lunedì 13 marzo 2017

Recensione: "PETALI DI ME" di Serena Di Caprio.





Genere: Romance
Editore: Fabbri Editori
Pagine: 180
Prezzo: € 13,60 - € 6,99 ebook
Uscita:  27 Ottobre 2016







Sinossi:

Il mondo di Azzurra va in pezzi quando scopre che il suo legame con Leo è costruito su una menzogna: il tradimento di lui è un duro colpo, ma ancora di più lo è sapere che il ragazzo che credeva di amare non è mai stato sincero e le ha nascosto un segreto che forse non aveva confessato neanche a se stesso. Un amore che finisce ti spezza sempre il cuore: ti fa soffrire, sgretola le tue certezze, ti fa piangere fino quasi ad allagarti dentro. Ma quando a ridurti così è la tua prima cotta, l’amico di una vita e il compagno di tante avventure, superarlo appare davvero impossibile. Dopo Leo, infatti, ogni relazione sembra difficile, e soprattutto sembra difficile poter ricominciare a credere in sé e negli altri. Eppure ci sono dolori per cui piangiamo, ma che non rimpiangeremo mai. Perché ci fanno comprendere che a volte l’amore è tutto, e a volte non è abbastanza. Che per rinascere bisogna morire. Che prima di piacere agli altri bisogna provare a voler bene a se stessi. E perché sono l’inizio di un cammino che ci insegna a crescere, a superare le delusioni e a vivere ogni emozione fino in fondo, trasformando le nostre insicurezze in splendide ali di farfalla.




Le stelle cadenti sono la dimostrazione che si può essere bellissimi anche quando si cade.”

Guido Fruscoloni

Vi ricordate quando, in Harry Potter, Olivander disse al piccolo mago che sono le bacchette a scegliere i proprietari e non viceversa?

Ecco, a me a volte capita con i libri. Piccoli segnali che mi portano a voler esplorare quelle pagine, come se la mia vita dipendesse da loro.
Con Petali di me è stato amore a prima vista.
Attirata dalla copertina e ingolosita dalla trama, ho deciso che dovevo affrontare questa splendida avventura che mi stava stuzzicando.
Lei è Azzurra e questa è la sua personale metamorfosi.
Da bruco a farfalla.
Da adolescente a donna.

Una giovane ragazza che si lascia trasportare dall'immaturità dei propri sentimenti e insicurezze attraverso una storia d'amicizia prima e pseudo-amore poi.

Una piccola donna che nel profondo dolore della prima delusione affettiva troverà la forza, non senza precipitare, di risorgere donna equilibrata e consapevole di sé.
Un lungo e difficile percorso introspettivo, ma coraggioso, sublimato da una narrazione originale e, a tratti, poetica.

Mi sono rivista nella mia adolescenza, quando i problemi e le difficoltà erano simili a quelli di Azzurra. Nella sua acerba giovinezza, lei ha saputo rimettere assieme i frammenti del suo cuore spezzato, guardando il mondo dalla giusta prospettiva.

È precipitata, ha attraversato momenti bui che sembravano non finire mai, ma non si è arresa, non si è lasciata divorare dalla paura e dalla malinconia.
Ha trovato la sua personale soluzione, rinunciando a molto e acquisendo nuove capacità relazionali ed emotive crescendo e maturando, diventando “grande”.

Per raggiungere la sua serenità ha dovuto spezzare vecchi e malandati meccanismi, amicizie datate e guardare dentro la sua anima ferita per riscoprire se stessa, la sua vera essenza e la sua reale importanza.

La serenità è una nostra responsabilità, non deve essere affidata a nessun altro.
L'amore, quello vero, non chiede di sacrificare il proprio essere, la propria indipendenza, ma la dovrebbe arricchire. L'amore costruisce non distrugge e, se lo fa, non è amore.
Un libro originale, adatto ai più e ai meno giovani. Una sorta di vademecum per l'equilibrio personale, per trovare la felicità senza rancori né rimpianti.
Bellissimi gli aforismi, l'impaginazione e le immagini quasi dipinte.









Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...