbe anche potuto essere “Il Segreto - Boston version”‚ ed è solo un insieme di cliché‚ susseguirsi di eventi buttati lì per caso e contraddizioni.
Blake è un hacker che grazie al suo talento ha abbandonato l’illegalità per creare programmi informatici che l’hanno reso uno degli uomini più ricchi del mondo‚ ma questo‚ oltre alla descrizione lunga e francamente poco interessante della startup di Erica‚ è tutto quello che ci è dato sapere sul mondo della tecnologia. Quello che per me rappresentava la vera potenzialità di questa serie altro non è‚ insomma‚ che una traccia di sottofondo appena decodificata.
Di quest’uomo sappiamo che è bello‚ perfetto‚ bruno e con occhi verde/nocciola (tutto ciò che ci viene detto da Erica per descriverlo insieme al suo guardaroba) e che si professa un dominatore‚ ma se lui è un dominatore io sono bionda naturale e assomiglio vagamente a Belen Rodriguez.
La realtà invece è che io ho la tinta‚ e di Belen nemmeno le tette rifatte‚ e lui è solamente uno pseudo stalker‚ con problemi di controllo e una personalità tendenzialmente borderline.
Tra l’altro‚ signore mie‚ non che io abbia informazioni di prima mano (ahimè)‚ ma due mani legate alla tastiera del letto e due schiaffi sul sedere credo siano giusto un cucchiaino (per restare in tema culinario) più in la del vecchio‚ caro e dolce sesso Vanilla.
A meno che non crediate che una pioggia di parole spinte facciano di una carrellata di scene di sesso un libro ad alto tasso erotico‚ questa storia sta al bondage e ai Master come una tagliata ai ferri ad un vegano.
Erica‚ dal canto suo‚ avrebbe dovuto essere una donna intelligente‚ sveglia‚ finalmente cazzuta... e invece? La bionda splendida (almeno così dice Blake ogni volta che la vede)‚ e che tutti vogliono al solo guardarla‚ sacrifica tutte le sue qualità sull’altare dell’ “Oh mio Dio‚ ti prego‚ non ho mai provato niente di più bello” e si trasforma nella solita ragazzina ingenua‚ indecisa‚ insicura e pronta a sacrificare tutta la sua vita per un uomo che ama e che non ama‚ che odia ma che le manca‚ che vuole ma che fugge‚ che però scopa come nessuno al Mondo e quindi al diavolo tutto il resto e corriamo insieme verso l’infinito e oltre.
Mi ripeto: ne avevamo veramente bisogno?
La mia risposta a questa domanda‚ e a tutto il resto‚ è un grosso‚ grasso‚ gigantesco “BAH”. Forse‚ e dico forse‚ se almeno il loro stare insieme fosse stato motivato da sentimenti reali‚ e non così affrettati da darmi costantemente la sensazione di aver per sbaglio saltato qualche capitolo‚ avrei almeno potuto considerare questa lettura un romantico e piacevole momento di evasione tipico delle estati al mare sotto un ombrellone; invece è stato come mangiare un gelato‚ ma non riuscire a sentirne il gusto perché ti si è ghiacciata la lingua e fai anche fatica ad articolare le parole.
Ma volete sapere quando ho sentito il freddo più intenso? Quando mi sono resa conto che la storia non finisce‚ si interrompe in media res‚ e sono stata costretta a leggermi tutti i restanti quattro libri.
D’altra parte questo è o non è un erotic BDSM? E la Wild mi ha accontentata‚ rendendomi‚ alla fine‚ l’unica‚ vera masochista della vicenda.
Quando si dice che la vendetta è un piatto che va servito freddo...






4 commenti:

  1. Mi viene in mente solo una parola: crudele (seguito da ghigno malefico di approvazione!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiamatemi Cudelia(H) XDXDXDXDXD
      Rob **

      Elimina
  2. Ciao Angela!! Come sempre leggo le tue recensioni con grandissimo piacere!! Adoro come scrivi! Devo ammettere che questa serie è stata una delle mie preferite per molto tempo! L'avevo scoperta quando era stata appena pubblicata, girando su un forum americano di libri romance! Quindi l'ho letta in lingua originale e me ne sono innamorata. Forse ci si appassiona di più dal secondo libro in poi, però devo essere sincera, dopo aver letto tanti tanti tanti altri libri del genere erotico, ho dovuto rivalutare questa serie. Infatti mi sono resa conto che paragonandola ad altri libri, è davvero mediocre!! Hai proprio ragione quando dici che Blake non è un dominatore, perché quando ho letto questo libro, ero ancora una novellina del genere letterario BDSM/ Erotico, e ho capito che Blake e Erica non fanno molto di più del vecchio e comodo sesso Vanilla!! Non ho riletto il libro in Italiano, però ho il dubbio che la traduzione non sia delle migliori, come spesso accade!!
    Aspetto con piacere la tua recensione del secondo libro!

    RispondiElimina
  3. Ro, sei il mio nume tutelare. E lasciami stare Gabriela!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...