lunedì 23 maggio 2016

Recensione: "UN MATRIMONIO COMPLICATO" di Melissa Hill.






Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli best
Pagine:
 396
Prezzo: € 18,00 (cartaceo) - € 9,99 (ebook)
Uscita: 10 marzo 2016








Sinossi:

Cara è al settimo cielo: Shane - il suo fidanzato bello, intelligente e simpatico - le ha chiesto di sposarlo e lei non vede l'ora di condividere con tutti la sua felicità. Peccato che tutti, dai genitori alle amiche più care, reagiscano nello stesso modo: a sentir parlare di una cerimonia semplice con pochi invitati, scuotono la testa e si mettono a dispensare consigli non richiesti. Indecisi se accontentare i desideri dei propri cari o realizzare i propri sogni, Shane e Cara dovranno faticare molto per trovare una soluzione.







l sogno di ogni ragazza, inutile negarlo, è quello di avere un bel matrimonio. Non necessariamente una festa sfarzosa, ma almeno di poter scegliere ciò che le aggrada maggiormente. 
Cara e Shane, dopo un po’ che convivono decidono di fare il grande passo, ma non hanno fatto i conti con le rispettive famiglie. 
Non solo la famiglia snob di Shane minaccia seriamente la coppia per costringerla a celebrale le nozze nella location da loro decisa, ma ci si mette di mezzo anche la complicatissima famiglia di Cara. 
Vi informo che per capire chi è sposato con chi ho dovuto fare un organigramma. Dopo tutta una serie di peripezie, dopo numerosi litigi e piagnistei, la coppia vince la lotta contro le famiglie. Non è finita però! Un grossissimo colpo di scena, che mi ha fortemente spiazzata, cambia quasi le sorti del finale, che rimane la parte più bella del libro, risollevandone notevolmente le sorti. 
Inizierò a parlarvi di Shane perché voglio dedicare alla protagonista femminile qualche riga in più. 
Figlio unico di una famiglia benestante, Shane è un uomo solido che non vive in funzione del denaro. Ama Cara con tutti i suoi difetti, famiglia compresa. 
È un bell’uomo, di quelli che non hanno problemi a dirti che ti amano, ma anche sanno arrossire al momento giusto. Ha qualche defaillance, ma nulla di imperdonabile perché mette sempre la sua donna davanti a tutto. La famiglia di Cara, invece, conta due genitori e quattro figli, lei compresa. La sorella maggiore, Danielle, vive in Florida, nonostante loro siano irlandesi. Dopo di lei c’è Ben, sposato con Kim, una coppia felice e serena sotto ogni punto di vista. 
La terza sorella è appunto Cara, mentre la piccola è Heidi. Fin qui tutto bene, direte voi. Sì, ma il marito/zerbino di Heidi è il fratello di Kim. A questo punto ho preso carta e penna. Non crediate che queste siano informazioni superflue perché ogni personaggio gioca un ruolo fondamentale nella storia. 
Cara, cresciuta con una madre dispotica con tutti i figli meno che con lei, è una donna posata e sicura di sé, almeno fino al giorno dell’annuncio delle nozze. È molto amica della cognata, nonostante non siano simili caratterialmente. Kim gioca il ruolo della migliore amica, della persona che ti sa sempre consigliare. All’opposto esatto c’è Heidi. La sorellina è l’antitesi esatta di Cara e il suo ruolo nella storia, oltre al melodramma, è quello di mettere in luce i pregi della sorella. 
Una pagina dopo l’altra, ogni pregio e ogni difetto dei protagonisti saltano fuori.
Commuove e fa infuriare i lettori. 
Quanto al finale sconvolgente, raccontato con tanto di atmosfera creata ad hoc, è solo una conferma della competenza stilistica dell’autrice, nonché la ciliegina sulla torta che fa dimenticare qualsiasi cosa nel libro non sia stata scorrevole o sia stata dilungata troppo. 
Concentrando l’attenzione sul finale e spiegando il perché di moltissimi meccanismi intravisti nel corso delle pagine, l’autrice ha costruito una storia che poteva sembrare banale in una allegra e coinvolgente.






Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...