lunedì 21 novembre 2016

Recensione: "ACCANTO" di Marie Sexton.






Genere: M/M, Contemporaneo
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 281
Serie: Coda Libro 7
Uscita: 25 Ottobre 2016
Traduttore: Killer Queen







Sinossi:   
Il giovane Dominic Jacobsen sospetta di essere gay e ne ha la conferma quando un ricco ragazzo proveniente da fuori città sale sul sedile posteriore della sua GTO. Gli basta una serata con Lamar Franklin per convincersi di aver trovato l’uomo dei suoi sogni. Sfortunatamente, quella serata sarà l’unica cosa che avrà prima che l’altro lasci il Colorado.
Quindici anni dopo, Lamar torna a Coda, dopo aver messo fine all’ultima di una lunga serie di pessime relazioni. È solo, depresso e tormentato da telefonate notturne anonime. Ormai sul punto di arrendersi, si trova faccia a faccia con il passato.
Da quando aveva diciassette anni, Dominic sogna di incontrare di nuovo Lamar, ma questo non significa che sia pronto per vivere una storia. Affrontare i pettegolezzi tipici di una piccola città e i soliti drammi di una grande famiglia è già difficile, ma ciò che più lo preoccupa è perdere la custodia della figlia adolescente, Naomi. L’unica soluzione è assicurarsi che lui e Lamar rimangano amici e nulla più. Dovranno tenersi addosso i vestiti, qualsiasi cosa accada.

Semplice. Che si riveli un bene o un male, Lamar sembra però pensarla in altro modo.

La serie "Coda" è al momento così composta:
1 – Promesse
6 – Paura, speranza e budino di pane – seguito di Fragole per dessert    
7 – ACCANTO




Ho amato molto questa serie, una delle prime che ho letto. Avevo amato molto le coppie Jared/Matt e Angelo/Zach, un po' meno Cole e il suo Jon, ma i libri mi erano piaciuti molto tutti.
Sinceramente non sapevo cosa aspettarmi da questo ennesimo romanzo della serie Coda, ma non potevo certo lamentarmi della cosa, visto che c'era la reale possibilità di leggere qualche scorcio della vita della coppie precedenti. Mi piace tanto ritrovare i vecchi personaggi: anche se hanno avuto il loro meritato lieto fine, ho sempre la curiosità di sapere come procede la loro vita di coppia.
Non prendetemi per matta! La normalità è relativa, siamo tutti un po' fuori di testa (nel senso buono), ma quando ho la fortuna di leggere dei bei libri, con personaggi davvero ben caratterizzati, nella mia mente è come se loro esistessero realmente, con la conseguenza che, una volta finito il romanzo, rimangono con me, andandosene addirittura a spasso per i fatti loro!
Non sono quindi rimasta delusa da questo libro. Ci sono effettivamente tanti momenti con Angelo e Zach - mi ero scordata del caratterino di Angelo e dei suoi scherzi a Matt! Come diavolo ho potuto!-, ma soprattutto c'è parecchio Matt, dato che uno dei protagonisti dovrà aver a che fare con misterioso stalker che sembra averlo preso di mira e che si rivelerà anche molto pericoloso.
I due protagonisti di turno sono Lamar, un professore di scuola media appena trasferitosi a Coda per “scappare” dall'ex fidanzato che non ha voluto lasciare la moglie per lui, e Dominic un meccanico con alle spalle una ex moglie e alle prese con la figlia adolescente.
Lamar non è proprio uno sconosciuto per Dom: i due infatti si erano conosciuti quindici anni prima durante una visita di Lamar agli zii che vivono a Coda. Tra i due ragazzi appena diciassettenni era scoppiato il classico colpo di fulmine, che era comunque durato poche ore.
I due però non si sono mai scordati l'uno dell'altro; hanno entrambi serbato nel loro cuore il loro fugace incontro come qualcosa di molto prezioso.
Hanno preso strade diverse anche nell’ammettere il loro orientamento sessuale: Dom ha sposato la sua migliore amica dopo averla messa incinta, anche se è sempre stato attratto dagli uomini, mentre Lamar si è dichiarato dopo il primo incontro con Dom, ma è stato per anni lo sporco segreto di uomini sposati.
Entrambi hanno sofferto la lontananza l'uno dall'altro, sopratutto Dom, che si è sempre pentito di non essersi dichiarato, vista la palese omofobia della sua famiglia, e di non essere riuscito a ritrovare Lamar in tutti quegli anni.
Ecco come si vedono l'un l'altro:

Il Dom ragazzo era stato carino e timido, magro e imbarazzato. Il Dominic uomo era smilzo ma solido. La goffaggine giovanile si era trasformata in un aspetto sicuro che era umile, ma affascinante. E c’era una forza nei suoi occhi scuri che era innegabilmente coinvolgente. Era così diverso da come lo ricordavo, eppure era esattamente come l’avevo immaginato.”

