sabato 27 maggio 2017

Recensione: "SPORCHI SEGRETI" di Rhys Ford.




Genere: M/M, Suspence

Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 215

Prezzo: € 6,43 (e-book)

Uscita: 18 Aprile 2017
Traduttore: Sara Benatti




Acquistalo QUI!



Sinossi:
Per Cole McGinnis, ex poliziotto diventato investigatore privato, amare Kim Jae-Min non è sempre facile, perché Jae è riluttante a mostrare apertamente il suo orientamento sessuale. Al contrario, Cole non sa vivere in un altro modo, anche se capisce come si sente Jae. Gli uomini coreani che seguono la tradizione, infatti, non sono gay, perlomeno non quando possono essere scoperti.
Ma Cole non può dedicare troppo tempo a sbrogliare i problemi del suo ragazzo. Ha un incarico da portare a termine. Quando una cantante di nome Scarlet chiede il suo aiuto per trovare Park Dae-Hoon, un coreano gay che è sparito quasi vent’anni prima, Cole si ritrova immerso nel mondo intricato delle ricche famiglie coreane, dove il dovere e la politica significano sacrificare la felicità per conservare imperi aziendali. Ben presto i cadaveri iniziano ad accumularsi senza un’apparente logica. A ogni passo che Cole fa verso il ritrovamento di Park Dae-Hoon, un’altra persona va incontro alla morte, e proprio qualcuno che Cole ama potrebbe essere la prossima vittima dell’assassino.

La serie Un’indagine di Cole McGinnis è così composta:
1. Baci sporchi 
2. SPORCHI SEGRETI
3. Dirty Kiss


Non avevo mai guardato un uomo asiatico. Non avevo mai immaginato di condividere il letto con un asiatico, e men che meno di avere un altro uomo dopo che Rick era morto. Da quando avevo trovato lui, invece, non avevo voluto nient’altro… nessun altro.”

Chi vi sta parlando è Cole McGinnis, l'ex poliziotto ora investigatore privato già protagonista del primo romanzo di questa strepitosa serie a metà tra il poliziesco e il sensuale, sto parlando della serie "Baci Sporchi".
L'uomo che sta descrivendo è il suo compagno, il giovane coreano Jae-Min, conosciuto durante un incarico nel primo libro, che ha portato a parecchio spargimento di sangue, specialmente da parte di Cole. Chissà come il bel giappo/irlandese finisce sempre per farsi sparare, cosa che Jae non apprezza molto...
Il romanzo si apre poco dopo la fine del primo ed è la sua continuazione.
Sono passati appena due mesi e ritroviamo i due uomini che hanno cominciato una relazione, una quasi convivenza, visto che Jae si ferma spesso a casa di Cole per passare la notte con la sua terribile palla di pelo al seguito, la sanguinosa gattina nera Neko, che sembra studiare continui piani per far fuori Cole, specialmente quando questi scende dalle scale!
Per Jae non è facile aprire il suo cuore a Cole. La situazione famigliare di Jae è alquanto ingarbugliata e complicata, soprattutto perché per un uomo coreano è impossibile vivere la propria omosessualità alla luce del sole, infatti i gay in corea semplicemente si fa finta che non esistano:

Le parole di lei lo pugnalavano, ami appuntiti che si agganciavano al suo cuore e strappavano via pezzi della sua anima. Si faceva più piccolo a ogni istante, torcendo le lenzuola con le dita e il polso fino ad avere le nocche sbiancate ed esangui...Un attimo prima era una statua di porcellana, e il momento dopo una cosa spezzata e frammentata piena di rabbia e disgusto. Mettergli le braccia attorno fu come cercare di trattenere un uragano...Non avevo avuto abbastanza tempo, non avevo avuto il tempo di persuaderlo che sarei stato lì per prenderlo, se fosse caduto in disgrazia per la sua famiglia. Non avevo avuto abbastanza tempo per accettare che avrebbe potuto non essere mai mio… non apertamente… e forse nemmeno nel segreto delle nostre case.”

