lunedì 18 luglio 2016

Recensione: "NON È COLPA DELLA GRAVITÀ" di Eva Palumbo.






Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Triskell Edizioni
Pagine: 63
Prezzo: € 2,99 (ebook)
Uscita: 10 giugno 2016









Sinossi:

Elisa Troisi ha tutto: un grande successo nel suo lavoro di scrittrice, un bell'appartamento ai Parioli, un fidanzato elegante e vincente. Ma la sua vita viene stravolta bruscamente a pochi giorni dal matrimonio. E qui, imprevedibilmente, mentre cerca di rimettersi in piedi, si ritrova per caso come vicino di casa un suo vecchio compagno di classe del liceo: Cristiano Caravillani, diventato un brillante astrofisico. Tra i due ragazzi sembra nascere finalmente qualcosa, ma qualcuno è intenzionato a mettersi tra di loro.






Questo è un breve racconto che vede come protagonista assoluta Elisa, una giovane reduce da una storia d’amore finita male. Per quasi tre anni è stata legata a Edoardo, figlio dell’editore che ha pubblicato tutti i suoi libri. Ora il loro legame è naufragato a causa del tradimento di lui. 
Con un quasi matrimonio sfumato nel peggiore dei modi, Elisa dovrà necessariamente rimettersi in riga, ricominciare tutto daccapo. Per tale motivo, decide di trasferirsi in un piccolo appartamento, dove l’unico inquilino che le è affine per età modo di essere è , guarda caso, un ex compagno di liceo.
Cristiano, questo il suo nome, è uno scienziato dal cuore tenero. Con Elisa condivide il muro portante e il balconcino che unisce i loro due distinti, ma speculari, appartamenti. Impossibile dunque sarà per due non entrare in contatto. 
 I due giovani dovranno ricostruire il loro rapporto dopo la lunga lontananza imposta dagli anni post maturità. Elisa, nel frattempo, come dicevo poc’anzi, è divenuta una scrittrice di grande successo e i suoi libri sono primi in classifica all’interno della classifica dei fantasy più letti. 
Cristiano dal canto suo, che l’ha sempre amata, in gran segreto, era il genio della scuola che i due frequentavano, nonchè amante della matematica (in modo patologico, a mio giudizio), che è divenuta poi il suo lavoro. Nel corso della vicenda, Elisa capirà che Cristiano non è più il ragazzino di una volta, ora è cresciuto e non solo nella prestanza fisica (della quale lei rimarrà ovviamente estasiata). 
Una storia fresca, giovane, senza troppe pretese. Si legge in pochissimo tempo e strappa un sorriso perché molto romantica. Consigliata a chi crede che il primo amore, possa sempre tornare nella nostra vita (anche se un tempo, era uno sgobbone dalle sembianze di uno scienziato pazzo). Attenzione alla legge di gravità! 
Molto tenera.









Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...