Volevo sembrare disinvolto, ma fallii miseramente. Mi sentivo come se ogni battito del mio cuore fosse stato impresso in quella singola frase. Volevo rimangiarmela e nascondere la verità implicita, negare il suo potere e in qualche modo uccidere il desiderio orribile e insaziabile della presenza di Lamar. Mi sentii come se avessi dato voce a una terribile verità: ero incompleto senza di lui. Come se avessi dato potere alla sagoma che mi aveva seguito per giorni quando ci eravamo allontanati.”

Dom ha talmente sognato e idealizzato Lamar che non è pronto a rivederlo e neppure ad aiutarlo per uscire dalla sua depressione. Lamar è molto depresso e infelice, e l'unica che sembra averlo capito è la figlia tredicenne di Dom; una ragazzina forte e determinata, con il pallino delle sopracciglia tinte di azzurro, che preferisce vivere col padre che con la madre ( i due ormai sono separati da anni, la madre ha un nuovo compagno ma è rimasta la migliore amica di Dom).
Naomi è l'unica che si accorge della tristezza di Lamar:

Le mie guance erano ancora bagnate dalle lacrime, ma per il resto ero asciutto. Sporsi il braccio fuori dal riparo della mia nicchia, sentendo la pioggia fredda picchiare sul palmo. Mi fece rabbrividire, ma era reale. Mi fece sentire qualcosa. Feci qualche passo avanti, ne volevo di più. Piegai il capo all’indietro, lasciando che le gocce mi bagnassero la faccia, supplicandole di riempirmi. Di colmare il mio vuoto e di togliermi il dolore dal cuore. Di lavare via la depressione che tornava a minacciarmi ogni giorno.”

Naomi mi ha veramente stupito, il suo stratagemma per risollevare il morale a Lamar con il falso affido temporaneo di Miss Priss Zampette Pon Pon è stato delizioso!
Dom tratta sua figlia come il suo bene più prezioso, ma la sottovaluta anche troppo e la usa come capro espiatorio per non esternare i suoi sentimenti e la sua vera natura.
La sua indecisione, i suoi cambiamenti di intenzioni, i suoi vorrei ma non posso trovando tutte le scuse del mondo mi hanno un po' rovinato la lettura. Capisco il suo timore e la paura di essere ripudiato dalla famiglia e perdere tutto, ma per miei gusti l'ha tirata un po' per le lunghe.
Lamar invece è molto più forte di quanto lui stesso pensi di essere:

Mi mancò il fiato per le lacrime, mentre ero combattuto tra il dolore e le risate al pensiero di Angelo e Jared che prendevano le mie difese, instupidito dalla nuova verità che avevo appreso.
Non avevo bisogno di Dominic. Sì, lo volevo. Ero sicuro che avremmo potuto essere felici insieme, se solo mi avesse dato una possibilità. Ma la mia felicità non iniziava o finiva con lui. Non era mai stato così. Iniziava e finiva con me e me soltanto. Avevo degli amici. Avevo un lavoro. Avevo Miss Priss, e se Dominic avesse provato a portarmela via, gli avrei fatto cambiare idea. Avevo tutte le intenzioni di tenerla, così come avevo tutte le intenzioni di restare a Coda. Da qualche parte, in casa, una porta sbatté, come un punto fermo su una mattinata di merda. No, non avevo bisogno di Dom. Ma faceva malissimo lasciarlo andare.”


Come per tutti gli altri libri della serie l'autrice utilizza la prima persona per narrare la storia con i due punti di vista differenti dei protagonisti; non ci sono i numeri dei capitoli, ma semplicemente il nome di chi ci sta narrando la storia. Uno stile che mi piace e che è un ottimo modo per coinvolgere il lettore ancora di più e per portarlo ad entrare più in sintonia con i protagonisti e con i loro sentimenti.
Il mio voto purtroppo non può andare oltre le tre stelle e mezzo: il libro mi è piaciuto, ma l'ho trovato leggermente un gradino sotto i precedenti.









Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...