martedì 9 agosto 2016

Recensione: "TORNA DA ME" di Mila Gray.





Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Bookme
Pagine:
Prezzo: € 4,99 (ebook)
Uscita: 12 luglio 2016









Sinossi:

Un’auto militare ferma sotto casa alle sette del mattino. Non può significare nulla di buono, soprattutto se sia tuo fratello che l’amore della tua vita sono soldati impegnati in una rischiosa missione in Afghanistan. Quando Jenna Kingsley, diciott’anni appena compiuti, occhi verdissimi e un viso tutto lentiggini, apre la porta al cappellano dei Marine in alta uniforme, il mondo le crolla addosso in un istante. Mentre il cuore le batte a mille, il pensiero vola all’estate appena trascorsa. Quella in cui lei e Kit, inseparabile amico di suo fratello Ridley, sono caduti nelle braccia l’uno dell’altra. Sono anni che Jenna stravede segretamente per Kit, bello e sexy da togliere il fiato, e proprio adesso che lui ha rivelato di ricambiarla, l’idea di perderlo le risulta impossibile da accettare. E pazienza se il padre, il temibile Colonnello Kingsley, non fa mistero dell’odio che – per motivi da sempre misteriosi – nutre per il ragazzo. Ma adesso è giunto il momento per Jenna di affrontare la verità. E mentre si prepara a ricevere la tragica notizia dalle labbra del cappellano, un’unica, atroce domanda le martella in testa: chi dei due è morto? Ridley oppure Kit?











Quando mi sono accinta ad iniziare questo romanzo l’ho fatto con un po’ di timore prevedendo una storia triste e strappalacrime: i presupposti del prologo non lasciavano dubbi sul fatto che ci sarebbe stata la perdita di un personaggio, anche se lasciavano nel dubbio se fosse il fratello o il fidanzato della protagonista, la dolce Jenna. La narrazione del romanzo riprende con un salto indietro nel tempo di tre mesi, quando Jenna compie diciotto anni e alla sua festa ritrova Kit, migliore amico di suo fratello Riley e ragazzo che ama e sogna da sempre. Kit e Riley sono in licenza dalla loro spedizione in Sudan e finalmente Kit sembra accorgersi di Jenna, che si è trasformata in una splendida ragazza. Nonostante la disapprovazione del padre di lei, i due iniziano una tenera e struggente storia d’amore.

Ora so che era quella la vera Jenna, e che la maschera è quella della ragazza silenziosa che sta sempre sullo sfondo e si nasconde agli occhi del prossimo, un’armatura che indossa per proteggersi da un padre padrone.

Il periodo di licenza è troppo breve e ben presto Kit e Riley devono ripartire per una pericolosa missione in Afghanistan. Salutano le rispettive ragazze con la promessa di aspettarsi,  in più Kit palesa l’intenzione di lasciare i Marine, una volta terminato il contratto che lo lega al corpo, per iniziare un futuro insieme alla sua amata Jenna.
Ma il destino è crudele e, in un’alba di tre mesi dopo, l’auto del cappellano militare si ferma sotto casa della ragazza. Chi avrà perso la vita in Afghanistan: il fratello di Jenna o il suo fidanzato?

Mi manchi, Kit.
Ti ricordi le nostre gite nel deserto?
Quando mi hai mostrato la Stella Polare? Adesso la cerco ogni notte, sai?
Mi ricordo che mi hai detto che la Stella Polare è quella che si guarda per orientarsi e ritrovare la via di casa.
Continuo a sperare che un giorno la userai per ritrovare la tua casa, perché è così che mi sento: come se ti fossi smarrito, e aspetto che ritrovi la via.
Continuerò ad aspettarti, Kit.
Ti amo

Questo è un romanzo molto particolare, alterna momenti di dolcezza e tenerezza con altri in cui a prevalere è l’umore nero del padre di Jenna e Riley. L’uomo, anche lui militare, soffre di un forte stress post traumatico, che si traduce nel rendere impossibile la serenità all’interno della famiglia. Jenna non è una ragazza come le altre, alla sua età non ha fatto le esperienze delle sue coetanee, e vive nel costante terrore di incorrere nelle ire del padre. L’uomo, inoltre, nutre un odio inspiegabile per Kit, l’amore della ragazza e migliore amico di Riley, quindi vi lascio immaginare come dev’essere stato difficile per i due ragazzi riuscire a vedersi di nascosto per dare il via ad una storia che diventa sempre più importante per entrambi.
Grazie all’amore di Kit, la ragazza inizia a ribellarsi al padre e inizia a fare le cose che ama, prima fra tutte si dedica alla recitazione, che è sempre stata la sua grande passione. Anche Kit cambia e, da playboy incallito, diventa un fidanzato devoto, fedele e innamoratissimo. Anche Riley è un personaggio che entra nel cuore, soprattutto quando veniamo a scoprire che presto diventerà papà: la sua ragazza è rimasta inaspettatamente incinta e purtroppo deve affrontare coraggiosamente la gravidanza da sola, aspettando il ritorno del suo uomo dalla missione militare.

Si avvicina di un passo. «Ti fa vedere le stelle?» chiede a bassa voce. «Sei la sua Stella Polare? Perché tu sei questo per me. Sei il motivo per cui sono riuscito a tornare a casa».

Il romanzo affronta temi importanti come le conseguenze fisiche e psicologiche della guerra, portandoci a chiedere se è giusto pagare un così alto tributo.
Scritto in capitoli narrati in prima persona da Jenna, alternati con quelli narrati da Kit, veniamo avvolti nelle spire di questa bellissima storia, vivendo con loro gioie e drammi, emozioni e paure.
La parte romantica tra i due giovani è raccontata con uno stile fresco ed emozionante, portandoci a vivere insieme ai protagonisti i turbamenti e il desiderio tipico del primo amore. Le scene, anche quelle più calde, sono narrate con delicatezza e non sono mai volgari.

Lo consiglio sicuramente! È un libro adatto a tutti e, anche se i protagonisti sono molto giovani, non risulta mai banale o scontato. Otre a far emozionare per una bella e tenera storia tra due giovani cuori, fa anche riflettere su temi importanti e più che mai di attualità.





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...