sabato 1 ottobre 2016

Recensione in Anteprima: "LADY O" di Charlotte Lays.

 




Genere: Romance Contemporaneo
Editore: Self Publishing
Pagine:
Prezzo:
Uscita: 14 ottobre 2016






Lady O, all’anagrafe Olyvia Cardoso, è una scrittrice di successo che, agendo sotto anonimato, si ritrova a essere una tra le più famose penne dell’Upper East Side. Dal suo appartamento extra lusso, infatti, la giornalista spende consigli, più o meno al vetriolo, a chiunque si rivolga alla sua rubrica incentrata sul sesso. Ma Lady O non è sempre stata la donna forte e gagliarda che dimostra di essere dalle pagine del giornale per cui lavora, e anzi, nella vita di tutti i giorni, si rivela essere una giovane imperfetta e inadeguata in continua lotta con se stessa e il suo passato. Olyvia conta solo sull’aiuto e l’affetto delle sue sei amiche, le amazzoni moderne, le sole in grado di spronarla ad andare avanti e guardarsi per quello che è realmente: una donna splendida.Ma si sa, dove non arriva l’amicizia, può l’amore e il ritorno di Gerard, nella vita della scrittrice, sembra essere il segno che lei stessa aspettava, inconsciamente, per dare una svolta all’impasse in cui è impantanata da anni. Il rapporto tra i due, però, non è semplice perché, se è vero che l’uomo dimostra fin da subito un apprezzamento sincero nei suoi confronti, è altrettanto reale lo spettro del passato di cui lui sembra far parte. Olyvia non ha dimenticato nulla dell’esperienza traumatica che l’ha vista protagonista e la presenza di Gerard, anzi, sembra acuire alcuni tra gli episodi più cruenti, nonostante l’attrazione per lui sia folle. Gli inizi sono claudicanti, e le frequenti prese di posizione di Olyvia rischiano di far naufragare tutto, ma Gerard è tenace nella sua armatura. Proprio quando il loro rapporto sembra destinato a decollare, però, un inaspettato intreccio familiare viene a galla e il destino rimescola un'altra volta le carte in tavola. Lady O, un romanzo intenso in cui amore e amicizia danzano a braccetto, rappresenta il trionfo dei sentimenti puri e il disvelamento di un messaggio fondamentale che, troppo spesso, viene dimenticato: le apparenze ingannano e non è detto che la bellezza sia poi sintomo di un cuore puro e armonioso.





Ecco a voi una nuova serie che ci farà trascorrere qualche ora tra risate e riflessioni, una serie firmata da Charlotte Lays dal titolo NY Sinners. Il primo volume si intitola Lady O e a partire dalla copertina promette bene visto le fattezze decise, ma seducenti della ragazza in copertina.
Avvalendomi di una conoscenza quasi totale delle opere di Carlotta, mi sento di affermare che questo romanzo è differente dalle precedenti opere dell’autrice. La verve ironica, la battuta sagace, il sesso caldo e ammiccante sono le caratteristiche che contraddistinguono i romanzi della bella toscana, ma un maggior interesse ed ampio spazio sono dedicati alla parte psicologica.
La protagonista si chiava Olyvia. È una ragazza in gamba, aggressiva, sicura di sé, ma solo se si trincera dietro il falso nome di Lady O, pungente redattrice di una rubrica sul sesso in cui sprigiona una personalità forte in contrasto con quella insicura e priva di forza che invece la caratterizza nella realtà sociale. Un evento passato ha ridotto Olivia a essere vittima di se stessa e degli altri. Ad acuire questo suo stato intervengono le azioni poco amorevoli di una mamma che preferisce la secondogenita a lei e non perde occasione di dimostrarle quanto poco la consideri come figlia. Ma uno tsunami è pronto ad abbattersi su di lei: rivelazioni che la porterebbero sull’orlo del precipizio se non avesse due braccia forti e pronte ad abbracciare lei e tutte le sue pene. Olyvia è il fulcro intorno al quale si avvicendano le varie storie presenti e passate del romanzo. Leggendo la sua storia mi è sembrato di vivere il susseguirsi delle quattro stagioni fatte di inverni rigidi di un’anima svuotata fino ad arrivare a estati calde, roventi e nella piena esplosione di una natura lussureggiante e desiderosa di vivere, passando per le calde tonalità dell’autunno che annuncia, però, il freddo di personaggi senza cuori che hanno ridotto la nostra protagonista dall’animo caliente a un’ombra di se stessa. Un esempio della sua delirante insicurezza è di seguito citata “Voglio che mi baci, ma ne sono terrorizzata. Voglio che vada via, ma anche che mi stringa tra le braccia”
La storia di Olyvia è resa allegra e per molti tratti divertente dalla psicologa e dal gruppo di amiche, dinamiche e onnipresenti, che hanno il ruolo di recuperare la ragazza prima che l’abisso la intrappoli in se stessa e nei suoi incubi peggiori. Ho ammirato la sua grande forza interiore e mi è piaciuto il modo in cui l’autrice descrive questa lotta snervante, soprattutto quando la paragona a un cucciolotto infreddolito in cerca di un riparo per il suo cuore sanguinante. Per fortuna il ricordo della nonna e del suo immenso amore è un toccasana che la aiuta nei momenti tristi. Retaggio di questa grande figura sono anche i continui intercalari in lingua russa, che insieme a quella portoghese, manifestano il mix di tante emozioni che si agitano dentro di lei. Olyvia è una ragazza facile da amare e la narrazione in prima persona aiuta le lettrici a calarsi nei panni del suo personaggio: viviamo dentro di lei, sentiamo il suo dolore quando la cattiveria altrui la arpiona e la scuote fino a farle perdere di vista le cose buone della sua vita, che sono tante e sono tutte buone
Il protagonista maschile è, invece, Gerard, un fantasma del passato che per fortuna è meno macabro di quanto Olyvia ricordava ed è colui che le spalancherà, con una buona dose di pazienza, gli occhi alla vita. Lo vedo nelle vesti di angelo o di cavaliere medievale che nel nome dell’amore è pronto a immolarsi per lei. Non è un uomo zerbino e neanche un maschio alfa; è un uomo caparbio e sincero che ha capito come ragiona la sua donna e vuole aiutarla. Se ciò significa puntare i piedi e apparire egocentrico e testardo, ben venga allora! Di certo è anche un vero conquistatore, di nome e di fatto (ihihihih!!!), e da quel momento Olyvia diventerà dipendente dalla brama di passione e di amore che contraddistingue il loro rapporto.
Ed ora, Carlotta, vogliamo parlare un po’ di tutta questa pubblicità occulta che stai facendo a un tuo diretto concorrente? Ho capito che il romanzo citato ti ha colpito in modo particolare, ho capito che le varie citazioni sono state fonte per te di ispirazione. Abbiamo capito tutte, e personalmente Il cavaliere d’inverno è entrato nella mia wishlist.
Ti ringrazio anche per il suggerimento dietetico in calce alla nota dell’autrice, ne farò tesoro! Ah dimenticavo, per colpa tua i post-it ormai hanno preso tutto un altro significato. Mi sottoporrò anche a questa pratica. In barba agli sms, what’s app e tutta la tecnologia del XXI secolo!!!
Brava Bravissima!!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...