mercoledì 22 giugno 2016

Recensione Inedito: "SORDID" di Nikki Sloane.







Genere: Dark Erotic Romance
Pagine: 336
Uscita: 29 maggio 2016
Prezzo: $ 2.99
LINK ALL ROMANCE






Sinossi:

Ho impiegato anni per trovare il coraggio di parlare con Luka. Lui sembrava essere esattamente come me. Intelligente. Determinato. Serio. 
Ma non è l'uomo che ho immaginato. 
La sua realtà è crudele e oscura. Lui mi ha intrappolata nella sua rete; più lotto, più il suo potere diventa soffocante, fino a risucchiare tutta la speranza. Non posso scappare. 
Mentre mi trascina contro la mia volontà nel suo sudicio mondo, non posso ignorare la terrificante idea che mi ronza in testa. Cosa succederebbe se io stessi bene qui con lui?




Quando ho visto la copertina di questo libro, mi sono detta “deve essere mio”. 
E così è stato. 
Amazon l'ha bandito. Io l'ho amato. 
Prima di procedere con la recensione, vi voglio avvisare che questo romanzo, come ha specificato anche l'autrice, contiene scene di sesso non consensuale e di violenza fisica. Non è, quindi, un libro adatto a tutti i palati. Quelle tra di voi che amano il dark possono tranquillamente approcciarsi a questo romanzo senza problemi. 
La protagonista è Addison, studentessa universitaria prossima alla laurea in Medicina. Ragazza "nella norma", così si definisce. Solitaria, non particolarmente incline al sorriso e, nonostante tutto, sempre seconda al fratello che la famiglia tende ad acclamare a gran voce. 
Addison ha notato Luka due anni prima, durante un corso di matematica. L'attrazione per quel ragazzo così simile a lei è stata immediata, ma la timidezza le ha impedito di andare oltre. 
Di Luka conosce solo l'aspetto, la scarsa propensione alla felicità e alla parola. Ne è affascinata a tal punto da paragonare tutte le sue pseudo relazioni a lui. Le sue fantasie sessuali sono sempre su di lui, con lui, per lui... ma, quando la realtà supera la fantasia e le situazioni cambiano in modo radicale, il suo piccolo e semplice mondo si scontra con l'inconcepibile e l'inaspettato. 
Luka Markovic è serbo. 
Luka Marcovic dimostra molti più anni di lei, anche se in realtà li separano solo quattro. 
Luka Markovic decisamente non è il principe azzurro. 
Luka Marcovic è terrificante e oscuro. 
Luka Markovic diventa il suo tutto. 
Ciò che sognava diventa realtà, e realtà si trasforma in un incubo. 
Non pensate alla classica Sindrome di Stoccolma perché, oltre a non essercene i presupposti, il comportamento di lui cela qualcosa di diverso, qualcosa che ti fa capire che la sua forza è anche la sua fragilità. 
C'è una frase nel libro che fa capire molto e che cela in sé un significato profondo per la stessa protagonista: 

“Eravamo così simili in altri aspetti della nostra vita. Sarei diventata come lui, se avessi vissuto la sua stessa vita?” 

Ecco, secondo me, questo è il punto cruciale. Lei è attratta da lui, prima ancora di conoscerlo; poi scopre la parte più buia di lui e arriva a trovare una connessione con la propria. Perché, si sa, tutti noi abbiamo una parte che celiamo al mondo. 
Lui è nato e vissuto in mezzo alla peggior specie di mafia in circolazione. È cresciuto vedendo, sentendo e passando attraverso situazioni “diverse”, eppure qualcosa di pulito si intravede in lui. È laureato, si è tenuto lontano da certe situazioni, ma il sangue non mente. 
Luka è forte e dominante in tanti aspetti della sua esistenza, e altrettanto fragile e timoroso in altri. Questo non viene mostrato ma si intuisce. Se dovessi giudicarlo solo dalle sue azioni principali, infatti, lo farei marcire nel peggiore degli inferni. 
Addison si troverà ad affrontare situazioni per noi inimmaginabili e dovrà trovare una soluzione per sopravvivere, almeno nell'animo. 
Sarà la sua spiccata intelligenza a farle vedere oltre, la sua purezza a portare la luce laddove regnano le tenebre, a consegnare speranza a chi l'ha persa. 
Luka dovrà fare un percorso molto difficile, dovrà trovare nuovi equilibri, dovrà imparare a essere diverso da ciò che ha sempre imitato come esempio e dovrà affrontare le sue paure. 
Non posso rivelarvi se riusciranno a stare insieme e a ottenere un riscatto morale, ma posso girare a voi la domanda che mi sono posta dopo aver terminato questa intensa e forte lettura: può esserci redenzione per un'anima dannata o destinata alla dannazione?







3 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggerlo anch'io *^*

    RispondiElimina
  2. Davvero bello,è da un po' che ne sento parlare. Spero tanto che prima o poi arrivi in Italia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...