lunedì 9 maggio 2016

Recensione: "INARRESTABILE" di Mary Calmes.






Traduttore: Claudia Milani
Genere: M/M
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 124
Prezzo: € 4.53
Uscita: 22 Marzo 2016








Sinossi:

L’ultimissima cosa che Vincent Wade si aspetta è che Carson Cress gli chieda di uscire. Vince è uno studente di biologia scrupoloso e solitario; Carson Cress, al contrario, è una superstar del football, una specie di mito che vive costantemente sotto ai riflettori. È impossibile che tra loro possa funzionare. Ma Vince sta imparando che spesso le persone piombano nella tua vita come una forza inarrestabile e che tutto quello che ti resta da fare è aggrapparti, oppure ritrovarti con il cuore spezzato. Se la loro storia riuscirà a sopravvivere al disastroso incidente che costringe Carson a ripensare tutto il proprio futuro, allora forse Vince potrà finalmente trovare qualcosa in cui credere.










Questa deliziosa novella,made by Mary Calmes,ha tutti gli elementi adatti per farsi amare, che troviamo sempre nei suoi romanzi: personaggi intriganti e un’ambientazione che calza a pennello. La narrazione è sempre in prima persona,come ormai ci ha abituato l'autrice. Ormai mi sono fatta l'idea che sia lo stile che predilige, perché in ogni suo libro è sempre il protagonista che ci narra le vicende.
Questa volta tocca a Vince farci da narratore. 
Vince è molto giovane, ha appena 19 anni, ma anche le idee molto chiare:sogna di diventare un genetista. Vorrebbe creare un cereale in grado di combattere e sconfiggere la fame nel mondo. È molto intelligente: infatti, studia grazie ad una borsa di studio, ma deve mantenersi da solo da quando la sua famiglia l'ha rifiutato dopo aver capito che era gay.
Come da buona tradizione, l'autrice ce lo descrive di media altezza - ma tendente al basso rispetto al suo futuro partner- con profondi occhi castani,longilineo ma non magro,molto carino ma non effeminato, con capelli mossi e neri che gli arrivano alle spalle e con un caratterino di tutto rispetto: pungente, sarcastico,senza filtro tra bocca e cervello,un po’ antipatico,ma in fondo molto timido e insicuro. Domanda per gli amanti della Calmes: vi ricorda nessuno di particolare? Magari un tipetto tutto pepe che si caccia sempre nei guai? A me sì e tanto. Lo adoro! 
Attorno a Vince troviamo pochissimi amici,tra cui spicca Matt,che insieme alla sua famiglia l'ha praticamente adottato nel momento in cui la sua famiglia d'origine l'ha allontanato perché non ha rinnegato al sua natura. Matt insinua spesso che il figlio preferito di sua madre sia proprio Vince. La madre di Matt è fantastica e il marito è una sagoma! Una famiglia stupenda che ha saputo dare a Vince tantissimo affetto,senza chiedere nulla in cambio, alla faccia di chi tutti i giorni sbandiera al vento il vessillo che la vera famiglia è quella dei genitori biologici eterosessuali,uniti nel vincolo del matrimonio,ecc. 
Il vero INNARRESTABILE del titolo non ve l'ho ancora presentato: è il giocatore di football,nonché studente con media altissima,ricco,un metro e novanta e passa di muscoli – ma non armadio senza collo!- con capelli biondi e fantastici occhi blu che tendono al viola scuro, bellissimo e sempre diretto verso l'obbiettivo: Carson Cress. 
Anche Carson è il tipico personaggio della Calmes,ma a differenza delle sue serie precedenti,l'ho trovato un po' meno alfa dei suoi soliti maschi dominanti. Carson è carismatico e si sicuro di sè ma è anche molto dolce,forse perché questa è una novella e perché l'ambientazione è più rilassata rispetto alle ambientazioni fantasy e poliziesche delle serie precedenti. 
 Mentre Vince è molto pratico,Carson è molto romantico,ecco un paio di passi che lo dimostrano e che mi hanno colpito:

Mi schiarii la gola, anche se era appena entrato uno dei medici e tutti rivolgevano a lui la loro attenzione. "C’è la tua famiglia." "Non mi importa, non sento niente se tu non mi tocchi". Di nuovo quella frase, come prima. "Quando starai meglio, mi spiegherai che cosa significa"."Te lo dico ora". Prese fiato. "Le altre persone mi toccano e non succede niente. Ma quando lo fai tu, è come se la mia pelle fosse percorsa da una scarica elettrica che mi finisce direttamente al cuore e in altri posti". "Bello".
"Ogni volta che ti vedevo sentivo un dolore al petto". Annuii, volevo che continuasse. "E continuavo a pensare che dovevo parlarti per capire di cosa si trattava, spiegò, deglutendo a fatica. Invece ho scoperto che quando ti bacio o ti tengo la mano"... smette. "Mi sento talmente bene, come se tutto lo schifo fosse scomparso e ogni cosa fosse nuova".

Quanto ci impiegherà Vince a cedere alle avances di Carson e a credere nei sentimenti del ragazzo?

"Non mi preoccuperei lo stesso",mi assicurò, prima di caricare all’improvviso, raggiungermi in un lampo e afferrarmi i fianchi per farli aderire ai suoi. "Prima pensavi che fossi uno scemo qualunque che aveva voglia di scoprire qualcosa di nuovo, ma adesso sai che sono serio, che voglio frequentarti e vedere se stiamo bene insieme"......"No", bofonchiò, picchiettandomi il naso con il suo fino a che non alzai il mento e lui poté baciarmi. Se stesse scherzando o no, se avesse avuto intenzione di abbandonarmi e negare di conoscermi in pubblico, o anche se stesse progettando qualcosa di ancora più sinistro, non poteva importarmene di meno. Ero decisamente in preda alla lussuria, completamente infatuato, senza possibilità di redenzione. Se voleva seguirmi a casa, glielo avrei permesso e lo avrei pure ringraziato.

Carson non si fermerà finché Vince non sarà suo! 
Consigliato a tutti gli amanti della Calmes. 
Voto finale quattro stelle. 
Avrei preferito qualche pagina in più La sensualità è come al solito molto presente:tre fiammelle!











Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...