sabato 25 marzo 2017

Recensione: "RIP" di Lidia Calvano.






Genere: Paranormal Romance
Editore: Self Publishing
Pagine: 116
Prezzo: € 0,99 (e-book)
Uscita: 23 gennaio 2017








Sinossi:
Blake ha molti clienti e nessuno di loro si è mai lamentato delle sue prestazioni. 
La chiamano per truccare e rendere più belli i trapassati, perché chi rimane possa mantenerne un ultimo ricordo di serenità e pace.
Il continuo contatto con la morte però l’ha resa chiusa e diffidente verso la vita; quando conosce Jason, nel modo più impensato, fa di tutto per allontanarlo, ma lui non si lascia dissuadere.
In apparenza Jason è il ragazzo perfetto che tutte vorrebbero incontrare: affascinante, spigliato, solare, sicuro di sé. Ma è solo la passione a spingerlo, oppure c’è un segreto che custodisce nel profondo del cuore?
E quanto costerà a Blake concedergli la sua fiducia e i suoi sentimenti?
«Non è la cosa più bella del mondo, desiderare?»
«Io pensavo di sapere cosa fosse il destino, ma mi sbagliavo. Il futuro cambia a ogni singola scelta che facciamo. Ma il significato della nostra vita deve rimanere sempre lo stesso, qualsiasi cosa accada.»

«Vuoi fare l’amore con me? Un’ultima volta?»


“RIP Rest In Peace” è un romanzo breve di genere romantico-paranormal, autoconclusivo.


RIP - Rest In Peace è un libro che lascia il segno, ma non è solo questo.
È il secondo romanzo paranormal che leggo in poco tempo e credo che ci sia qualcosa di intangibile che mi stia sfiorando. Forse ne sto subendo le influenze ma, per una che non ama il fantasy, appassionarsi a due romanzi della categoria è davvero strano.
Non conoscevo Lidia Calvano come autrice. Come persona ho avuto modo di apprezzarla sui social attraverso alcuni dei suoi post e/o commenti e devo dire che dalle sue parole emerge sempre una profondità d’animo che ritroverete in questo bellissimo romanzo breve.
Blake è una giovane donna che lavora come “visagista”... di cadaveri. È davvero brava nel suo lavoro e particolare nel suo essere donna: molto schiva, riservata e diffidente.
Ama ciò che fa, anche se i pregiudizi negativi che girano attorno a coloro che sono a contatto con la morte la condizionano in modo importante.
Il mestiere le è stato tramandato dal padre, mentre la madre li ha lasciati parecchi anni prima a causa di un incidente.
Non fa vita sociale e le uniche persone amiche sono i suoi colleghi di lavoro.
Quando il team viene richiesto per un lavoro decisamente fuori porta rispetto alle loro solite zone, Blake si ritroverà a dover interagire con uno dei parenti delle vittime. Un bellissimo ragazzo dai capelli color del grano maturo e gli occhi azzurro cielo.
Tra i due l’attrazione è immediata e forte.
Tanto lei sembra essere oscura e brusca, quanto lui solare e dolce.
Ma Blake è fragile e Jason lo ha colto fin dal primo incontro.
Le danze erotiche tra i due sono meravigliosamente descritte, trascinano il lettore nel loro vortice di passione senza mai essere volgari.
Assisterete alla compenetrazione di due anime destinate ad amarsi senza possedersi veramente. Si fonderanno e si completeranno, lasciando a chi legge il compito di scorgere la poesia del loro legame.
Mi fermo qui, altrimenti vi svelerei troppo e sarebbe davvero un peccato perché RIP è un libro da leggere e da assimilare attraverso l’amabile penna di questa grande autrice.
Ho amato il suo stile: delicato ma sofisticato, mai banale e mai scontato. Mi sono appassionata alla trama affascinante e svelata dolcemente.
La Calvano ha trattato temi importanti dando loro il giusto spazio, la giusta deferenza, ma sempre con obiettività e sincerità.
I personaggi sono meravigliosamente costruiti. Lei l’ho sempre immaginata come fosse la luna e lui il sole, che si cercano e si sfiorano e che hanno bisogno l’una dell’altro per completarsi.
Mi chiederete se ho dei “ma” da aggiungere. La mia risposta è no. Di primo acchito, appena terminata la lettura, ho pensato che ne avrei voluto di più. Più scene, più approfondimento, ma con lo scorrere delle ore ho compreso che sarebbe stato troppo. Lidia ha donato questo libro ai lettori, lasciando a ognuno di essi la libertà di andare oltre le parole scritte, oltre le situazioni narrate e oltre la vita stessa.
Alla fine tutto avrà il suo equilibrio e porterà alla luce un messaggio molto importante e sempre attuale.

Leggetelo, ne vale davvero la pena!















2 commenti:

  1. Grazie infinite della bellissima recensione! Sono felice e onorata del tempo e della cura che avete dedicato a RIP! <3

    RispondiElimina
  2. Libro molto interessante, non lo conoscevo ma la tua recensione mi ha incuriosita *-* grazie!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...