mercoledì 12 ottobre 2016

Recensione: "MORTE DI UN RE PIRATA" di Josh Lanyon.


Quarto capitolo dell’acclamata serie Adrien English, nata dalla penna del pluripremiato autore Josh Lanyon.




Genere: MM
Editore: Triskell Edizioni
Pagine: 278
Prezzo: € 14,90 (cartaceo) - € 5,99 (ebook)
Uscita: 29 luglio 2016






Sinossi:

La carriera di scrittore di Adrien English, libraio gay e investigatore dilettante, è sul punto di decollare. I diritti del suo primo romanzo, Il delitto sarà svelato, sono stati acquistati da Paul Kane, una celebre star del cinema. Ma quando l’omicidio fa il suo debutto a una cena hollywoodiana, a indagare sul caso viene chiamato proprio l’ex amante di Adrien, l’avvenente Jake Riordan, ora tenente della polizia di Los Angeles e più che mai determinato a tenere nascosta la propria omosessualità. La sua comparsa, però, rischia di spingere il nuovo compagno di Adrien, il fascinoso professore universitario Guy Snowden, a commettere a sua volta un omicidio…



La serie "Adrian English" è così composta:
1 - Ombre fatali (Fatal Shadows)

2 - Una cosa pericolosa (A Dangerous Thing)
3 -  La mossa del diavolo (The Hell You Say)

4 -  MORTE DI UN RE PIRATA (Death of a Pirate King)
5 - The Dark Tide



Vi dico subito cosa penso:bellissimo , assolutamente il migliore finora della serie.
Troppo entusiasmo? No , questo libro è un perfetto mix di cuore e cervello, di investigazione e sentimenti. La parte suspense non viaggia su binari propri, ma attinge parte della propria forza dal cuore di Adrien: questo è il segreto del libro.
Cominciamo con ordine. Sono passati due lunghi anni dalla rottura tra Adrien e il detective, ora tenente , Riordan. Chi ha seguito la serie ricorderà bene come la fine del terzo libro abbia lasciato nel lettore una vena omicida nei confronti di Jake Riordan, reo di ave ucciso tutti i nostri sogni di lieto fine. Personalmente lo avrei visto bene inginocchiato di fronte alla mazza di Negan di The walking dead, ma Lanyon ha altri progetti per i nostri due protagonisti.
Invischiato anche stavolta in un omicidio, Adrien ha un non gradito incontro
Jake si girò. «È Adrien con la e,» disse al suo subalterno. I nostri occhi s’incontrarono. «Io e Mr. English abbiamo già avuto modo di conoscerci.» Supponevo si potesse dire così. Ebbi un improvviso e fastidiosamente vivido ricordo di Jake che mi sussurrava all’orecchio: «Oh, piccolo, mi fai impazzire…» Il momento non avrebbe potuto essere più inopportuno.
L’incontro dà una profonda scossa alla vita di Adrien, che tra investigazione, conduzione della libreria, Lisa e il suo nuovo compagno Guy, aveva relegato i ricordi di Jake nel pozzo nero della memoria, ma non abbastanza.
In seguito alla nostra rottura, Jake aveva telefonato due volte, ma io non ero in casa. O forse c’ero e non avevo risposto. A ogni modo, avevo controllato sul display di chi fossero quelle chiamate silenziose. E poi, undici mesi dopo la fine della nostra storia, lui aveva telefonato e si era deciso a lasciare un messaggio. Sono Jake. Pensava sul serio che, oltre al suo numero, avessi scordato anche la sua voce? Silenzio. M piacerebbe poter parlare con te qualche volta. Come lui stesso avrebbe detto: Mmm-hmm. Silenzio. Il suono della linea libera. Di cosa pensava avremmo potuto parlare? Del suo matrimonio? Di lavoro? Del tempo? «Allora, abbiamo finito?» Avvertii la tensione nella mia voce e seppi che doveva averla sentita anche lui. Non avevo la forza di continuare con le schermaglie verbali. Non avevo la forza di continuare a fingere che la sua presenza non mi stesse turbando, che non stesse riaprendo una serie di vecchie ferite che non si erano rimarginate come avevo creduto. «Sì, abbiamo finito,» concluse lui in tono piatto.
Convinto da Paul Kane, che ha acquistato i diritti del suo primo romanzo, a ficcanasare sull’omicidio di cui sono stati entrambi testimoni, la vita d Adrien e Jake torna ad incrociarsi mettendo in crisi il suo rapporto con Guy e alimentando una forte gelosia dopo la scoperta che Paul e Jake sono partner nel sadomaso.
Tutto il libro , vissuto come sempre in prima persona da Adrien è un altalenarsi di sensazioni, di passione e freddezza, di ricerca di amore, il ritorno di quello che è stato e sarà il grande amore della sua vita. Proprio questa serie di legami spingerà Adrien ad indagare più a fondo convinto che Jake sia reticente su alcuni aspetti.
Spalle larghe fasciate in una giacca di pelle nera. Jake. «Oh, eccoti,» lo accolse languidamente Paul. Jake rimase fermo a fissarmi. In un universo parallelo, avrei trovato divertente la sua espressione basita. In quello, non tanto. «Oh, non scappare via,» disse Paul vedendomi alzare. «Possiamo fare una cosa a tre.» Ridacchiò. «Mi riferisco alla cena, ovviamente.» «Un’altra volta,» risposi. «Mi riferisco alla cena, ovviamente.» Fui costretto a passare accanto a Jake per uscire dalla porta. Si era riavuto dalla sorpresa e mi stava guardando con occhi spenti. «Adrien,» mormorò. Io gli rivolsi un cenno del capo. «Buonanotte,» dissi a Paul. «Grazie per il giro in barca.» Mentre salivo sul ponte, sentii Kane ridere. L’aria era gelida e aveva un odore salmastro e malsano. Sopra di me, le fronde delle palme frusciavano in modo spettrale, stagliandosi scure contro il chiarore del tramonto. Il rumore sordo dei miei passi mi seguì lungo il pontile mentre mi dirigevo al parcheggio. Non era stata l’apparizione di Jake a spiazzarmi… non proprio. Era stato più il rendermi conto che Paul Kane mi aveva trattenuto a bordo col preciso intento di far sì che io lo vedessi. O che Jake vedesse me? In un caso o nell’altro, c’era sotto qualcosa. Potevo anche non sapere a beneficio di chi fosse stato improvvisato quello spettacolino, ma ero certo che non si trattasse di una semplice coincidenza. Quell’incontro era stato allestito ad arte come la scena di una pièce teatrale. Perché?
E mentre le domande si affacciano sempre più insistenti nella mente di Adrien, sarà nuovamente Jake l’ago della bilancia. Jake l’uomo che rifiuta di accettare la propria omosessualità, l’uomo che lo ha lasciato per un matrimonio di facciata, per salvaguardare se stesso e la propria carriera, ma che non ha mai smesso di amarlo tanto quanto Adrien non ha mai smesso di amare lui.
Non era un sogno. Quello era Jake. Eravamo Jake e io. Era reale. Dolorosamente e squisitamente reale.
Beh questa volta Jake dovrà decidere se affrontare la realtà o nascondersi per sempre. Tra un passo avanti e due indietro, la vicenda troverà il suo finale, un finale con una serie di colpi di scena di cui ovviamente non vi anticiperò nulla. Sta a voi scoprire chi è l’assassino e se Jake e Adrien avranno un futuro. Vi dico solo non perdetevi una splendida storia, scritta come sempre con grandissima maestria da quel genio che è Josh Lanyon.







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...