giovedì 30 marzo 2017

Recensione: "LA COPPIA PERFETTA" di B.A. Paris.

Jack e Grace sono la coppia perfetta… o la bugia perfetta?

IL THRILLER DI CUI TUTTI PARLANO, IN CORSO DI TRADUZIONE IN 30 PAESI.



Traduttore: Francesco Graziosi
Genere: Narrativa contemporanea
Editore: Casa Editrice Nord
Collana: 
Pagine: 
406
Prezzo: € 12,00 (cartaceo) - € 8,99 (ebook)
Uscita: 1 settembre 2016




Sinossi:

JACK
Affascinante
Avvocato di successo
Marito innamorato

GRACE
Elegante
Moglie impeccabile

In pericolo…

Chiunque avesse l’occasione di conoscere Jack e Grace Angel penserebbe che sono la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Chiunque allora vorrebbe conoscere meglio Grace, diventare sua amica, scoprendo però che è quasi impossibile anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e comunque non esce mai senza Jack al proprio fianco. Chiunque penserebbe che in fondo è il classico comportamento degli sposi novelli, che non vogliono passare nemmeno un minuto separati. Eppure, alla fine, qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi per esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace ha lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponde mai nemmeno al telefono di casa, perché ci sono delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta…

Con oltre 600.000 copie vendute in soli cinque mesi dall’uscita in libreria, La coppia perfetta è uno degli esordi più travolgenti dell'anno in Inghilterra. Grazie al ritmo serrato e alla straordinaria efficacia nello svelare i segreti oscuri di un matrimonio, ha entusiasmato sia i lettori sia gli editori di tutto il mondo, che si sono contesi i diritti di pubblicazione in aste agguerrite. 



C’era una volta una splendida fanciulla, buona e gentile che aveva una sorella minore problematica, ma che era l’amore della sua vita, tanto da assumersene la tutela in tenera età.

Un giorno le due sorelle si recano al parco e lì conoscono il bellissimo Jack. Dolce, premuroso e tenero.

Tra Jack e Grace scatta il colpo di fulmine e la nostra principessa si farà conquistare dai modi cavallereschi del principe azzurro che mai avrebbe sognato d’incontrare.
Le uscite mano nella mano, i baci dapprima rubati e poi passionali e le attenzioni di Jack verso Millie sono davvero amorevoli e diventano un incentivo al sentimento che la lega a lui. Come non perdere la testa per un uomo, bravissimo avvocato, che difende e tutela le donne maltrattate, che corteggia come se vivesse ancora nell’era vittoriana e che non eccede mai, sempre attento e galante?

Come in tutte le favole che si rispettino, la principessa sposa il principe e… è tempo per i cattivi di arrivare a rovinare il bellissimo quadro. Una storia troppo bella per essere vera.

Ragazze mie, qui non ci saranno streghe malefiche, né lupi mannari, né matrigne cattive. Qui abbiamo un principe che si “trasforma” in un machiavellico orco. 

Jack, in cinque minuti esatti passa dall’essere un sogno a un incubo. Il peggiore di tutti.
Jack non è violento. Non stupra e non picchia.
Jack non fa nemmeno sesso.
Jack ha un altro modo per torturare, ferire, aggredire una persona.
Ricatti, minacce, crudeli giochi psicologici e privazioni.
Un aguzzino vestito di seta.
Un avvocato abituato a vincere e un calcolatore dei più sadici.
Grace rimane sbigottita e nonostante lo shock iniziale, prova a ribellarsi aggravando la sua situazione.

Vivrà questo incubo inenarrabile per Millie e solo grazie a quel legame, all’amore di una sorella speciale non si lascerà morire pur di mettere la parola fine alla disumanità del marito.

Nessuno sospetterà mai nulla. Nessuno vedrà se non quello che viene loro mostrato e forse solo un paio di occhi riusciranno a leggere tra le pause di mendaci parole, tra mani che accarezzano senza amore e tra dolci parole dal sapore amaro.

Come sfuggire a questa ragnatela tessuta con abile maestria? Come prevedere chi sa già come reagirai?
Tutte le risposte le troverete in questo meraviglioso thriller psicologico nel quale la narrazione si alternerà tra passato e presente portando il lettore a comprendere meglio tutti gli aspetti psichici e comportamentali di questa malsana prigionia.
Una narrazione fluida e diretta. Le situazioni vengono narrate quasi freddamente ed è proprio questo apparente distacco a creare ansia e tensione. Quasi fosse tutto normale e giustificabile pur annusando la tensione, la paura e la disperazione che scaturiscono quasi silenziosamente e trasportano in un mondo dove tutto è fittizio e pericoloso.
Un libro che consiglio a tutti. 








Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...