giovedì 7 luglio 2016

Recensione: "AFFLICTION" di Laurell K. Hamilton





Genere: Paranormal Romance
Editore: Nord
Pagine: 500
Prezzo: € 9,90 ebook
Uscita:  21 Aprile 2016











Sinossi:


«Ho giurato di uccidere chiunque minacci le persone che amo.
Il fatto che si tratti di un non-morto non mi fermerà di certo.»

Per via del suo lavoro di Risvegliante, Anita Blake ha spesso a che fare con i non-morti e sa benissimo che non sono affatto come gli zombie che si vedono al cinema… almeno non lo sono mai stati. Dalla telefonata che riceve dalla madre di Micah Callahan, sembra invece che in Colorado sia all’improvviso comparsa un'orda di creature assetate di sangue, che trasformano tutti coloro che mordono in mostri simili a loro. E il padre di Micah è una delle vittime. Determinata a bloccare l'epidemia e a salvare Mr Callahan, la Sterminatrice si precipita sul posto. Ma le bastano pochi giorni per rendersi conto che questi zombie sono molto più pericolosi di quanto pensasse. Incredibilmente veloci e forti come vampiri, non temono nulla, né il fuoco né la luce del giorno. Eppure Anita deve trovare un modo per fermarli, prima che annientino le persone che ama…


La serie "Anita Blake" è così composta:
0,5 - Strange Candy
1 - Guilty Pleasures - 
Nodo di sangue
1,5 - Cravings
2 - The Laughing Corpse - 
Resti mortali
3 - Circus of the Damned - 
Il circo dei dannati
4 - The Lunatic Cafe - 
Luna nera
5 - Bloody Bones - Polvere alla polvere
6 - The Killing Dance - 
Il ballo della morte
7 - Burnt Offerings - 
Dono di cenere
8 - Blue Moon - 
Blue Moon
8,5 - Bite
9 - Obsidian Butterfly - 
Butterfly
10 - Narcissus in Chains - 
Narcissus
11 - Cerulean Sins - 
Cerulean Sins
12 - Incubus Dreams - 
Incubus Dreams
13 - Micah - 
Micah
14 - Danse Macabre - 
Death Dance
15 - The Harlequin - 
Harlequin
16 - Blood Noir - 
Blood Noir
17 - Skin Trade - 
Skin Trade
18 - Flirt - 
Flirt
19 - Bullet - 
Bullet
20 - Hit List - 
Hit List
20,5 - Beauty
21 - Kiss the Dead - Kiss and Dead
22 - Affliction - AFFLICTION
22,5 - Dancing
22,6 - Shutdown
23 - Affliction
24- Jason
25- Dead Ice







Finalmente! Finalmente un libro interessante su Anita Blake dopo un periodo un po’ fiacco. Speravo proprio, vista la lunghezza del libro (oltre seicento pagine), che non fosse la solita storia tutta sesso e poca azione o poca azione e poco sesso. Stavolta la Hamilton mi ha colpita molto favorevolmente, bilanciando bene sia l’eros che accompagna Anita che le avventure e le peripezie che la giovane deve affrontare.
Il libro inizia con una brutta notizia: il padre di Micah sta per morire e Anita, insieme con il suo amato e con l’altro compagno di vita Nathaniel, deve andare in Colorado per l’estremo saluto.
Per chi non avesse seguito la serie o si fosse perso qualche pezzo, Micha è il re leopardo amante di Anita che convive con lei e Nathaniel, altro leopardo mannaro. Poiché era tenuto sotto scacco da un perfido padrone, Micah aveva tagliato i ponti con la famiglia d’origine, per cui a questo punto diventa quanto mai necessaria una riconciliazione.
Dopo aver sbrigato le pratiche burocratiche vampiriche, il trio parte. Arrivati in Colorado ecco che si sviluppa la vera azione perché le morti avvenute prima di quella del padre del re leopardo sono inspiegabili quanto la ferita che ha colpito l’uomo.
Le indagini portano Anita a fare una scoperta sconcertante dopo l’altra e, anche grazie al buon vecchio sociopatico Edward, il caso si risolve, con non poche peripezie.
Il termine che ricorre nel libro è “apocalisse zombie” e, un po’ alla “The Walking Dead”, i mostri che stavolta inseguono la nostra cacciatrice sono instancabili assassini. 
In questo volume si capiscono anche diverse cose del mondo della polizia americana, segno che l’autrice, oltre ad aver studiato bene le armi che i suoi protagonisti usano, ha fatto una full immersion nel mondo della legge: come sono viste le donne, soprattutto le donne forti come Anita‚ e qual è l’atteggiamento che i poliziotti hanno verso i loro colleghi‚ sia quelli definiti buoni sia i cattivi, quelli che passano dall’altra parte.
Anche nuovi aspetti di Anita vengono fuori. Non solo l’aver imparato ad accettare e controllare i suoi poteri di negromante, ma emerge il suo lato femminile‚ l’amore che nutre per gli uomini della sua vita, l’amore per la vita stessa e la forza che ognuna di noi ha dentro nell’affrontare le difficoltà. Che si tratti di zombie o di malattie.
Nonostante tutto ruoti attorno a Micah, il nostro bel re si vede poco, così come Jean-Claude e molti altri degli amanti di Anita. Tutti hanno un ruolo marginale che serve solo a mettere in luce aspetti nuovi della Sterminatrice.
Il ruolo di Edward? Fondamentale, a mio avviso, per moltissime cose.
Non solo per la sua funzione di grillo parlante - meravigliosa la battuta che fa per prenderla in giro, definendola “troppo uomo per pensare come una donna” – ma anche per come il suo personaggio è sviluppato. È passato dall’essere l’amico della protagonista con tendenze sociopatiche ad essere un uomo con una doppia personalità e vita sotto controllo‚ un uomo che con la sua amicizia sincera aiuta Anita come donna e come marshal.
Le scene di sesso, diventate ormai necessarie per i poteri di Anita, sono poche e molto ben strutturate. Non ci sono eccessi e si gioca molto di più sul filo della provocazione. Così come il sesso ha un ruolo importante nel gioco di potere, l’amore assume un ruolo fondamentale nella vita di ogni personaggio.
Il mio consiglio è quello di non demordere e di continuare la serie anche se alcuni libri hanno annoiato: ne vale la pena!








Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...