martedì 22 novembre 2016

Recensione: "IL DISASTRO SIAMO NOI" di Jamie McGuire.





Genere: New Adult
Editore: Garzanti
Pagine: 271
Prezzo: € 9,99 (e-book); € 16,90
Uscita:  3 Novembre 2016











Sinossi:

Falyn ha fatto una scelta difficile rinunciando a una vita di privilegi. Il lavoro come cameriera al Bucksaw Cafè è diventato tutto per lei. Non c’è spazio per altro. Soprattutto per l’amore. Perché Falyn nasconde nel cuore un segreto che non ha mai rivelato a nessuno. Un segreto che l’ha portata lontano dalla sua famiglia e a chiudersi in sé stessa. Fino al giorno in cui non incrocia due occhi speciali come quelli di Taylor Maddox. Due occhi che sa bene possono portare solo guai. Molte ragazze si sono scottate fidandosi delle sue promesse tradite. Falyn non vuole che questo accada anche a lei. È ancora troppo fragile per cadere nei suoi tranelli. Eppure Taylor non demorde e la invita a cena. Un rifiuto non è una risposta che un Maddox può contemplare quando è convinto di aver trovato la donna della sua vita. Ed è lì, seduti uno di fronte all’altro, che Falyn intravede della dolcezza dietro l’aspetto da ragazzo che ottiene sempre quello che vuole. Incontrare la sua famiglia, vedere l’affetto che lo lega ai fratelli Travis e Treton e alla cognata Abby, la convince ancora di più che Taylor abbia anche un lato romantico. E piano piano sente che delle crepe stanno rompendo la corazza dietro il quale si è trincerata per non rischiare più. Sarebbe facile affidare finalmente a qualcuno il peso dei suoi segreti. Sarebbe facile trovare conforto tra le braccia possenti di Taylor. Ma riaprire la porta del passato è quasi impossibile quando si è creduto di aver buttato via la chiave. Ci vuole coraggio, o forse solo la mano benevola del destino.


La serie "The Maddox Brothers" è così composta:

3. IL DISASTRO SIAMO NOI 
4. Beautiful Burn
5. Beautiful Funeral






Questo romanzo è il terzo della serie “Fratelli Maddox”, nata come spin-off del successo “Uno splendido disastro” dell'autrice Jamie McGuire.
Dopo Trenton e Thomas, è il turno di accendere i riflettori su Taylor, uno dei gemelli mediani della numerosa famiglia tutta al maschile dei Maddox. L'azione si sposta in Colorado, dove il giovane si trova a prestare la sua opera come pompiere durante la stagione estiva. Qui viene 'catturato' dalla schiva cameriera del locale in cui lui e la sua squadra sono soliti consumare il pranzo, la fulva Falyn.

«Tutto ciò che è successo da quando ci siamo conosciuti ha condotto a questo momento. Prima di te ho amato solo una donna, e non ce ne sarà un’altra dopo.»

La ragazza, che racconta la storia in prima persona, ha un passato misterioso e doloroso alle spalle, di cui veniamo pian piano a conoscenza; ha abbandonato i privilegi e gli agi della sua benestante famiglia e ha trovato lavoro presso Chuck e Phaedra, una coppia di ex figli dei fiori che la sostengono come se fosse una figlia. A causa di un trauma vissuto quando aveva 18 anni, Falyn si tiene alla larga dal genere maschile, ma il fascino 'tutto Maddox' del bel Taylor riuscirà ad aprire un varco nel cuore della ragazza. Naturalmente i sensi di colpa e le paure mai rimosse creeranno un ostacolo nell'evoluzione di questa tenera storia appena nata e, se è vero che 'quando un Maddox si innamora è per sempre', possiamo solo sperare che anche Taylor e Falyn possano avere il loro lieto fine.

Ero stata lontana da lui e poi avevo creduto di averlo perso per sempre. Il dolore aveva il potere di rendere tutto molto chiaro, e le preoccupazioni che un tempo mi assillavano ora sembravano insignificanti.

Questo romanzo parla in primo luogo di perdono, sia verso sé stessi e i propri errori, sia verso le persone che ci hanno ferito o deluso. Lo stile è quello che abbiamo già apprezzato nei precedenti lavori della McGuire, scorrevole e con pochi fronzoli. Il punto di vista, lasciato interamente nelle mani della protagonista femminile, non riesce a suscitare empatia, la quale, come molte delle eroine della serie, non risulta particolarmente simpatica. Avrei preferito anche un piccolo capitoletto narrato dal pov di Taylor, che avrebbe aiutato a dare più profondità al suo personaggio, che appare quasi una fotocopia degli altri fratelli. Un giovane uomo segnato profondamente dalla perdita della mamma nell'infanzia, legatissimo alla famiglia e ai fratelli; un ragazzo che non ha mai amato fino a quando trova la donna che si nega a lui e alle sue attenzioni. A quel punto scatta l'amore assoluto che, almeno in questo caso, inciampa in un errore e tenta di recuperare. Ma non voglio spoilerare oltre.

«È piuttosto chiaro che non solo ti voglio», aggiunse con una risatina nervosa, «ma che non posso stare lontano da te.» Abbozzai un sorriso. «Cerchi di nuovo di fare l’eroe.» Mi asciugò una lacrima con il pollice e mi prese con delicatezza il viso tra le mani, con l’aria corrucciata. «Non è solo questo. Ho idea di cosa sia, ma me la faccio sotto al pensiero di dirlo ad alta voce.» Vedendo la disperazione nei suoi occhi, strinsi le labbra. «Allora non parlare, dimostramelo.»
I temi affrontati sono molto delicati e di una certa importanza, ma mi sono sembrati trattati con un po' di superficialità. Avrei voluto vedere una maggiore evoluzione nello stile dell'autrice che, secondo me, sta segnando un po' il passo. Il romanzo resta comunque una piacevole lettura, nonostante qualche arrabbiatura, e aggiunge un altro tassello nella trama intricata di questa pazza famiglia.







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...