martedì 2 agosto 2016

Recensione: "TIENIMI VICINO" dI Megan Hart.




Un romanzo forte, intenso, che vi arriverà dritto al cuore.




Genere: Romance contemporaneo
Editore: Harper Collins Italia
Collana: Narrativa
Prezzo: € 12,67 (cartaceo)
Uscita: 7 luglio 2016









Sinossi:

Effie e Heath sono personaggi molto conosciuti, non per qualcosa che hanno fatto, ma per ciò che è successo loro quando erano piccoli. Segregati e abusati dallo stesso uomo per diversi anni, i due ragazzi hanno trovato conforto l'uno nell'altra sino a quando non sono riusciti a fuggire dalla loro prigione e l'aguzzino non è stato arrestato.
Ora sono due adulti che cercano di andare avanti con le proprie vite. Effie pensa che sia arrivato il momento di cercare di avere una relazione "normale", e Heath non è l'uomo giusto, perché il solo guardarlo in faccia è un salto in quel passato buio e angoscioso. Per questo cambia uomini nello stesso modo in cui si cambia d'abito tutti i giorni. Heath, invece, è da sempre innamorato di Effie, per lui non potrà mai esserci un'altra donna. Inoltre, è convinto che entrambi potranno andare avanti con le proprie vite solo dopo aver affrontato e sconfitto il passato che li accomuna. Una nuova crisi, però, è pronta a scagliarsi contro di loro, tanto che Effie teme che non ritroverà mai un suo equilibrio se non tornando nella casa dove la storia ha avuto inizio e Heath dovrà essere al suo fianco.

L’autore:

Nome ai vertici della prestigiosa New York Times Bestsellers List, Megan Hart si è imposta sulla scena internazionale aggiudicandosi numerosi riconoscimenti dalla critica e un grande successo tra il pubblico. È  in grado di spaziare con leggerezza dal genere romantico alla suspense, ma ha conquistato le lettrici italiane con i romanzi erotici Fondente come il cioccolato e Il numero perfetto, editi entrambi da Harlequin Mondadori.
Non può vivere senza Internet, la musica, il suono dell’oceano e la Coca Cola Zero. Come ama presentarsi?
"Mi chiamo Megan Hart e scrivo libri".
On line la trovate al sito www.meganhart.com.







Tienimi vicino non è un romanzo semplice, non è una storia d'amore comune.
Tienimi vicino narra di un amore nato nel fango e fiorito nella sofferenza, ma destinato a essere tale.
La storia è raccontata in terza persona ma la mano narrante è quella di Effie, una ragazzina prima e una donna poi.
Effie, diminutivo di Felicity, ha trascorso tre anni nell'oscurità, immersa in un incubo che sembrava non avere fine. L'unico bagliore di speranza proveniva da Heat, un ragazzo di poco più grande di lei ma nella sua stessa situazione.
Effie e Heat s'incontrano all'inferno e lo condividono per tre interminabili anni. Il legame che li unisce è forte, indissolubile e apparentemente malato.
Erano adolescenti, provenivano da due realtà diverse, non si conoscevano ma hanno imparato ad amarsi.
Quando un sentimento così forte riesce a crescere nella disperazione, quali e quante probabilità ha di essere vero, sano e salutare?
Heat è un ragazzo problematico, con una famiglia disastrata alle spalle. Effie è figlia unica in una famiglia benestante e affettuosa. Ma, durante quei tre anni, la loro esistenza si trasforma, si evolve e si guasta lasciando profonde e indelebili cicatrici.
La loro vita procede, deve andare avanti e non può, secondo la nostra protagonista, essere condivisa con Heat. Lui rappresenta ciò che lei vorrebbe dimenticare, lui è la sua droga ma anche il suo veleno. Heat la ama, la protegge, la sostiene e la possiede come nessun altro ma il loro rapporto, non è sicura, sia reale o solo frutto di una situazione assurdamente sbagliata che li ha spinti l'uno verso l'altra.
Mentre lei cerca l'amore e il suo futuro passando da un uomo all’altro, dipingendo il tormento vissuto, rifiutando il cibo e litigando con la madre, Heat c'è sempre. Lì che l'aspetta, che le da ciò che vuole e che… alla fine capisce di esserle d'intralcio.
Le dinamiche tra i due ragazzi sono complicate e disseminate di paure, in cui il drammatico passato si mescola con un futuro incerto. In cui il piacere si mescola con il dolore fino al momento decisivo. Ed è lì, in quel luogo dimenticato da qualsiasi dio possa esistere, che Effie capisce.
Forse… è troppo tardi.
Un romanzo struggente in cui l'amore viene visto sotto molte luci e in cui l'unica luce che ora potrebbe illuminare quel sentimento cocente e vero viene spenta per la paura di vederne la profondità e smarrirsi nuovamente.
La storia mi è davvero piaciuta ma avrei preferito leggere anche il punto di vista di Heat. Ci sono dei vuoti che solo lui potrebbe colmare. Ho trovato difficile alle volte immedesimarmi con la testardaggine di Effie, pur motivandone le ragioni, non ho completamente digerito il suo comportamento nei confronti del povero ragazzo che è praticamente sopravvissuto a tutto per lei.
Ci sono delle lacune, non so se volute o frutto di semplice trascuratezza, che mi sarebbe piaciuto venissero colmate.
I salti temporali non segnalati creano un po' di confusione che si chiarisce solo verso la fine, quando lo stile è ormai stato assimilato. Alcuni refusi (nemmeno troppo rari) intralciano un po' la lettura.
Un libro con molto potenziale ma non gestito nel migliore dei modi. Spero che l'autrice ci regali, prima o poi, il POV di lui.










Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...