domenica 15 maggio 2016

Recensione: “L'AMORE DIVERSO” di Fleur du Mar.






Genere: Erotic Romance
Editore: Self Publishing
Pagine: 229
Prezzo:
Uscita: 12 Maggio 2016 (e-book); 30 Maggio 2016 (cartaceo)







Sinossi:

Edward Huffington, barone di Hallwick è un avvocato di nobili origini, egocentrico e annoiato da una vita che gli ha offerto tutto ciò che potrebbe desiderare, senza dargli realmente nulla. È attratto sia dagli uomini che dalle donne, traendo piacere nel guardare gli amplessi dei suoi amanti.
Virginie Baynes è una ragazza insolita e disinibita. Adottata da una ricca nobildonna all’età di sedici anni, alla morte di quest’ultima si vede annullare l’adozione. Forte e caparbia, disillusa e curiosa, attrae Edward per la sua bellezza singolare e l’intrigante sensualità.
L’incontro tra i due è sconvolgente. Virginie, affascinata dalle pratiche erotiche cui viene introdotta, scopre una nuova dimensione della sessualità. L’uomo, d’altro canto, si sente per la prima volta profondamente attratto da qualcuno anche a livello emotivo. Incapace di gestire quei nuovi sentimenti, s’illude di mantenere un certo controllo provando a condividere Virginie con i suoi amanti abituali. La donna però lo sorprende, ribaltando i ruoli e rendendolo dipendente e geloso. Inizia così un gioco di prevaricazione e potere, ma è davvero solo un gioco? O nasconde qualcosa di più?









Buongiorno Insaziabili!
Oggi ho una delizia per i vostri occhi, per il vostro cuore e per la vostra anima: L'Amore Diverso di Fleur du Mar, un romanzo di un'intensità devastante.
Mi ha rapita fin dalle prime pagine, mi ha tenuta avvinghiata alle sue spire capitolo dopo capitolo e alla fine mi ha donato qualcosa di unico.
Devo dire che mi aspettavo una chicca ma non a questi livelli.
Il protagonista maschile, ovvero Edward Huffington barone di Hallwick, è un uomo ricco, nobile, istruito, educato, saccente, presuntuoso e bellissimo.
Non si riesce a incasellarlo all'interno di un'unica definizione perché è complicato e confuso, profondo e superficiale, anima dannata ma attenta; un mix esplosivo sotto molti punti di vista. Si crede un Dio, cammina come una divinità, ammalia tutti con il suo fascino ma è crudele, spietato e incapace di amare.
Edward sembra il classico riccone snob, annoiato da tutto e da tutti, sempre alla ricerca di nuovi stimoli ma sempre e comunque insoddisfatto.
L'etichetta, il buon nome della famiglia e le apparenze sono state i pilastri portanti di tutta la sua crescita.
Il nostro barone si è annoiato delle donne, ma nemmeno gli uomini lo soddisfano più.
Il suo amante, William, se così lo si può definire, è semplicemente il suo schiavo sessuale. Con lui gioca in cerca del piacere liberatorio senza, però, riuscire a raggiungerlo veramente.
Tutto sembra ormai irrecuperabile. La sola cosa che gli rimane è quella di continuare a crogiolarsi nel suo mondo. Lui è un Dio e tutti si devono prostrare ai suoi piedi.
Lui ha il controllo, Lui comanda, Lui dirige ma...
Virginie Baynes è una semplicissima ragazza di umili origini, con un passato di grande sofferenza e solitudine che si ritrova a fare il suo ingresso in “quel” mondo privilegiato dove Edward sembra davvero esserne il padrone indiscusso, con una spontaneità non molto apprezzata.
Virginie non è la classica bellezza alla quale siamo abituate. È minuta, con un aspetto marcatamente nordico. Una creatura quasi fatata. Priva di quelle che sono le forme che gli uomini apprezzano maggiormente, eppure... Edward sembra non poter distogliere lo sguardo da quell'essere sovrannaturale, dalla sua candida pelle, dai suoi occhi dello stesso colore del cielo e da quell'aura di candore che emana il suo gracile corpo.
Lei non è nobile di nascita, non è abituata alla formalità estrema di quell'elevato ceto sociale, ma è buona, gentile e totalmente destabilizzante per il nostro barone.
L'attrazione tra i due è immediata, ma mentre per Edward è tutto nuovo, strano e incomprensibile, per Virginie ogni cosa, ogni gesto, sembrano essere completamente spontanei e normali.
Con la sua schiettezza, la sua semplicità e i suoi modi diretti, riesce a stravolgere quel mondo all'apparenza così sicuro, del quale Edward si è assuefatto.
Lui non ha mai avuto bisogno di nessuno, non si è mai affezionato a nessuno, non ha mai amato, non si è mai piegato, ha sempre e solo dominato.
Con Virginie tutto questo non esiste.
Lei è di sicuro una strega! Non ci possono essere altre spiegazioni.
William comprende molte più cose e molto più in fretta del diretto interessato.
William è geloso di Virginie, è arrabbiato con Edward, si sente tradito, ferito e abbandonato ma anche lui subisce il fascino della nostra bella fata.
Ed è proprio quando meno te lo aspetti che la vita ti mette alla prova, è proprio quando tutto va bene che la felicità crolla sotto il peso del male inferto, delle insicurezze mal gestite e dell'amore calpestato.
Molti gli eventi che condurranno Edward, Virginie e William a mettersi in discussione, a rovistare nel buio della loro anima per ritrovare la luce, a sacrificare chi sono per qualcuno che sembra essere l'unica ragione di vita.
Una storia profonda, un riscatto impossibile e un grande amore troppo intenso per riuscire a sopravvivere se non si è pronti a sacrificare tutto!
Mi sento di consigliarlo a tutti, sono certa che non deluderà le vostre anime di lettrici Insaziabili!











Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...