lunedì 27 giugno 2016

Recensione: "TRA DUE MONDI" di Jennifer L. Armentrout.



Sei disposto ad uccidere chi ami?




Genere: New Adult Paranormal
Editore: Harper Collins Italia
Collana: hc
Prezzo: € 16,00 (cartaceo) - € 8,99 (ebook)
Uscita: 7 luglio 2016









Sinossi:

Gli Hematoi discendono dall'unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall'unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece... be', non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando piuttosto che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt'altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e... Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia. 




La serie Covenant è così composta:
0.5 Daimon
1. TRA DUE MONDI - Half Blood
2. Pure
3. Deity
3.5 Elixir
4. Apollyon
4.5 One and only
5. Sentinel  .







Finalmente è giunta in Italia una nuova serie di Jennifer L. Armentrout e lasciate che vi conduca nel fantastico mondo di questa saga.
Prima di tutto, bisogna sapere che ci troviamo dinanzi a creature chiamate Hermatoi, che discendono dagli dei; vi sono poi i Mezzosangue, che hanno il compito di servire gli Hermatoi; e, infine, i Daimon, creature malvagie che si nutrono dell'etere presente nel sangue degli Hermatoi e dei Mezzosangue.
Suppongo abbiate già capito che gli Hermatoi sono le creature più importanti, detti 'Puri', mentre i Mezzosangue hanno il semplice compito di difenderli dai nemici che si nutrono del loro sangue e che, in alcuni casi, decidono di trasformarli rendendoli creature mostruose prive di sentimenti.
Dopo questa breve spiegazione, penso che tutti coloro che hanno letto e amato Vampire Academy proveranno un certo fastidio. La Armentrout su questo ha peccato tantissimo: molto spesso mi è sembrato di leggere una riscrittura della saga della Mead.
Alex, una ragazza scaltra con un forte carattere e con delle doti spettacolari nel combattimento, è stata spinta dalla madre a scappare con lei dal Covenant, struttura dove Puri e Mezzosangue vengono addestrati. Dopo tre anni di fuga subiranno un attacco, la madre di Alex ne sarà vittima, e la protagonista verrà trovata dalle Sentinelle e riportata al Covenant.
Il suo ritorno non sarà facile, il suo desiderio è sempre stato quello di divenire una Sentinella per difendere i Puri dai Daimon, ma la situazione è delicata. Fortunatamente ad aiutarla ci sarà un Puro, Aiden, che si offrirà di allenarla per farla riammettere al Covenant, in modo da poter ricominciare il nuovo anno in pari con gli altri studenti.
Tra Alex e Aiden nascerà un qualcosa di totalmente proibito: Puri e Mezzosangue non possono aver alcun tipo di rapporto tra di loro.
Altri problemi nasceranno nel momento in cui Alex scoprirà di possedere delle doti particolari e quando verrà avvistata sua madre, ora una Daimon.
Mi fermo qui con gli accenni alla trama, che è abbastanza intrecciata e avvincente nonostante si tratti solamente del primo libro della saga.
La Armentrout è riuscita con le sue splendide abilità di scrittura a inserire il lettore in questo mondo affascinante. Ammetto di essere rimasta più che delusa nel vedere come la trama si avvicini troppo a quella di Vampire Academy, tra l'altro sono presenti delle similarità anche con il mondo degli Shadowhunters riguardo agli intrecci familiari. Malgrado ciò, il libro è comunque riuscito a travolgermi totalmente: non riuscivo davvero a staccarmi dalle pagine!
I personaggi sono ben delineati, la trama non annoia mai… se non fosse stato per la pecca sull’originalità, avrei assegnato ben 5 stelle.
In ogni caso, consiglio vivamente la lettura di questo libro a tutti gli amanti del genere, credo che questa sarà una delle saghe che riusciranno a entrarmi facilmente nel cuore. Spero ciò accadrà anche a voi!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...