A differenza di Jae, Cole non ha mai nascosto il suo essere gay, nemmeno quando era poliziotto, cosa che gli ha procurato non pochi problemi.
Anche in famiglia il suo coming out non è stato accolto bene: è stato cacciato di casa dai genitori, il padre e la sua seconda moglie, solo il fratello maggiore Mike e la sua dolce moglie sono dalla sua parte. 
I genitori di Cole sono veramente dei pezzi di mer... giganteschi! Avrei davvero azzoppato la bionda Barbara alla gamba buona per aver trattato in quel modo Cole:

Le lacrime arrivarono dure e veloci, un piccolo dolore pungente per ogni goccia che cercavo di spazzare via sbattendo le palpebre. Il mio cuore pareva vomitasse vetro, sanguinando da un migliaio di piccoli tagli creati dalla freddezza di Barbara. Jae-Min si allungò e mi tenne stretto, mormorando qualcosa che non riuscivo a capire, ma il suo calore raggiunse il gelo che mi era rimasto dentro. Mi lasciai sollevare, dondolando tra le sue braccia mentre mi cullava nel momento peggiore.”

Oltre alla moglie di Mike c'è un'altra grande donna presente in questa serie, la tenace Claudia, la segretaria di Cole, una donna di colore tutta d'un pezzo, una matriarca che mette tutti in riga e che ha semplicemente adottato anche Cole. Lei sì che è una vera mamma!
Come avrete capito Cole e Jae hanno molto più in comune di quello che sembri esteriormente anche se vivono in maniera diversa il loro essere gay. Cole è più sicuro dei suoi sentimenti, corre il rischio di dire più di una volta a Jae che ormai pensa di essere innamorato di lui, ma si trattiene per paura di vederlo scappare; ormai non può più rinunciare al ragazzo selvaggio che gli ha restituito un cuore:

Jae mi faceva qualcosa. Toccava qualcosa dentro di me che avevo pensato fosse morto. “Jae mi ha più o meno fatto rendere conto che avevo ancora un cuore. Suppongo che abbia il diritto di spezzarmelo.”

Sul piano fisico i due sono molto, molto, molto bollenti! Le scene sensuali tra i due sono da vero bollino rosso, chiedetelo alla testiera del letto di Cole!
Non voglio accennare nulla all'indagine che ha per le mani Cole, è veramente un caso ingarbugliato che coinvolge il gotha dell'alta società coreana emigrata negli Stati Uniti; dovrete arrivarci da soli al nocciolo della questione, io ce l'ho fatta, sono sicura che ce la farete anche voi.
Questa indagine vi farà capire meglio proprio l'animo di Jae, come è cresciuto e cosa ha dovuto sopportare in vita sua, il motivo per cui non riesce a vivere come omosessuale dichiarato.
Accanto a Cole c'è sempre il suo migliore amico Bobby, che lo aiuterà nelle indagini. La presenza di Bobby è fondamentale in questa serie. Bobby ha la capacità di smorzare sempre l'aria, portando un vento di complicità tutta maschile, battute al limite del grezzo, ma che io semplicemente adoro!
Questa serie sta diventando una delle mie preferite in assoluto, ormai dovreste saperlo che i polizieschi sono uno dei miei generi preferiti, specie se hanno come protagonisti uomini forti, senza macchia che lottano contro il male, ma che hanno tanto sofferto e non reprimono i loro sentimenti:

Non dirlo, agi.” La sua voce era dolce, un groviglio implorante a cui mi ero rassegnato. “Un giorno lo farò,” gli risposi. Questa volta gli baciai la curva del bicipite, raschiando con i denti la pelle morbida. “Potrei non aspettare fino a quando sarai pronto per sentirlo.” “Mi… mi spezzerà, Cole,” sussurrò lui. “Questo è… è così tanto. Sono così spaventato…”

Per i fan del genere questa è una serie da non farsi assolutamente scappare. E vi dirò di più: fate attenzione al giretto a Sacramento che Cole farà in auto, c'è una bellissima citazione dell'autrice a un'altra serie poliziesca molto famosa e amata in Italia, che ha per protagonista un giovane e affascinante proprietario di una libreria di gialli...
Il libro finisce con una notizia bomba per Cole: adesso voglio tutta la serie, tipo SUBITO!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...